gaga-rihanna3

Ogni anno che passa sono sempre di meno i cantanti che possono vantare grandi successi discografici e pochi flop. Gli ultimi tempi sono stati infatti caratterizzati da scivoloni pesanti anche da parte di artisti molti noti per cui ora come ora lo sport preferito dai cantanti è diventato…….temporeggiare! Riadattando un famoso proverbio: meglio un mezzo-flop domani che un flop completo oggi! Ne abbiamo già visti di artisti che hanno attuato questa tecnica negli ultimi anni: da Usher a Gwen Stefani passando per  Mariah Carey.

Vediamo dieci artisti che negli ultimi anni hanno preso tempo prima di pubblicare un nuovo album, alcuni dei quali stanno ancora temporeggiando, mentre altri di stanno forse decidendo a tornare. Buona lettura!

 

1) Usher

Usher-Raymond-as-795x567

Da pochi giorni sappiamo tante nuove news sul nuovo album di Usher (Qui per saperne di più) ma per anni abbiamo brancolato nel buio. Dopo i risultati deludenti di “Looking 4 Myself”,  Usher aveva tentato la strada televisiva per rilanciarsi musicalmente. Nel 2014 partecipò come coach a The Voice US lasciando anche una buona impressione.

Proprio in quel periodo  pubblicò il singolo “Good Kisser” che doveva anticipare il nuovo album. In seguito arrivarono altri due singoli “She Came To Give It To You” e “Don’t Mind”. Solo l’ultimo dei 3 ha ottenuto successo ma nonostante ciò il suo ritorno discografico fu messo da parte. Questo nonostante lo stesso Usher annunciò che il suo nuovo album si sarebbe intitolato “UR”. Anche nel  2015 il cantante RnB ha continuato a rassicurare fans e stampa che “UR” sarebbe uscito presto.

Come sappiamo le cose non sono andate così.  A gennaio 2016 Usher annunciò un nuovo titolo: “Flawed”, titolo che ha avuto davvero vita breve visto che appena 4 mesi dopo il cantante dichiarò di averne scelto uno nuovo, probabilmente quello definitivo, “Hard II Love”. La qualità dell’album ripagherà l’attesa di 4 anni?

Usher nel luglio 2015 aveva dichiarato a Billboard:

“L’album è in arrivo. In questo momento non è l’argomento di discussione a causa di tutte le attività a cui sono stato e sarò ancora impegnato. C’è il lancio del prodotto Yoobi nei negozi Target, la mia attività da filantropo con la New Look, la partecipazione all’album tributo di Nina Simone e ancor prima la partecipazione come mentore a The Voice e le riprese per il prossimo film Hands Of Stone dove ho interpretato il pugile Sugar Ray Leonard… e ci sono ancora tante altre cose in arrivo! Faccio del mio meglio per assicurarmi che la gente conosca ogni lato della mia personalità e parte delle mie passioni. Quella con Yoobi è solo l’inizio di una lunga serie di progetti che saranno sia filantropici che creativi. Ma l’album arriverà quanto prima!”

2) Ariana Grande

2016-mtv-vmas-ariana-grande-lead-620x413x

Come sappiamo la  marcia di avvicinamento a “Dangerous Woman”, il secondo album di Ariana Grande è stata lunga e travagliata. Bruciando esageratamente i tempi e cercando di far dimenticare lo scandalo di quandò leccò una ciambella dicendo “I hate America”,  Ariana annunciò già a maggio 2015 che il nuovo album si sarebbe chiamato “Moonlight”. Quello che successe nei mesi seguenti non è chiarissimo. Passarono infatti 3 mesi prima che Ariana annunciò il singolo “Focus” in uscita ad ottobre 2015. Ragionevolmente si pensava che entro Natale sarebbe poi uscito anche l’album. A confermarlo ci sono anche alcuni tweets della stessa cantante (ora cancellati|!).

ariana

ariana-grande-moonlight-rilis

La sfortuna volle che “Focus” uscì la settimana dopo la release di due dei singoli di maggior successo degli ultimi 12 mesi: “Hello” di Adele e “Sorry” di Justin Bieber. Il ritorno di Ariana passò così inevitabilmente in secondo (per non dire terzo, quarto….) piano. Come già avevamo parlato nei mesi scorsi,  la scelta stessa di “Focus” fu alquanto discutibile in quanto alla somiglianza con “Problem”.

Tutto il progetto “Moonlight” venne messo in discussione e messo da parte. A partire dal nome “Moonlight” che venne cambiato in “Dangerous Woman”. Il resto è storia recente: un disco che sta facendo un po’ fatica a tenersi a galla per via di singoli che non hanno avuto certamente l’impatto delle varie “Problem”, “Break Free” e “Love Me Harder”. Va detto però che “Side To Side”,dopo la performance ai VMA, ha avuto una buona partenza in classifica. Staremo a vedere cosa riuscirà a fare.

3) Rita Ora

rita-ora-2014-billboard-bb30-650

Nel 2012 pareva poter diventare una nuova superstar dalla fama immensa, ma invece la carriera di Rita Ora ha preso tutt’altra piega. Eppure era iniziata sotto i migliori auspici: Rita ottenne 3 No.1 in UK nel 2012, anno di pubblicazione di “Ora”, il suo unico album finora. Il suo ritorno con un secondo disco sembrava fatto quando la cantante pubblicò “I Will Never Let You Down” prodotta da Calvin Harris. Il singolo è stato un successone in UK ed ha avuto visibilità internazionale ma ha segnato anche l’inizio della fine (per ora) della sua carriera musicale.

Con la conclusione burrascosa della sua storia con Harris, la cantante si è ritrovata impossibilitata a pubblicare i nuovi brani creati con lui e sostanzialmente ha dovuto ricominciare da capo nella realizzazione del CD. Nel 2015 sono arrivati altri due singoli: “Poison” e “Body On Me” con Chris Brown. Entrambi hanno ottenuto la certificazione silver negli UK ma il confronto con i precedenti singoli di Rita è impietoso. Nel corso del 2014 e poi nel 2015, Rita ha sempre parlato in molte interviste del suo album. L’ha definito “grande” ed ha assicurato, in entrambe le annate, che sarebbe stato pubblicato in tempi brevi ed in tutto il mondo, tuttavia questo non è avvenuto.

In realtà, più che imputabile a Rita, questo comportamento è imputabile alla Roc Nation, che ha rescisso all’improvviso il contratto e le ha dunque impedito materialmente di pubblicare entro i tempi previsti il suo secondo album.  Per questi motivi la cantante ha messo da parte la sua carriera musicale e si è buttata a capofitto sulla TV (qui per sapere che programma andrà a a condurre). Inoltre nel 2017 e nel 2018 la ritroveremo nel secondo e terzo film di “50 Sfumature Di Grigio”. A marzo Rita ha affermato in un’altra intervista:

L’album è stato spesso rimandato fino ad ora. Sei sicura che uscirà quest’anno?
Ah si, al 100%. Fosse l’ultima cosa che faccio nella mia vita.

Vedremo se questa volta riuscirà a mantenere la promessa.

 

4) Lady Gaga

lady-gaga-versace

Dopo la debacle della ARTPOP Era, c’è stato il forte rischio che la Interscope Records cercasse di ributtare in pista Lady Gaga dopo pochi mesi per recuperare il terreno perduto rispetto ai fasti dei primi CD. Fortunatamente le cose non sono andate così: tutta la squadra di Lady Gaga ha compreso che bisognava distruggere quel poco che rimaneva della sua immagine dal passato e quindi ricostruirla da capo. Per farlo ci voleva sicuramente tanto tempo, non è un caso quindi che a quasi 3 anni da “ARTPOP” non abbiamo ancora il nuovo album pop.

Per ridarsi nuova credibilità Lady Gaga ha realizzato un album jazz con un’ istituzione musicale come Tony Bennett, guadagnando reputazione anche nel pubblico lontano dal mondo pop. In seguito Lady Gaga ha pensato bene di mettere da parte eccentricità varie e puntare sulla sua voce: in questa chiave vanno viste le tantissime performances sobrieche ha realizzato negli ultimi anni (tra le tante “Imagine” ai Giochi Olimpici Europei e l’inno americano al Super Bowl). Da non sottovalutare anche il ruolo di Lady Gaga in “American Horror Story” che le ha dato e continuerà a darle l’immagine di star polivalente.

L’unico singolo pop rilasciato è stato “Til It Happens To You”. Anche in questo caso l’intento del brano di denunciare la violenza femminile ben si adattava alla volontà di Gaga di mostrarsi, come fa da anni, come la paladina dei diritti dei più deboli.  “Til It Happens To You” rappresenta però anche l’elemento più inquietante riguardo il futuro ritorno discografico di Gaga. Il singolo non ha avuto il minimo successo e, cosa ancora più grave, non è riuscita ad avere grandi scossoni neppure dopo le esibizioni di Gaga alla cerimonia  Billboard Woman Of The Year e agli Oscar.

L’impressione che traiamo da tutti questi eventi è che Lady Gaga in questi anni abbia acquistato credibilità ma non è assolutamente detto che questa si tradurrà in nuove schiere di fans pronti a sostenerla.  Anche lei intanto ha preso tempo ed ha anche detto una piccola bugia. A marzo intervistata dalla radio Z100, alla domanda se un nuovo album sarebbe arrivato presto (I do believe we have another album coming out soon. Maybe?” “, lei ha risposto “Beh assolutamente, intendo dire si!” (“Well, yeah, definitely. I mean, yes!”). Il nuovo singolo arriverà ad oltre 6 mesi dall’annuncio…..non proprio “Soon“.

5) Tinashe

Passiamo all’RnB, parlando di quella che sembrava una delle maggori promesse di questo genere negli ultimi anni ma la cui carriera si sta contorcendo su se stessa. Infatti ad appena due anni di distanza sembrano già lontani i risultati (già non magnifici) della prima Era “Acquarius”. Nel 2015 Tinashe inizia a lavorare con produttori pop famosi come Dr Luke e Max Martin col fine di creare un album (intitolato “Joyride”) che possa dare la svolta definitiva alla sua carriera…..album che però stiamo ancora aspettando.

Da settembre 2015 Tinashe ha pubblicato teaser dell’album, singoli promozionali (Party Favors”), singoli ufficiali poi declassati a promozionali (“Player” con Chris Brown). “Player” si rivela un terribile buco nell’acqua non riuscendo neppure ad entrare nella Hot 100.  Vista la situazione, la label di Tinashe non ha potuto fare altro che posticipare “Joyride” a data da destinarsi. Ma diamo un’occhiata a cosa aveva dichiarato in precedenza, prima della fine del 2015:

Ho sempre avuto quest’ album da qualche parte nascosto nella mia testa, ma ha cominciato a diventare sempre più rilevante per il mio stato attuale della mia carriera. Con il viaggio che ho fatto l’anno scorso e tutto quello che ho passato, sento davvero di star vivendo un’ avventura, un viaggio, una corsa. Ecco perchè il nome Joyride, ed ecco perché ho deciso di pubblicarlo subito, dato che rappresenta quello che ho vissuto nell’ultimo anno.

Tanto subito, però, il disco non è arrivato! inizio 2016 le cose si mettono ancora peggio. Tinashe annuncia il Joyride Tour senza aver pubblicato un nuovo singolo. Alla fine tutto il tour viene annullato con la motivazione di volersi dedicare alla realizzazione di nuovi brani. Arriviamo quindi a luglio 2016 con la pubblicazione del singolo “Superlove”. Anch’esso però ha fallito l’approdo nelle classifiche.

La carriera di Tinashe sembra davvero essere in bilico su un precipizio. Ora come ora la cosa migliore per lei sarebbe evitare la ressa di artisti famosi che saranno protagonisti dell’ultima parte dell’anno  e quindi aspettare il 2017 per tentare il rilancio. Ma questa non sembra essere la strada che è stata scelta. “Joyride” sembra dover arrivare ad ottobre. Sarà così?


6) Rihanna

RIHANNA

CONTINUA A PAGINA 2

  • 1-Shania Twain
    LO ANNUNCIA DAL 2011
    Geri Halliwell
    LO ANNUNCIA DAL 2012

    Questi della lista, a confronto, sono nulla XD

  • MUSIC is the way.

    Una gufatina a Gaga ci mancava proprio… #fingerscrossed

  • GagaQueen

    io avrei tolto Gaga , non ha fatto attendere il nuovo album per il flop di Til It Happens to You che è la colonna sonora di un documentario , allora avrei messo anche Katy Perry con Rise che se fosse andata bene in classifica l avrebbe scelto come 1 singolo ( come fatto con DHorse).

    • Navy_Swift

      Infatti lei non ha mai detto “l’album sta arrivando”, ha detto che sarebbe uscito entro il 2016…e infatti eccola qua

      • GagaQueen

        Focus e FFs sono stati cestinati causa flop e i rispettivi album posticipati mentre TIHTY non è mai stato annunciato come primo singolo .