Tidal-1200-80

Vorrei porre alla vostra attenzione la traduzione di questo interessante articolo trovato in rete, che mette in luce una serie di motivi per i quali la piattaforma Tidal non riuscirà mai a soppiantare Spotify.

Già da qualche ora sono state pubblicate una serie di anteprime sulla piattaforma, e vi posso assicurare che non è il massimo per noi che gestiamo un portale dedicato alla musica , non potendo allegare negli articoli il materiale da recensire, perlomeno attraverso i canali ufficiali.

Ecco i 15 motivi per cui Tidal di Jay Z potrebbe floppare:

15) Non c’è niente che non vada in Spotify.

2759807875_4bf633003b_o

Per quanto riguarda lo streaming on demand, Spotify sembra funzionare perfettamente. Con rare eccezioni, non manca quasi nulla dalla piattaforma, che è molto semplice da utilizzare.

E’ diffusissima, è collegata ai socials e si trova sugli smartphones.

14) Non c’è l’ opzione free.

200526753-001

La cosa bella di Spotify è che è gratis. Certo, si deve ascoltare un po’ di pubblicità e sul cellulare c’è solo la riproduzione casuale – ma è gratuito. Chi non vuole ascoltare la pubblicità o utilizzarlo sul telefono senza limitazioni se vuole può pagare 9,99 $. Ma non è costretto a farlo.

Tidal non ha opzione gratuita. Costa 19,99 dollari al mese perl’ alta definizione e 9,99 dollari al mese per la standard. Chi pagherebbe così tanto per la stessa cosa che si potrebbe ottenere gratis o a metà prezzo?

13) E’ un modo per fare soldi piuttosto palese.

Jay Z Performs At The Staples Center

Jay Z è un rapper molto dotato. E’ anche un uomo d’affari piuttosto esperto.

Non è un segreto che questo rilancio di Tidal serva a far guadagnare di più agli artisti. Questo non viene percepito benissimo dai fans, e non è una mossa intelligente far pagare qualcosa che si può avere gratis.

12) L’ascoltatore medio non sa neanche cosa significhi streaming Lossless.

200299484-001

Tidal promette streaming in alta definizione lossless. Riempi uno stadio e probabilmente troverai 12 persone che ti sappiano spiegare cosa significhi questo e che notino la differenza.

Spotify ha già grande qualità di suono. Con gli auricolari economici che usa la gente come si possono apprezzare differenze? Avresti bisogno di cuffie super-costose per capirle.

11) Quando è stata l’ultima volta che vi sia importato qualcosa della data di release?

new-music

Grandi nomi come Madonna, Arcade Fire, ed altri hanno firmato contratti con Tidal. Ciò significa che le loro nuove uscite escono su Tidal prima che altrove. Ma non è un’ esclusiva, i pezzi arriveranno su Spotify qualche settimana dopo.

La gente aspetterà fino a che  le tracce non saranno disponibili online. $ 20 per il rilascio anticipato? Per favore.

10) L’ipocrisia di Taylor Swift.

BRIT Awards 2015 - Show

Taylor Swift ha ritirato il suo intero catalogo da Spotify perché sosteneva che lo streaming fosse “rubare”. Eppure, eccola su Tidal.

Gli artisti che si lamentano che Spotify sia un furto e poi passano a Tidal risulteranno incoerenti. Ciò associa Tidal ad un puro desiderio di fare più soldi.

9) I fans non reagiscono bene alle lamentele degli artisti che si lamentano di non guadagnare abbastanza.

Lars Ulrich Portrait Session - The 66th Annual Cannes Film Festival

Le lamentele a proposito dei profitti bassi relativi a Spotify non farà altro che conferire agli artisti che passano a Tidal un’immagine avida e menefreghista nei confronti dei fan. Che abbiano ragione o meno, questo è quello a cui si va incontro.

8) Sostituire la tecnologia anzichè innovarla non ha mai funzionato.

tidal-for-all

Il business della musica è sempre stato un gioco del tipo “adattarsi o morire” fin dall’inizio. Questo è successo quando è esplosa la musica digitale, e la RIAA cercando di combatterla all’inizio ha fatto danni per l’industria.

Se Jay Z pensa la musica in streaming non sia redditizia, perlomeno la innovi. Chiedere più soldi per una cosa che già funziona bene serve solo a moltiplicare gli zeri.

7) Aumenta la distanza tra superstars e fans.

NBA All-Star Game 2015

I musicisti sono come gli atleti. I fan li vogliono alla mano e con i piedi per terra, non importa quanto guadagnino. Già tramite twitter potete leggere quanti insulti sono stati lanciati a chi è passato a Tidal. Nessuno vuole vedere miliardari cercare di trovare un nuovo modo per ottenere più soldi da noi.

6) Alla fine a trarne vantaggio sarà Spotify.

Spotify Presents An Intimate Evening With Shane McAnally

Questa storia non farà altro che avvantaggiare Spotify perchè gli utenti di Tidal dopo un paio di mesi di utilizzo del servizio si renderanno conto che tutto quello che hanno pagato per ascoltare in anteprima si trova gratis per sempre su Spotify. Alla fine sarà Spotify a guadagnare da tutta questa iniziativa.

5) Con cuffie costose anche il suono con Spotify è spettacolare.

music-quality

Come dicevamo prima, la differenza nella qualità dello streaming si può apprezzare solo con cuffie di altissimo livello, non certo quelle economiche.

Comunque sia, anche se si avesse denaro da investire per questo tipo di cuffie, il suono con Spotify risulterebbe ottimo! Dopo aver speso così tanto per le cuffie dovrei pure pagare 20 dollari al mese?

4) Effetti dello streaming HD sulla durata della batteria del cellulare e sulla quantità di traffico navigabile.

data-usage

Quanto pensate di poter ascoltare quando vi trovate in giro ed utilizzate una connessione da operatore mobile? Con lo streaming HD esaurireste immediatamente il traffico dati, e pur avendo pagato, non usufruireste del servizio.

Per non parlare poi della durata della batteria del cellulare!

3) Con Tidal c’è il rischio che si torni alla pirateria.

pirate

Su internet c’è l’abitudine carina di rubare.

Se Tidal chiede 20 dollari al mese per ascoltare la musica, le probabilità che la pirateria musicale esploderà sono grandi. Ad Internet piace essere all’avanguardia, si trova sempre un modo per arrivare al materiale.

2) I personaggi che hanno scelto Tidal sono abbastanza odiati.

2012 BET Awards - Show

Si sono affidati a vagoni sbagliati. Non ci sono molti artisti che abbiano più haters di Kanye West, Nicki Minaj e Taylor Swift.

Tidal è un servizio per chiedere soldi offrendo una qualità del suono della quale solo gli snob si peroccupano. Se questo non è un motivo per odiarli…

1) Tidal non si pone ad un altro livello rispetto a Spotify.

Spotify Knocks It Out Of The Park

Il lossless streaming non è qualcosa di sufficiente per far abbandonare alla gente qualcosa che funzioni bene.

Se Tidal offrisse programmi radio in diretta o qualcosa del genere, allora sì, ci sarebbe differenza. Non lo fanno però, dunque si tratta di pagare due volte di più per lo stesso prodotto.

Cosa ne pensate di questo articolo? Vi trovate d’accordo?

162 Commenti

  1. Pur non essendo d’accordo devo ammettere che l’ipocrisia di Taylor Swift non la vedo. Nel senso, lei ha detto che rimuoveva il suo intero catalogo da Spotify perchè la musica deve ritornare ad essere comprata (non sono d’accordo, i cantanti hanno tanti altri modi di guadagno e un cd costa davvero tanto)ad avere valore…quello che ha detto, ha fatto: Tidal non è gratuito, su questa nuova piattaforma la musica di Taylor è ben remunerata.(lo streaming gratuito per lei è rubare, ma lo streaming su Tidal non è affatto gratuito)

  2. In tanti mi hanno dato contro, ma alla fine avevo ragione io, questo tidal è una stupidaggine, in più non mi ero ancora concentrato sulla pirateria, beh che dire io sono un esempio lampante! da quando è nato spotify uso solo quello, ho trovato un modo legale per ascoltare musica e lo uso senza danneggiare nessuno, perché gli artisti ci guadagnano comunque e come avevo già detto anche se si vendono meno dischi e singoli i cantanti ogni anno che passano guadagnano sempre di più grazie alla pubblicità! non c’è più bisogno di comprarla (certo se è un album a cui tengo molto acquisto la copia fisica). quello che voglio dire è che se un cantate avesse fatto il successo di beyonce l’anno scorso, negli anni 90 si scordava i 115 milioni di dollari che si è portata a casa lei. infine vorrei dire che se jay-z vuole pubblicare una canzone, un video o qualsiasi altra cosa in anteprima su tidal, non c’è nessuno che va a spendere 20 euro per guardarlo/ascoltarlo, quando nemmeno 10 minuti dopo è su youtube o sui torrent, io sicuramente me lo vado a scaricare illegalmente, mentre invece se pubblicassero tutto su spotify farei a meno di scaricare dai torrent, dato che ho la possibilità di ascoltarlo gratis, facendo comunque guadagnare soldoni ai cantanti con i miei ascolti. bitch better have my money è già sul mio spotify, scaricandola da un torrent e poi sincronizzando il tutto facile, e così fa la mia morosa, fanno i miei amici mio fratello. jay-z ha fatto una bella cosa perché c’è gente stupida che gli da dei soldi.

    • e aggiungerei che la swift e caduta proprio in basso, non c’è bisogno di spogliarsi e dimenarsi come una prostituta per perdere la propria dignità (almeno quello è spettacolo), basta fare un discorso come quello della swift.

  3. pero vi siete dimenticati dei video! LOL sono molto d’accordo, tidal farà una brutta fine, Jay-z può avere I soldoni che vuole ma se non la rinnova rischia di chiudere i battenti, il materiale rilasciato su tidal di rihanna, bee e madonna sono stati subito leakkati e circolano ancora! spotify offre un ottimo sevizio, specialmente quello da pc dove non c’è la riproduzione casuale e ci sono anche i testi, importanti per gli ascoltatori, vuoi che uno non vuole sapere il testo di una canzone che sta ascoltando!!?? inoltre spotify premium lo puoi provare gratis per una settimana! cosa che non offre Tidal!
    Con questo concludo con #Tidalreductive #WTFisTidal #BoycottTidal, Jay-z mi senti???
    OT= la premiere di ghosttown è stata posticipata a domani perchè il team di Madonna o di tidal sono degli imbecilli LOL

  4. Il punto 1 è il fondamentale, se vogliono davvero rivoluzionare l’industria musicale devono creare un servizio streaming totalmente diverso e più avanti!
    Altrimenti è come mettere l’acqua di una fontanella in una bottiglietta di vetro e venderla per 10 euro. Chi se la comprerà mai?

  5. Ridicolo. Concordo con tutto, in particolare con l’ipocrisia della Swift…. Toglie la musica da spotify e la mette su tidal, mapperpiacere!

  6. Facevano un prezzo unico per tutti era meglio , chi è quello stupido che spende soldi per sentire musica o guardare video in bassa qualità ? é logico che tutti sceglieranno l abbonamento a 19 dollari

  7. Queste sono le motivazioni per cui preferisco Spotify, non c’entra nemmeno il fatto che Jay Z mi stia sulle balle o meno.
    Lo trovo solo un modo per macinare più soldi di quanti effettivamente ne macinino già.
    Concordo sul fatto che la Swift si sia comportata da ipocrita perchè non avrebbe dovuto mettere i suoi album su TIDAL, detto ciò però la sua discografia già c’era su Deezer precedentemente quindi ci deve essere sotto qualcos’altro riguardo la scelta di togliere la sua musica da Spotify.
    E di sicuro non sarà quella la motivazione del flop di TIDAL, anche perchè lei alla conferenza non c’era e non ha firmato niente.
    Concludo col dire che Spotify tutta la vita.

    • Non sono mai andati affondo sulla questione di Spotify, sappiamo solo che non le pagavano quello che le corrispondeva e basta.. Nessuno poi gliel’ha mai chiesto direttamente, anche..

  8. Io critico Tidal per un semplice fatto che non cè l opzione gratis , come scritto nell articolo bisogna pagare e se scegli l opzione che costa meno cè anche la fregatura che non sia in altà qualità questa è la fregatura . Chi sceglierebbe l opzione a 9 dollari quando pagando 19 dollari hai la qualità migliore? è logico che ti invogliano a scegliere l abbonamento più costoso !

  9. Ma se si lasciasse perdere Spotify e Tidal e si ritornasse a mettere il cd sullo stereo come ai vecchi tempi e danzare, cantare a squarciagola in tutta la stanza?

      • Almeno tu non spari cavolate come la gente sotto o famosi come Lily XD
        Scusate, vi voglio bene ma.. non voglio più autocensurarmi XD

      • Forse tu sei un pò più ”antica” ma bisogna adeguarsi ai tempi di oggi.. e se non ti adegui resterai male, credimi XD

      • Sì io sono antica, molto antica in certe cose XD
        Se un giorno i cd scomparissero, MORIREI, ma davvero!
        Mi dà fastidio che se ne faccia una questione di stato, ecco.. Vi fa schifo Tidal e preferite Spotify? Va bene, ma lasciate perdere ste cose e ascoltate la musica.. Sono cose che non ci interessano queste.. Che Taylor sia un’incoerente per es non mi fa né caldo né freddo, di certo non perde la mia stima come persona e soprattutto come artista finchè continua a fare quella musica che tanto mi piace.. Ho sempre detto che è furba, non sarebbe dov’è ora se non lo fosse.. pensa anche ai soldi? Buon per lei, lo fareste anche voi.. CHI NON LO FAREBBE? Mettiamoci nei loro panni, troppo facile giudicare dall’esterno

      • Io amo i cd digitali.. ovviamente ho in possesso tutta la discografia fisica di Nicki.. Su iTunes un album può costare anche meno di 10€ e quelle tracce le puoi trasferire dove vuoi.. un singolo digitale costa 1 euro e qualcosa..alcune volte anche meno.. Con 10€ mi compro tutti i singoli di Beyoncé XD (Esempio)

      • Sì lo so, per questo continuo a dire che non serve fare un abbonamento quando si possono risparmiare quei soldi e comprarsi i cd che siano fisici o digitali.. Per me non ha senso, è uno spreco di soldi.. E se uno ascolta tanta musica, beh quello è un altro discorso, sarà più convienente per quella persona.. Io ascolta 4 gatti e compro gli album di questi 4 gatti e sull’mp3 mi metto le canzoni preferite di questi artisti e vivo benissimo! :)

    • ma se una persona ascolta tanta musica come fa?
      Io non vado a spendere 100 euro a settimana solo per comprare dischi e canzoni.
      Oppure dovrei smettere di ascoltare musica? lol

  10. Tidal non fa altro che fare emergere che marciume sia il music business, c’è questa grande cerchia che guadagna e straguadagna il cui unico interesse, assieme con le case discografiche, è fare soldi. Dopodiché ci sono artisti che devono morire per poter fare musica nella loro vita. Ovviamente poco importa alla gente se ci troviamo con cantanti che hanno patrimoni con cui potrebbero sfamare il mondo intero e poi sul palco cantano in playback!

    *pre-rec scusate -_-

  11. Ma io boh, tra tidal, spotify e streaming vari che non so manco a cosa possano sevire io mi affido a youtube e ai dischi che non mi hanno mai deluso. Questi mezzucci da poracci per guadagnare tre spiccioli in più li lascio con piacere a loro #TeamYt&Cd

    • Ma scusa un attimo, come fai ad usare Youtube in giro? E’ impensabile. Guarda, veramente te lo dico con tutta la buona volontà, impara a usare Spotify e ti renderai conto di non poterne fare a meno. Youtube è tutt’altra cosa, devi addirittura scegliere ogni volta la canzone LOL, consuma batteria perché tenevi tenere lo schermo acceso e il consumo di dati internet è pazzesco: improponibile.

      • …A me spotify consuma lo stesso molta batteria e a me piace ascoltare la canzone che voglio ascoltare, non riprodurre tracce random da un disco finché non trovo quella giusta (senza contare del limite di ascolti al giorno, per me IMPENSABILE)

      • Ci sono anche le playlist.. Spotify lo puoi ascoltare anche in standby mentre Youtube per forza con il display acceso.. e consuma batteria..

      • Si dal cellulare è così, però il bello è che le playlist te le crei tu, quindi te ne puoi fare di diverse per ogni situazione per dire e salti da una all’altra quando non ti va più di ascoltarne una (che poi hai il tot di salti possibili). Si tratta di imparare ad usarlo ed entrare nel gioco. Anche io per due volte scaricai e cancellai perché non capivo dove fossero tutte queste comodità. Poi, iniziando ad usarlo dal pc, ho capito che le potenzialità che ha sono assurde.

      • Con Spotify adesso c’è l’offerta di tre mesi a 99 centesimi comunque, quindi ti consiglio davvero di usarlo.
        Giusto per provare.

      • Beh, non so te, ma a me Youtube consuma tanto di quell’internet che ascolterei musica solo per un viaggio in bus al mese. ;)
        Spotify non consuma molto, anzi.

  12. Il punto su Taylor swift non è corretto. La Big Machine record ha messo a disposizione la discografia di Taylor Swift in tutti i servizi streaming che non hanno un servizio base gratis e non solo in TIDAL. Il motivo è che ritengono che la musica vada pagata o comprando album o comprando le sottoscrizioni a pagamento dei siti streaming. Si può condividere o no, ma non è incoerente. E poi, coerentemente, “1989” non è stato pubblicato neppure su TIDAL.

      • MTV ha la stessa funzione delle radio di promuovere il brano. Su Youtube, la Big machine records sta da mesi togliendo i file audio delle canzoni di 1989. Infatti ci sono solo i video ufficiali che così catalizzano un’enormità di views.

      • Resta il fatto che lei trae profitto dallo streaming gratuito di Youtube, e, col suo team, vuole semplicemente guadagnare di più. Cercare di giustificarsi con scuse stupide danneggia ancora di più l’immagine di un music business marcio dove c’è un élite che marcia sopra a tutto e tutti (ovviamente agli occhi di chi si vuole rendere conto della cosa).

      • Ma alla fine lo fanno tutti quello quindi perchè puntare il dito su Taylor Swift e basta?
        Se avesse messo a pagamento anche il video chissà che le avreste detto.
        È normale che cerchi di farci soldi, come tutti d’altronde, è il loro lavoro.

      • Per il semplice fatto che ha mancato di rispetto agli ascoltatori togliendosi. O sei pro streaming, o sei contro, tutto qui.

      • Oooh non so se c’è su Spotiy, credo di sì, volevo dirti di ascoltare This Time di Glee cantata da Lea, è una canzone originale, non una cover.. è una meraviglia <3

      • Cercando su google, ho visto che hanno messo le canzoni della prima stagione fino alla quinta, poi le metterranno!
        A me quella canzone mette i brividi *_*

      • Ma mettere i video su Youtube è normale, come farli andare in rotazione televisiva su MTV. Che c’entra?
        Deve mettere a pagamento anche quelli?
        Attaccarsi a queste cose lo trovo esagerato su.

      • Se lei non mette la musica su Spotify perché è “giusto pagare per la musica” e non perché è avida di soldi e denaro allora è ingiusto pure sentire la musica gratis su YouTube, MTV ed in radio

      • Ma infatti pure io penso che abbia sbagliato a toglierla di Spotify, trovo solo esagerato fare certi ragionamenti pur di andarle contro.
        Detto ciò è normale che voglia guadagnare, è palese.

  13. 20 dollari al mese per ascoltare musica? AHahaha ma vai a cagare Jay-z sei sempre stato un malato di soldi. Io che non lavoro non posso nemmeno farmi una promozione mensile per il telefono figurati pagare all’incirca 15 euro per ascoltare musica che è disponibilissima gratis su YouTube (non vado mai su Spotify perché non mi piace).

  14. Ora, io non voglio dire però gli artisti che hanno molti haterz vantano anche milioni di fans che altri artisti si possono solo sognare quindi il fatto che abbiano “reclutato” gente come la swift, minaj e altri è assolutamente a vantaggio loro :)

      • Tra quelle che hai detto credo che aggiungerà una tappa, non credo proprio che le facciano presentare per una seconda volta consecutiva gli EMA ne tanto meno che venga a fare promozione in qualche show quindi secondo me la più probabile è che aggiunga una tappa al tour per l’ italia :) che bello! Comunque ci considera anche troppo dal momento che noi ce la siamo cagata solo con Starships e la varie collaborazioni con Guetta, Madonna e Bang Bang, grazie Nicki.

      • Anaconda anche! Anche Pound The Alarm e ”Twerk It” con Busta Rhymes.. che entro in top40! Però ha detto anche qualcosa di meglio.. se è il tour voglio andarci XD

      • Si beh, Anaconda credo che sia conosciuta in ogni angolo del mondo, a me comunque farebbe piacere se si mettesse a fare un pò di promozione in qualche show italiano ;)

      • Sarebbe un sogno.. e finalmente avrebbe la popolarità che veramente dovrebbe avere qui (anche se già la ha)

      • Mi spiace per te ma ha detto che non riguarda il tour, lol.
        Comunque Katy Perry presentà due anni di seguito perchè andò molto bene, considerato che l’edizione di Nicki è stata la più vista di sempre penso proprio che si tratta degli EMAs

      • Ah caspita, non avevo idea che Nicki avesse ottenuto un riscontro cosi positivo per la sua conduzione degli EMA, se è come dici tu allora probabilmente presenterà lo show di nuovo :)

      • Lo spero non solo per voi fan, almeno qualche rapper che fa qualche tappa in Italia dato che in questo paese il rap non se lo caga nessuno, magari dopo lei potrebbero essercene altri finalmente!

  15. Io credo che Tidal non flopperà solo per i nomi coinvolti al suo interno che, tra fans e amici, riusciranno a farlo arrivare almeno a 10 milioni di persone iscritte.

  16. parole sante! Io spero che sia un flop proprio perchè non si parla di un servizio fuori dal normale!
    Jay Z vuole palesemente costringerci a pagare per vedere tutte le anteprime dei suoi artisti e amici -.- non mi piace essere obbligata Jay , #TeamSpotify

  17. Concordo , però Taylor non si è unita a Tidal le hanno semplicemente messo gli album ma lei non compare tra gli artisti che hanno firmato per Tidal,su Tidal si trovano tutti gli album di tutti gli artisti allora sono tutti con Tidal? Per esempio Shakira compare in Tidal ma non ha firmato , stessa cosa Selena

  18. Perfettamente d’accordo! Poi c’è da aggiungere che anche Apple sta pensando ad un programma di streaming stile Spotify! Quindi la concorrenza sarà agguerrita!

  19. Beh, a me non frega più di tanto di Tidal, se Beyoncé vuole rilasciare altre canzoni belle come Die With You ben venga, basta che non cacci fuori altre 711.
    Sul “caso” Taylor Swift dico solo che con TIdal guadagna il 3% quindi non è rubare perchè qualcosa ci guadagna

  20. Scusate l’ignoranza, ma non è più semplice ascoltare su youtube gratis e senza impicci di questo tipo? Ovvio se l’artista in questione e il tuo artisti artista preferito, acquis

  21. Articolo ben fatto ma non concordo su una cosa… I personaggi odiati scelti da Tidal. Penso che JAYZ abbia lanciato il servizio soprattutto per il mercato americano in cui tutti gli artisti che ne fanno parte sono piuttosto sostenuti e amati (Taylor Swift in primis su quelli da te citati). L’unico che potrebbe creare fastidi è Kanye. Per il resto la trovo una cosa stupida e insensata… insomma, spendo 20 dollari al mese per delle esclusive che dopo poche ore girano già su internet (come hai detto l’aumento della pirateria) e che poi verrano ugualmente rilasciate? Ma dai

  22. Spero che gli artisti che sono su tidal non smettano di pubblicare su spotify per mettere tutto su tidal, ad esempio bitch better have my money di rihanna e già uscita da 2 settimane e su Spotify non c’è ancora :(

  23. Articolo molto interessante..io mi sono abbonato a Tidal e mi sto trovando molto bene con questo nuovo servizio però c’è da dire che i punti sottolineati dall’articolo sono tutti veri e personalmente penso che questo servizio streaming non andrà molto lontano

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here