Eccoci qua, un altro anno in musica è appena passato su www.RNBJUNK.com, che oramai è diventato per molti il punto di riferimento per le informazioni sulla musica R&B – Pop ed HipHop!

Il 2008 è stato un anno che ha rivoluzionato il concetto di genere musicale! Abbiamo infatti assistito ad una vera ridefinizione della parola “R&B”! Fino ad ora un genere basato su certe regole “fisse”, magari suddiviso in diversi sottogeneri ben delineati, ma quest’anno c’è stata una fortissima tendenza di questo genere di rincorrere il Pop e la musica elettronica..

Per me si tratta della “deriva” di un genere che ho fortemente amato nei miei anni dell’adolescenza, se guardo alla musica R&B di questo 2008 sento ritmi sempre molto simili tra di loro, e sempre molto orientati al sintetico! È dunque possibile definire un pezzo Pop più R&B di un pezzo R&B che invece risulta più Pop? Eh si, pare proprio che ci sia una vera fusione di generi!

La similitudine di suoni inoltre è dovuta allo spropositato dominio dei soliti 10-15 producers che si contendono il mercato americano, e quando uno di questi riesce ad apportare un po’ di freschezza, sfornando una hit, viene poi replicato più e più volte su pezzi per altri artisti portando l’ascoltatore alla nausea!

Non mi sono comunque disaffezionato al “genere”, anche perchè considerando tutto, nel bene e nel male, rimane pur sempre il genere che prediligo sia per l’ascolto, sia da ballare! Ma prego per un 2009 più fresco ed innovativo, magari anche che riporti il genere alle sue fondamenta, o che si reinventi uscendo da questo baratro del “ella ella eh eh eh..” (mi riferisco a questo ripetere in continuazione dei ritornelli.. oramai stra-utilizzato nel sound R&B).

Con questo non voglio dire che il 2008 sia stato un fiasco musicale, tanti artisti mi hanno veramente fatto emozionare molto, ma di questo vi parlerò nella parte numero due del mio bilancio annuale!

Le vendite hanno chiaramente “risposto” a questa mancanza d’innovazione! Pur rimanendo il genere più venduto a livello mondiale, trainato dagli States, bisogna anche dire che l’erosione delle vendite è stata più forte che in altri “campi”!

Vi lascio ad un sondaggio piuttosto forte, cosa ne pensate? Quali sono le vostre aspettative per l’anno venturo?

  • arular

    a costo di essere ripetitivo, dico che l’unica in grado di essere definita artista R&B (ossia RHYTHM AND BLUES) è Alicia Keys. L’unica che può cantare il soul, il blues (finalmente ha scoperto questo genere in As I Am) ma soprattutto l’unica che ama la sua musica e ha qualcosa da dire è lei. dai ragazzi ascoltatevi Lesson Learned, No One, Superwoman o Teenage Love Affair… questi brani sono R&B degli anni 70 puro: ritmo, ossia funk, rock, soul insieme al blues, cioè ad uno stile che racconta, che è di natura triste e travagliato…finchè Alicia pubblicherà brani senza tempo, l’R&B sopravviverà. senza nulla togliere a tutti gli altri! perchè ce ne sono che valgono comunque in tanti altri tipi di influenze musicali! ad es Beyoncé fa (o forse faceva) buonissima musica, Rihanna in certi brani ha saputo sperimentare anche con buoni risultati, ma nessuna tranne Alicia è in grado di essere paragonata a miti del soul e del blues. provare per credere!

  • BabygirlIla

    La mia risposta?Ma ovviamente la prima,ovvero ke ritrovi le sue fondamenta.
    Quoto pienamente sul fatto ke stanno cerkando di rendere sempre più sintetico e pop il genere…snaturandolo!E’ anke vero ke qst anno ci sn state artiste ke hanno mantenuto ben saldo il vero rnb ke noi tanto amiamo:Brandy,Keyshia,Ashanti,Janet,Mariah…e tante tante ancora.
    Qnd nn ci resta ke sperare ke qst 2.009 sia ricco di canzoni RNB OLD SCHOOL :)

  • Nephtis

    Ho votato non so… perché sinceramente da un lato è vero che vorrei che l’R&B tornasse un po’ più alle origini, dall’altro non mi dispiace la fusione col sound più elettronico, mentre invece non mi piace il tendere sempre più al pop (una mera questione di gusti personali). Spero allo stesso tempo che si mantenga un genere ben separato dal pop, altrimenti dovrei rifugiarmi nel passato (musicale), e poi ho un forum che si basa completamente sull’R&B, come farei poi? xD

  • brownskin85

    interessantissima questa discussione Junkie, la mia opinione è che l’R&B non morirà mai. l’R&B vero c’è e c’è stato anche quest’anno, basta guardare un po’ più in là del proprio naso e non fossilizzarsi su 3 atisti. Io ho votato “Che scopra nuovi orizzonti, fuori dalla moda “electro”” perchè sono facorevole alla sperimentazione, pur nel rispetto di certi canoni. D’altronde la musica black da sempre si mischia ad altri generi, è inevitabile ed è bello così. A volte si mischia con il rock (l’ultimo disco di Alicia), a volte si mischia con il pop (Beyoncé) a volte si mischia con la musica latino-americana (e qui ci sono infiniti esempi) altre volte si mischia con la elektro/dance e vabbé evidentemente di questo non molti sono entusiasti. Quindi spero solo che si abbandoni questa strada ma che si continui ad andare avanti mai dimenticando il passato e le proprie radici.

  • Selest

    Sono in accordo! Quest’anno le canzoni veramente R&B non ci sono proprio state… mah

  • viky

    Attendevo con ansia questo post!
    Io, come ho già esplicitato più e più volte, vorrei che l’RnB ritrovasse le sue fondamenta.
    Quello che abbiamo ascoltato quest’anno è stato un RnB travestito da Pop.
    Non c’era quasi più nessuna differenza fra i due generi!
    Personalmente preferisco di gran lunga l’RnB e non comprendo il motivo di tutto questo volere di rinnovarsi “in peggio” direi.
    Non si può dire che quest’anno il pop abbia avuto la meglio sull’RnB, perchè quest’ultimo è stato pressoché inesistente.
    Tutta questa voglia di suoni elettro, questa grande diffusione del ritmo pop, questa voglia di sperimentare, secondo me ha prodotto davvero un RnB alla deriva!
    Ma dove è finito quel sound tipico RnB che mi piace tanto?!?
    Mah…Non è un caso che di questi tempi mi ritrovo ad ascoltare canzoni come The Boy Is Mine o Me Myself and I. Ho davvero tanta fame di quel caro RnB!=(
    Poi c’è anche il discorso che viene sinteticamente espresso con “Uccidiamo Timabaland, The Dream e Darkchild” e anche questo ha la sua colpa.
    Adesso anche producer meno in vista copiano o si ispirano a quei tre prima citati e quindi è sempre la stessa minestra per tutti!
    Aria nuova, gente nuova, un bel passo indietro alle origini e sarò davvero felice!=)

    • FOOL

      Perché non in avanti questo passo…

      • viky

        Perchè, come ho già detto, vorrei ritrovasse le sue fondamenta, le sue basi, le vere origini.
        Di passi avanti ne ha già fatti abbastanza e tutte queste svolte del sound non le ho gradite molto.

      • FOOL

        Nei passi avanti ha comunque tenuto le sue findamenta originarie.
        Io parlo proprio di rompere gli schemi, musica nuova, nuovo genere.
        Non sará piú RnB ma c’é bisogno di colorare le grigie note della banalitá.
        E basta guardare al passato, quella non é genialitá, é solamente riproporre.
        Arriverá colui che cambierá la musica?

  • FLUORESCENT

    Quest’anno l’R&B ha fatto schifo, non è un caso l’innumerevole numero di FLOP.
    Io penso che l’R&B sia morto e defunto (Infatti ho pensato di votare quella opzione) poi però mi sono accorto di questa opzione “Ah.. uccidiamo Timbaland, The Dream, e Darkchild e lasciamo spazio a producers sconosciuti” e penso sia quella più appropriata.
    Il problema è che ci sono pochi nomi e questi pochi nomi oltre a copiarsi fra di loro sono anche copiati dai producers new comer, ci vuole qualcuno che non si faccia influenzare, qualcuno di “musicalmente unico”, sennò questo genere rimarrà morto ai miei occhi.
    Così come l’HipHop e il Pop Mainstream di Rihanna o Beyoncé.

  • se ci guardiamo bene l’unico che ha ottenuto grandi numeri è proprio quello che non ha puntato su grandi produzioni…lil wayne si è affidato a jim jonsin, bangladesh, Play-n-Skillz e Deezle per i quattro singoli. producers di certo molto buoni ma non i più acclamati…ma per la regola che quello che funziona va replicato all’infinito jonsin dopo il successo con weezy è stato chiamato da t.i., slim thug, beyonce, e soulja boy !!

  • blackmutya

    La mia risposta è abbastanza prevedibile! Spero in un ritorno alle origini del glorioso R&B e Soul…un passo in avanti – anzi, all’indietro hehe – è stato fatto da Raphael Saadiq, azzardando con un sound anni ’60. Queste erano le mie aspettative per questo 2008 che oramai è finito, e devo dire che in gran parte sono non si sono realizzate.

  • ilpanes

    Prima di tutto complimenti per il sito. Se è così frequentato è merito di un lavoro serio e informato. Sicuramente questo è uno dei blog più curati d’Italia.
    Il 2008 è stato un anno piuttosto deludente per la musica r’n’b/pop. Non parlerei tanto di fusione dei generi, quanto piuttosto di un netto prevalere del pop sull’r’n’b più classico. Purtroppo condivido il fatto che le produzioni si sono susseguite in modo piuttosto simile.
    La scuola di Rihanna (il suo album, pure essendo del 2007, è stato ampiamente presente anche quest’anno) ha sicuramente portato qualche buon risultato, ma in generale ha dato il via alla pericolosa moda dell’ipercommerciale, che raramente ha saputo ripetere picchi di qualità come la citata ‘Umbrella’.
    Se il genere disco/pop infatti calza a pennello sulla giovane cantante delle Barbados, non riscuote lo stesso risultato laddove è applicata ad artiste con voci più potenti, come Christina Aguilera (che sforna una canzoncina orecchiabile, ma infinitamente inferiore ai suoi standard) o Beyonce (che abbassa notevolmente la maturità artistica in nome di pezzi ‘easy’ come ‘Radio’).
    Sul 2008 ha poi gravato la pesantissima presenza delle ballads di Leona Lewis, stucchevoli e dalle produzioni poco inventive. Anche la Lewis, purtroppo, ha fatto scuola. Vittima, ancora una volta, Beyonce, che esce con un album composto in gran parte da ballate banali dal fortissimo appeal radiofonico e diventa, com’era prevedibile, la regina delle charts (ma dimostra poco coraggio e, a mio avviso, si aggiudica lo scettro di delusione dell’anno – a fronte dell’altra Destiny’s di successo, Kelly Rowland, che dimostra invece più coraggio nelle scelte musicali e sforna una hit capolavoro come ‘Work’).
    Sperimentano indubbiamente con più stile le nuove sonorità due ‘vecchie’ dive come Mariah Carey (davvero ottimo il suo E=MCalquadrato) e Janet Jackson.
    Bisogna dire purtroppo che anche dove l’r’n’b tenta di stare nei canoni dell’oldstyle i risultati di questo 2008 non sono definibili propriamente entusiasmanti. Su questo versante abbiamo infatti una Anastacia che abbandona il rock e confeziona un disco scialbo e meno entusiasmante delle aspettative, e un Ne-yo, salutato da molti come grande star, ma a mio avviso piuttosto inconsistente sia come carisma che come musica. Sempre sul lato dei suoni classici è una conferma invece il soul di Alicia Keys, che, seppur con qualche concessione al commerciale, mantiene sempre alto il livello delle sue produzioni. Buone sorprese anche dalla nuova promessa Jazmine Sullivan, che ha davvero le carte per rimanere.
    Tra le promesse sicuramente la più forte dell’anno è quella della sfortunata Jennifer Hudson, il cui esordio dimostra tutte le carte in regola per rimanere una stella del futuro.
    Il 2008 certo è anche l’anno di ‘Hard Candy’, la svolta r’n’b di Madonna, che si dimostra sempre all’altezza, anche se forse meno originale del solito.
    Sostanzialmente una buona conferma ce l’ha data anche Britney Spears, con un ritorno riuscito più dal punto di vista musicale che non di immagine (ancora un po’ incerta qua e là).
    La novità di quest’anno è certamente un ritorno piuttosto marcato a un certo soul, riscoperto da Amy Winehouse, ma ampiamente sfruttato da altre nuove cantanti (soprattutto Duffy, ma anche Adele o la piccola Solange Knowles) con risultati davvero notevoli. E’ questo il lato più attraente del pop 2008, e secondo il sottoscritto, quello che più vale la pena di ricordare.

    • contechristino

      OMG!Ti quoto in tutto e per tutto,si si!!!Fatta eccezione per le parole spese su Ne-Yo… ( =

  • lucas

    bè io adoro l’R &B vero e proprio ke secme è qllo degli anni 90..io ho una compilationbellissima intitolata angeli neri dove vi sono hits favolose e leggendarie cm qlle di janet, mariah, brandy, tlc, destiny’s child , j.lo e aliyaah ( scusat nn mi ric cm si scrive)…qllo sec me era il vero Rhythmn & Blues…..anche se non disprezzo ( anzi) Timbaland e Danjia che secondo me sono 2 geni e hanno atto un ottimo lavoro riportando justin, nelly furtado , britney e madonna a testa alta sulle scene musicali…..x esempio mi manca molto missy Elliott e mi piace molto Ciara..penso sia una delle artiste black più complete attualmente e mi disp che viene cagata poco…è un vero peccato..penso valga molto molto moto ma molto dippiù d rihanna e ottiene la metà della fama e del successo d qsta…

  • isaac20

    ma non è vero che l’ RnB diciamo classico-tradizionale sia alla deriva, ma semplicemente che quest’anno è rimasto purtroppo in secondo piano a favore di un tipo di musica più pop-oriented e meno impegnativo. E solo sceso dal podio.

  • Enrica

    Propongo Timbaland al patibolo.

  • m-mece

    io ho votato che spero ritrovi le sue fondamenta…xk quest’anno mi sembra che molti artisti si siano cimentati in nuovi sound che con i quali altri artisti hanno venduto molto…ma secondo me l’RnB x eccellenza era quello di dangerously in love, l’album intendo….beh speriamo in un 2009 pieno di belle canzoni!!!

  • Dindo

    Concordo pienamente con te…però c’è da dire che gli infiniti ella ella ella e e oppure womanizer woman woman womanizer baby… (all’infinito)…piacciano molto…

    • luca

      Infatti quello è pop….

      • VicTheKing

        Infatti… è pienamente pop qllo… Però io dico una cosa, ovvero ke l’ R’n’b come ogni genere si sta evolvendo; e il 2008 ha fatto parte di qst’ evoluzione…

  • Felice

    io hon risposto nn saprei,in quanto nn è staton ne eccezionale e nemmeno male,il 2009 è futuro e sicuramente nn posso prevedere quali generi si avvicineranno cmq sia a me e piaciato la musica del 2008 ,ma spero in un anno buono nel 2009,spero che il 2009 sia il mio anno fortunato,speriamo bene