Nelle scorse settimane il Festival latino di Milano ha portato sul palco artisti “urban” di rilievo per la scena sudamericana, ed è stato molto piacevole ed interessante vedere come questo intento prende forme molto diverse da quelle a cui siamo abituati nella sfera Europea-NordAmericana. Martedì 1 Luglio si sono esibiti i Los4, un gruppo che a Cuba si sta facendo notare molto, ma che qui a Milano ha fatto fatica a catturare il pubblico: forse ci si aspettava dei suoni più vicini al reggaeton, mentre il gruppo (3 voci più una serie di musicisti e coristi) è più urban nello stile e nei suoi testi di quanto non lo sia nelle ritmiche e nei suoni, invece molto legati al mondo della salsa. Più “classico” il reggaeton di Farruko, ragazzo che nel giro di 4 anni ha fatto impennare le sue quotazioni, grazie a una serie di buone tracce e a uno stile molto personale segnato dalla bachata portoricana che scorre nelle sue vene e nel suo modo di cantare: un mix che suona bene, e conquista una fetta di pubblico molto ampia.

Farruko sul palco di Latinoamericando - Pic by tamtammilano.it
Farruko sul palco di Latinoamericando – Pic by tamtammilano.it

 

Ma mentre la scorsa settimana hanno avuto grande spazio i ritmi più classici e folk del mondo latino, ora si torna ad atmosfere più urban e contemporanee grazie a due concerti interessanti: si comincia Mercoledì 23 Luglio con Cuban Beats All Star, ovvero il gruppo erede degli Orishas formato da alcuni membri del collettivo ormai sciolto: quello che fanno Núñez, Tillo e Palacios parte dall’esperienza degli Orishas per continuare a sperimentare accostamenti musicali innovativi, senza mai dimenticare le proprie radici, ovvero l’hip-hop e Cuba; sarà quindi interessante scoprire dal vivo le loro nuove direzioni. Giovedì 24 invece tocca ad altre contaminazioni, quelle che da sempre contraddistinguono gli Olodum: un team che è nato a Salvador de Bahia come un gruppo culturale, e che fonde gli elementi della Samba brasiliana con quelli del Reggae e che vuole portare un messaggio sociale importante attraverso le proprie lyrics: combattere il razzismo e promuovere i diritti delle popolazioni e delle minoranze emarginate.

Se questo non vi bastasse, ci sono poi in programma i concerti dei tropicalisti Guaco (Venerdì 25), dell’Orquesta Aragon con i suoi 75 anni di repertorio Charanga/Cha Cha Cha da Cuba (Sabato 26) ed anche una festa in onore della Repubblica Dominicana e delle sue origini, che porterà sul palco del festival il più grande team di ballo folklorico del paese, la Sangre Mulata (Domenica 27). La “Tina Turner” del Sudamerica Eva Ayllon sarà invece protagonista della Giornata Nazionale del Perù Lunedì 28 Luglio.

I Cuban Beats All Star
I Cuban Beats All Star

 

Per partecipare GRATUITAMENTE alla festa dominicana di Domenica 27 basta scriverci: rnbjunk.com e Latinoamericando EXPO un ingresso valido per due persone, per una bella domenica sera tra i ristoranti, i drink e le tre piste del villaggio latino di Milano! Per guadagnarvi fa festa dominicana di Domenica dovete essere fan di rnbjunk.com su facebook ed inviare una mail con il vostro nome, cognome e profilo fb a [email protected]… E il gioco è fatto! Ai primi 5 andrà un ingresso omaggio per 2 persone per Domenica 27!

Ulteriori info sul festival e calendario completo degli eventi su latinoamericando.it o fb.com/latinoamericandoexpo

Latinoamericando Expo è al Forum di Assago/Milano – Area esterna (Via G. di Vittorio 6, Assago MI – Linea M2 stop Milanofiori Forum) fino al 19 Agosto. Il villaggio apre alle h.18:00 – Inizio concerti h.22:00

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here