Per la discografia dei nostri giorni il 20 novembre 2015 sarà un giorno importantissimo per via della release di “25”, nuovo attesissimo album di Adele. Con il precedente “21”, la cantante britannica ha scritto la storia della musica del 21esimo secolo. Un successo tanto esorbitante e quanto inaspettato. Andiamo rivedere quindi quali sono stati i principali “achievements” ottenuti da Adele.

Adele-Laurie-Blue-Adkins

1 Prima donna di sempre ad aver avuto due singoli e due album nelle top 5 UK  e USA: è successo a fine febbraio 2014, “21” era uscito da poche settimane e già stava stracciando la concorrenza in Inghilterra. Grazie alla performance di “Someone Like You” ai Brit Awards, il singolo è volato fino alla 1 della Uk Singles Chart mentre intanto la hit “Rolling In The Deep” era alla 4. Negli album “21” era alla 1 mentre “19” risalì fino alla 2. In questo modo Adele ha avuto due singoli e due album contemporaneamente in top 5: una cosa riuscita in passato solo ai Beatles”. Con questo record è entrata nel Guinness World Records. In USA ci è riuscita nella settimana post Grammy 2012.

“21” Album più venduto del secolo: con oltre 26 mln di copie “21” è diventato l’album di maggior successo dal 2001. Per trovare un album che ha venduto di più dobbiamo tornare al 2000 (che fa parte del precedente secolo) quando uscì “1”, raccolta delle hits….dei Beatles. Se invece vogliamo trovare un album inedito  che ha venduto di più dobbiamo arrivare al 1998 con la soundtrack di Titanic.

3 78 settimane dal  nella top 10 della Billboard 200: in queste settimane stiamo “celebrando” le 52 settimane in chart di “1989” di Taylor Swift, un risultato incredibile ma ben sotto a ciò che è riuscita a fare Adele: “21” è stato 78 settimane in top 10 dalla settimana del debutto. Inoltre è rimasto 24 settimane in vetta, 24 settimane alla 2. Per 23 settimane dal debutto è stata consecutivamente in top 3 e per 39 settimane in top 5.

Decimo album più venduto negli USA dal 1991: dall’inizio della Soundscan Era (1991), “21” è diventato il decimo album più venduto con 11,17 mln di copie. Quarto album più venduto di sempre in Uk: con 4.757.000 “21” è il quarto più venduto nella storia in GB. Inoltre in Australia è il terzo più venduto di sempre…..infine in Belgio è l’album più venduto della storia.

Record di settimane alla 1: 23 settimane alla 1 in UK, 32 settimane in Australia, 38 in Nuova Zelanda (record nazionale), 42 settimane a livello mondiale. 28 settimane in Canada.

6 Album più venduto negli USA per due anni consecutivi: non succedeva dal 1989-1984 con “Thriller” di Micharl Jackson che un album non era il più venduto per due anni. Adele ha fatto doppietta nel 2011 e 2012. Ricordiamo che “21” è uscito negli USA nel febbraio 2011 per cui è ancor più credibile che sia riuscito ad essere il più venduto del 2012.

7 “21″ album più venduto digitalmente di sempre:  non c’è da sorprendersi, essendo l’album più venduto degli ultimi 15 anni non poteva non essere l’album più venduto in formato digitale.Solo negli ha venduto 3 mln di copie digitali.  Insomma Adele è la più scaricata…….dai fans.

8 Prima donna con 3 singoli in top 10 negli USA: la settimana dopo i Grammy Awards,  Adele ha avuto “Set Fire To The Rain” alla 2,  “Rolling In The Deep” (cantata ai Grammy) alla 5 e “Someone Like You” alla 7.

9 La sua casa discografica ha visto il suo conto in banca salire del 1000%: la XL Recordings non è mai stata una etichetta famosa fino all’arrivo di “21”. Grazie alle vendite del Cd, il conto bancario dell’etichetta è passato da 3 a 32 mln di sterline, I profitti nel 2011 sono stati pari a 41 mln ed il capo della  XL Recordings si è portato a casa (immeritatamente?) un dividendo di 8,5 mln di sterline.

10: 6 Grammy vinti in una sera, record per una donna: nel 2012 Adele ha vinto in tutte le 6 categorie dove era candidata tra cui Album Of The Year e Song Of The Year. Solo beyoncè prima di allora era riuscita a portarsi a casa così tanti premi in una sera. Ricordiamo inoltre che un anno dopo “Skyfall” ha vinto un Oscar, un Golden Globe ed un altro Grammy come migliore canzone per una colonna sonora.

27 Commenti

  1. Non credo che ne battera di questi record…..non penso minimamente che nessuno di questi verra battuto da lei stessa, e troppo difficile che si ripeta!! altri record si…come quello del video piu visualizzato nella storia il primo giorno….e dell’album piu venduto di sempre come preorders!

  2. non fanno che lamentarsi di come il mercato musicale sia in crisi,io mi chiedo:alla luce del successo di Adele non capiscono che forse il miglior modo per uscirne è proporre musica qualitativamente migliore?

    • No, semmai proporre musica banale.

      Cos’ha di speciale “Hello”? E’ semplicemente una nuova versione di “Someone Like You”. Performance canora ottima, produzione ridicola e banale.

      Potrei citare centinaia di artisti la fuori che fanno musica incredibile (Seinabo Sey ha appena fatto uscire un album geniale) che sono qualitativamente superiori ad Adele (che tra le altre cose ricevette un 76/100 di media con 21).

      Adele ha successo perché propone musica semplice, banale, con lyric su storie d’amore drammatiche (lyric che non si sentivano da molto, è vero)… niente di speciale.

      • ascolta, quello che propone è di una certa qualità, considerando che si parla di POP. il pop è un genere musicale che fa riferimento allo stesso giro di note e la stessa struttura (strofa, bridge, ritornello). Quindi per definizione non sarà mai un genere rivoluzionario, perciò ad Adele si può definire più che brava considerando che siamo nel ambito pop. Anche io ti potrei citare il nuovo album vulnicura di bjork, ma essendo musica alternativa che non rientra nella stessa categoria, che importanza ha?

      • Il pop, per definizione, propone musica catchy, ricca di hook, melodie semplici, è vero, ma allo stesso tempo il pop è cambiato nel corso dei decenni incredibilmente.
        Infatti, sempre per definizione, subisce influenze da qualsiasi altro genere, folk, rnb, soul… nel caso di Adele, rnb/soul.
        Ricordiamo anche che il pop deriva dal rock-n-roll, e che i primi rappresentanti ne sono stati i Beatles… (ah la qualità).

        Bene.
        Pur sottolineando che non la apprezzo molto, prendiamo ad esempio Lady GaGa e una delle sue ballad, “Dope”.
        Quella canzone pur essendo una semplice ballad, come HELLO, va un po’ in là, si discosta dal resto delle ballad, c’è un minimo di sperimentazione.
        Si può dire lo stesso di HELLO?
        Non solo ricorda incredibilmente “Someone Like You”, ma è una canzone come tante tra i milioni che si sono susseguite negli anni ’80 e ’90.

        E permettimi una cosa: se siamo nell’ambito pop ciò non significa che è buona semplicemente perché meglio di altre.
        Se il pop al giorno d’oggi è spazzatura poco cambia, questo brano può di diritto entrare nella categoria.

        Piuttosto che premiare brani pop scontati e banali sarebbe bello il pubblico premiasse album alternativi di ottima fattura e qualità. O sempre rimanendo nel pop/soul, una come Seinabo Sey.

      • Io mi chiedo perché se una canzone riprende le sonorità del passato deve essere scontata e banale. Io non sono fan di Adele, giusto qualche sua canzone mi piace, ma se devo scegliere tra una canzone pop che si spaccia per finta sperimentale e una ballad semplice e incisiva allora scelgo la ballad. Ecco per me la musica di Lady Gaga è finta sperimentale, perché riprende sonorità anni 80 mascherandole con synth elettronici contemporanei. Io non cerco musica pretenziosa, cerco musica bella secondo i miei canoni, poi se tale musica sia innovativa o no poco mi importa.

      • Prima affermi che riprendere sonorità del passato non rende una canzone scontata e banale, e poi critichi Gaga che lo fa… e non sopporto Lady G., ed infatti ho preso un brano in particolare.

        Poi si parli per TE, per i tuoi canoni, OK.
        Ma parlando di soggettività, parlando di criteri universali che portano al giudizio di una canzone, e che vengono seguiti dalla critica mondiale, Adele rimane sempre in quell’oblio che è sicuramente bel lontano dall’essere “qualitativamente migliore”, anzi.

        La mia critica era alla tua affermazione iniziale secondo qui Adele vende perché qualitativamente superiore.. bazzecole.
        La fuori ci sono centinaia di artisti che non vengono calcolati, ma che se la mangiano.

      • Allora non hai capito, io non critico Lady Gaga perché prende sonorità anni 80, la critico perché fa finta di essere innovativa. E poi Cmq si, artisti più bravi di Adele ce ne sono e tanti, ma rimane il fatto che c’è lei in cima alle classifiche di mezzo mondo, e dovendola paragonare ad alcune popstar attuali , la posso definire migliore.

      • Ma sì, ci troviamo completamente d’accordo, ma da lì a dire che bisogna proporre musica qualitativamente migliore per vendere ce ne passa, soltanto questo.

      • Sì beh ognuno alla fine rimarrà della sua opinione, mi ha Cmq fatto piacere avere questa piccola conversazione ;-)

  3. Adele è una forza della natura, e dopo anni in cui sul podio vedevamo solo canzoni banali e di basso livello, ora finalmente é la raffinata qualità a sedere sul trono

  4. Intanto sono uscite le previsioni di vendita di Kworb…da non credere….

    1. Hello 1,031,000
    2. Sorry 242,000
    3. Hotline Bling 168,000
    4. The Hills 89,000
    5. Home 78,000
    6. What Do You Mean? 74,000
    7. Ex’s & Oh’s 74,000
    8. Wildest Dreams 71,000
    9. Stitches 70,000
    10. Perfect 70,000
    11. Downtown 70,000

  5. NEgli anni 90 si vendeva il triplo di oggi anche senza streaming itunes visualizzazzioni varie erano altri tempi tutte riuscivano a raggiungere le cifre di Britney . Al giorno d’ oggi questi risultati di Adele sono incredibili e non tutte ci riescono nemmeno quelle che hanno 13 singoli alla numero 1 come una Rihanna !

    • Adele non sarebbe durata molto né avrebbe venduto così tanto negli anni ’90͵ visto che le ballate erano all’ordine del giorno; non ha certamente le capacità vocali per competere con una Whitney͵ una Mariah o una Céline degli anni ’90͵ in fondo il suo boom lo deve proprio all’essere stata una rarità tra tanti cantanti.

      • Vocalmente? La tecnica di Adele fa pena͵ tanto che si è procurata un’emorragia dopo pochi mesi! Poi͵ come artiste͵ va bene͵ tanto di cappello͵ ma tecnicamente proprio no.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here