Dopo un periodo di assenza, torna la rubrica “Album Più Venduti degli Anni ’90” esaminando da vicino il successo discografico di  Britney Spears & Toni Braxton.

 

Britney Spears – …Baby One More Time

Britney Spears deve ringraziare anche Topolino se è diventata una stella; la sua prima apparizione risalì infatti al programma televisivo New Mickey Mouse Club della Disney, che in qualche modo diede una bella spinta all’album del debutto “Baby One More Time”,  trasformando la Spears nell’icona del Teen-Pop stile Debbie Gibson e Tiffany.

Britney Spears

Diventata una matura adolescente, la Spears sdoganò il suo nuovo Pop in versione “gomme da masticare” con stile e professionalità, mescolando la tradizione con un po’ di mode Rap e Dance.

Il produttore europeo Max Martin alias la forza trainante dietro ai Backstreet Boys, si assicurò che la Spears avesse la giusta dose di coretti ammiccanti e melodie persuasive, come nel brano che diede il titolo al progetto e nelle altre hit “Sometimes” e “(You Drive Me) Crazy.

La sua immagine ambigua da adolescente-modello maliziosità e civettuola fu il riflesso dell’uniforme scolastica indossata nel video “Baby One More Time”. Per quasi tutti gli anni ’90 il Teen-Pop fu messo in ombra da suoni più attuali e sfrontati, ma con Britney Spears le gomme da masticare consumarono la loro vendetta!

“Baby One More Time” ha venduto nel mondo la bellezza di 30.000.000 copie.

 

Toni Braxton – Toni Braxton

Toni Braxton fu la prima artista femminile a entrare nella scuderia LaFace, fondata da Babyface e LA Reid, e l’uscita del suo primo da solista fu ampiamente anticipato.

Affettuosamente battezzata dal duo “La First Lady della LaFace”, Toni Braxton di certo non deluse le aspettative e la cantante R&B dalla voce suadente si aggiudicò ben tre Grammy, tra i quali il premio come Maggior artista del 1993.

Toni Braxton

Con un Team di autori e produttori che fece la differenza, la Braxton ebbe modo di esercitare la sua voce arrabbiata e piena di Soul in una miriade di situazioni emotive con “Another Sad Love Song” e “Seven Whole Days”, che rappresentarono la palestra ideale per le sue acrobazie vocali.

Toni Braxton scalò fino al vertice della Billboard 200 e fece incursione anche nella Top Ten con i singoli “Breathe Again”, la citata “Another Sad Love Song” e l’affascinante “You Mean The World To Me”.

Questo debutto discografico ha fruttato alla Braxton ben 10.000.000 di copie vendute nel mondo.

 

Toni Braxton – Secrets

Con “Secrets”, Toni Braxton creò un’alchimia di suoni, look, voce e atteggiamento che ne fece una delle Star più fulgide dell’R&B del decennio!

Toni Braxton

“Secrets” che nel mondo ha venduto 15.000.000 copie, fu il follow-up del suo album di debutto che ottenne dischi di platino a non finire riuscendo a consolidare la formula vincente del suo precedessore. Pubblicato dalla LaFace Records, “Secrets” vide nuovamente all’opera LA reid e Babyface in qualità di supervisori del progetto, oltre alla partecipazione di alcuni dei migliori autori dell’epoca.

La ballata “Un-Break My Heart” firmata da Diane Warren, divenne il cavallo di battaglia dell’album, la vetrina ideale per la voce calda e profonda della Braxton che, unita alla melodia prodotta da David Foster, si rivelò uno dei migliori singoli del 1996, presente al numero uno della classifica dei singoli di Billboard.

La sinuosa “You’re Makin’ Me High” e la più lenta “Let It Flow” (che in origine face parte della colonna sonora di “Waiting To Exhale”), divennero altri pezzi da Top 30 per la Braxton, mentre l’album le fruttò due Grammy nel 1997.

Piaciuto questo articolo? Immagino di si… ecco allora un valido motivo per attendere l’ottava parte de Gli Album Più Venduti degli Anni ’90!

Aspetto numerosi i vostri commenti!

21 Commenti

  1. BOMT è uno degli album più importanti della storia…sarà musica commerciale e tutto quello che volete ma la Spears con quel cd ha segnato un’epoca…gli album di Toni Braxton anche sono bellissimi, sicuramente non sono rimasti nella storia come quello di Britney ma qualitativamente sono 2 cd spettacolari

  2. Amo la Spears, se almeno col ballo tornasse ai fasti di un tempo (col canto è impossibile dato che non ha mai avuto una voce potente) sarei stra felice.

  3. Baby One More Time è un disco importantissimo per me, è quello che mi ha avvicinata alla musica(americana), senza questo disco e senza Britney non so chi/cosa/dove sarei in questo momento. E mi dispiace che venga snobbato e si vengono conosciuti solo i singoli, quell’album ha bellissime canzoni come E-mail My Heart, I Will Still Love You, Autmun Goodbye, Thinking About You

    • Sono d’accordo su tutto quello che hai detto e sulle canzoni che hai citato… tranne su e-mail my heart. Io la trovo trash e noiosissima (se non ricordo male anche ai tempi fu considerata dai critici la peggiore dell’album).
      Una canzone che negli anni ho rivalutato è SODA POP, è estiva, fresca, frizzante… mi piace un sacco!!

      • Trash è esagerato XD
        Io l’ho sempre trovata davvero bella sia per il testo che per la sua interpretazione, molto sentita ed emozionante!
        Io ricordo che ai critici non piacque la cover di The Beat Goes On invece..
        Soda Pop è una meraviglia, l’adoro anch’io, pensavo di essere l’unica XD

    • Quasi tutti non proprio. Credo siano paragonabili agli attuali 8-9 milioni di copie (e i 30.000 della Spears erano enormi pure allora).

    • Ma proprio per niente, le vendite medie degli album di cantanti di successo (non parlo di superstar) erano di 3-4 milioni, con picchi che di solito andavano dai 10 ai 20 milioni per gli album più importanti. Per fare un paragone adesso le vendite medie dovrebbero essere 1-2 milioni e quelli che vendono tanto sui 5-8 milioni. Adesso c’è troppa offerta in streaming, tutto è troppo veloce e invecchia presto quindi non si apprezza più un disco nel suo insieme ma per lo più i singoli.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here