Ultimamente la sua carriera musica non naviga in ottime acque, ma Alexandra Burke ha per le mani un nuovo progetto che potrebbe darle una grande visibilità e, nel contempo, riaccendere i riflettori sul suo meraviglioso strumento vocale, sicuramente uno dei migliori della sua generazione.

L’artista reciterà infatti nel remake di “The Bodyguard”, musical che nei primi anni 90 ottenne un successo strepitoso in tutto il mondo e che permise ad una grandissima DIVA di arrivare al vero culmine della sua carriera. Sto ovviamente parlando dell’iconica, divina e leggendaria Whitney Houston.

Nella vendutissima colonna sonora del film sono infatti presenti le più grandi hit di The Voice, brani che l’hanno incastonata indelebilmente nel mondo della musica: sto parlando di “I Will Always Love You”, “I Have Nothing”, “In Every Woman”, e tanti altri.alexandra-burke-the-bodyguard-tour-glasgow-kings-theatre

Da oggi la colonna sonora del remake è disponibile su Spotify, e con nostro grande entusiasmo possiamo constatare che quasi tutti i brani inclusi nel progetto possono godere dell’interpretazione della grandiosa Alexandra, la quale ci ricorda quanto la sua voce sia bella ed emozionante.

E’ davvero un’emozione immensa ascoltare una delle più grandi interpreti di oggi cantare i brani di una delle più grandi voci (anzi, parliamoci chiaro: LA più grande voce) di ieri. Quasi nessuno può permettersi di coverizzare Whitney, ma la nostra Alexandra ha fatto un lavoro davvero magnifico che non potrà lasciarvi impassibili.

Che spreco vedere una come lei al fondo delle classifiche! Riuscirà questo progetto a restituirle la fama dei tempi di Hallelujah?

3 Commenti

  1. Fermi fermi fermi… “Nella vendutissima colonna sonora del film sono infatti presenti le più grandi hit di The Voice, brani che l’hanno incastonata indelebilmente nel mondo della musica: sto parlando di “I Will Always Love You”, “I Wanna Dance with Somebody”, “One Moment in Time”, e tanti altri.” Ma nella soundtrack di Bodyguard c’è solo la prima, IWDWS fa parte del secondo album della Houston, mentre OMT non ne ho idea, ma non in bodyguard (ho forse interpretato male qualcosa?). Passando al remake, l’articolo dice “quasi nessuno può permettersi di coverizzare Whitney Houston” e mi dispiace, ma Alexandra fa parte del nessuno. Talento innegabile certo, sarà forse che sono troppo legato alle originali

    • ho sbagliato l’impostazione, mi sono “imbrogliato” con le frasi e dove dovevo citare i pezzi presenti in questo soundtrack ho scritto quelli che c’erano nell’altro. ora ho corretto sostituendo i wanna dance with somebody e one moment in time :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here