Lo streaming, come ben sappiamo, sta diventando lo strumento più usato per la fruizione musicale, così utilizzato che, tra quattro o cinque anni, potrebbe addirittura sostituire definitivamente le vendite digitali di album e singoli (clicca qui per saperne di più). Un servizio del genere non poteva certo mancare ad Amazon, colosso dell’e-commerce, che pare proprio stia già prendendo accordi con le più importanti label discografiche per avviare al più presto questa nuova attività.chojenny@amazon.com

 

Già in passato Amazon ha offerto diversi servizi riguardanti la musica, questo dunque sarebbe l’ennesimo. Oltre alla vendita di CD ad un prezzo più che conveniente rispetto agli altri negozi fisici, l’azienda, per incentivare le vendite, ha anche creato il servizio Auto-rip, che consiste in una copia mp3 immediata e gratuita del cd fisico che si ha appena acquistato.

Adesso sembrerebbe però che l’azienda voglia lanciarsi anche nel campo dello streaming. Le poche notizie che circolano a riguardo ci fanno sapere che il prezzo sarebbe di 9,99€ al mese, quindi un prezzo perfettamente in linea con quello degli altri concorrenti; non sono previste invece esclusive o differenze notevoli con gli altri servizi (cosa invece su cui ha optato Tidal per esempio).

Nonostante la decisione tardiva di Amazon, non si dovrebbe assolutamente escludere a priori che la gente non preferisca questo servizio ai vari Spotify o Apple Music, soprattutto se teniamo conto del grosso numero dei clienti su cui conta l’azienda. Lo streaming di Amazon dovrebbe inoltre integrarsi con Amazon Echo, lo speaker con assistente virtuale che permette di ascoltare musica e, eventualmente, anche di comprare prodotti direttamente da Amazon con la voce.

Se le voci fossero vero, questo nuovo servizio aumenterà la concorrenza o sarà un flop?

  • bionic_littllemonster

    Tutti questi servizi stanno stancando,tra un po’ ho la nausea