Proprio come successo in seguito al decesso del Re del Pop Michael Jackson, anche per Amy Winehouse di preannuncia la pubblicazione di un album postumo. La cantante inglese negli ultimi due anni è stata al lavoro sul progetto con produttori del calibro di Salaam Remi e Mark Ronson, con i quali aveva lavorato già in precedenza per il suo secondo LP “Back To Black”. L’album ormai era quasi pronto e si stava aspettando soltanto il momento giusto per pubblicarlo.

Recentemente Phil Alexander, editore di MOJO magazine ai microfoni del Daily Telegraph ha affermato: “E’ inevitabile che la sua morte accresca la reputazione di Amy e che verrà rilasciato un terzo disco”. Voi cosa ne pensate di questa pratica, siete favorevoli o contrari agli album postumi ?

30 Commenti

  1. Beh, da un lato sarebbe una grande soddisfazione per i sui fan che la seguono sin dal suo debutto …almeno avranno qualcosa di nuovo da ascoltare .
    Dall’altro non avrebbe molto senso perchè l’artista non c’è più, quindi niente tour,promozione e interviste relative al nuovo LP,e poi non sarebbe tanto corretto pubblicare un’album speculando della sua morte,dato che,quando muore un’artista,diventa subito un’idolo anche per quelle persone che non sapevano della sua esistenza o peggio ancora, lo odiovano, quindi per i discografici diventa una grande opportunità per guadagnare tanti soldi sapendo che la ” massa ” ragiona in questo modo.
    Lo do quasi per scontato che tutto ciò accada, dato che questa gente ( discografici e non solo) non ha un minimo di dignatà e rispetto nei confronti di un’artista defunta.
    Se il progetto discografico,tanto atteso, sia pronto e ben fatto e,come dicono i due produttori, si aspettava soltanto il giorno giusto per pubblicarlo e,sopratutto,se l’artista si sentisse pronta e lo voleva davvero,ben venga la pubblicazione anche se non è corretto,secondo me.

    • A meno che l’album non diventi un’omaggio,un tributo per l’artista defunta e che quindi i soldi guadagnati vadano alla famiglia oppure per finanziare centri di riabilatazione, comunità …o cose del genere sarebbe molto positivo e correto ma dubito che le cose vadano in questo modo.

  2. come artista mi girerebbero letterarmente i cogl… se sapessi che dopo la mia morte circolasse il mio lavoro senza che io posso dire nulla…è come sapere di avere un figlio in giro che non posso controllare, sapere dove va, cosa fa, come viene trattato
    Opinione da musicista

  3. Non c’è da essere favorevoli o contrari, ma piuttosto verificare l’originalità del progetto. Perché se è un album di inediti di prima qualità ( e non inediti b-sides) che deve essere solo pubblicato è un conto, creare dal nulla un album accozzando strofe qua e là come fanno per 2pac è un altro. E le Ultimate/Greatest/Patinum/Exclusive collections stanno nel mezzo….

  4. Sono contrario agli album postumi, non hanno senso. In questo caso, se Amy già aveva l’album pronto (tracklist compresa e canzoni ultimate) allora sarebbe positivo in quanto non sarebbe frutto di produttori ma della visione dell’artista

  5. se le canzoni da inserire le aveva già scelte lei sono abbastanza d’accordo ma se invese sono solo canzoni registrate ma non finite e non approvate allora no ma comunque a me gli album postumi non piacciono

  6. Io credo che non pubblicarlo sarebbe la perdita inutile oltre di un’ artista anche di un patrimonio musicale. Quindi sono favorevole alla pubblicazione del disco come è stato fatto sia per Jacko che per la povera Aaliyah. Io spero solo che non diventi una specie di speculazione aggressiva. Per Micheal fu così. L’album postumo era la minima parte dell’ abuso del fattore post- mortem dell’ artista ricordo il film ecc… fu effettivamente troppo. Va beh io mi auguro che il disco risulti un tributo e che non ci sia troppa gente che mangia alle sue spalle. Anzi, in questi casi io una volta pagati produttori compositori e song writer devolverei tutta la parte spettante ad Amy alla famiglia mentre la percentuale per la label la darei in beneficenza o a qualche centro di recupero ecc per rendere onore a qualcuno che ha dato il suo grande contributo nella musica. Anche perchè se fossi un discografico mi sentirei in colpa ad acquistare qualcosa con i soldi guadagnati da un disco di una donna che non c’è più. Vanno dati in beneficenza oppure per la produzione di un album per la figlioccia di Amy o un album tributo in cui altri artisti interpretano le canzoni di Amy in sua memoria.

  7. Se l’album era apronto d’altronde mi sembra giusto pubblicarlo. sempre meglio di quello che hanno fatto per MJ con un’album pieno di demo vecchi riciclati e canzoni di dubbia provenienza (si dice che in molte non sia lui a cantare). D’altronde lo fanno da sempre con tutti, anche fare uscire 4 mila raccolte dei beatles di elvis e di tanti altri ancora è la stessa cosa. Almeno pubblicando un’album i fan avranno qualcosa di nuovo da sentire. Trovo molto più vergognoso vendere tutto il catalogo dei queen ancora a 20 euro quando li album sono ormai vecchi (non significa che non sia non siano belli eh!).

  8. Se Amy desiderava pubblicarlo, sarebbe giusto rispettare le sue intenzioni!
    Ci aveva lavorato su e sarebbe inutile adesso buttare il materiale…sarebbe l’ultimo regalo per i fan di Amy!
    Secondo me e vendite invece dovrebbero andare ad associazioni contro le dipendenze da alcool o roba simile! ;)
    Concordo col fatto che ripubblicare album come Black to Black per ricavare ulteriori soldi sarebbe immorale… :)

  9. Allora, se si tratta di un album di cui si hanno le prove che è stato realmente registrato prima della morte dell’ artista allora ci può anche stare ma non come “Michael” di Michael Jackson che su 10 canzoni solo 4 erano realmente interpretate da lui! -.-

  10. Finchè si parla di un album di inediti già pronto sono favorevole, cioè mi sembrerebbe quasi ingiusto verso i fans e Amy stessa tenere nascosto l’album, alla fine lei ci ha lavorato su quei pezzi.
    Il problema sono le raccolte/best of postumi, quello è davvero squallido.

  11. Se l’album era pronto… Non vedo perché tenerlo nascosto… Sarebbe comunque una bella sorpresa per i fans… Ma poi però, che la chiudano qui. Detesto le raccolte postume e le ripubblicazioni di album già presenti in commercio… E’ una pratica squallida…

  12. beh c’era da aspettarselo… insomma non mi sorprendo più di tanto… certo, come per michael, da una parte sono contento di ascoltare nuovo materiale, ma dall’altro lo trovo un modo x arricchirsi sulla morte di una persona… che poi, se l’album lo comprano i fans, gli appassionati della musica, a chi veramente piace amy ci sta, ma trovo ridicolo che chi a malapena sapesse chi fosse amy e le dava della drogata ecc, ora la reputi la migliore e si precipiti su itunes a comprare album e singoli…

  13. Io sono sempre stato contrario anche per MJ! sono morti basta lasciateli in pace, nn per forza si deve guadagnare su cose di persone morte, a me questi progetti con il solo scopo di guadagnare mi fanno venire i nervi!

  14. ci sono opere di geni della letteratura o dell’arte che sono state pubblicate postume, io non sono contro questa pratica, sempre se si tratta di opere compiute! se poi si va a cercare dentro la soffitta un qualsiasi materiale per farci soldi con la pubblicazione (vedi michael jackson) questo è guadagnare grazie alla fama di un artista e lo trovo da avvoltoi! ma si sa il mondo è dei pennuti!

  15. era scontatissimo che facessero uscire…in un certo senso è anche giusto , il disco era gia finito e i fan lo stavano aspettando…ora cosa fanno ? non se ne fa niente?..magari forse è meglio che il ricavato delle vendite vadano a delle associazioni per dipendenze o altre cose.
    l’importante è che non escano collezioni su collezioni fate solo per sfruttare la morte, ma usciranno -_-.

  16. Sono contrario allo sfruttamento delle persone, specialmente se non sono più in vita. Chi mi fa più ribrezzo, però, è la gente che in massa compra gli album adesso che Amy è morta, quasi fosse una moda, e magari fino a pochi giorni fa non sapevano nemmeno chi lei fosse e adesso la considerano una leggenda. Che schifo!

  17. Questa cosa che la gente deve avere assolutamente l’album di un cantante defunto è davvero bizzarra…cmq fanno bene,perche’sta vendendo un botto al momento…e fanno bene anche perche’la gente lo compra subito…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here