Neil Portnow ha fatto arrabbiare molte artiste con la sua uscita di domenica. Dopo P!nk, rispondono altre colleghe e lui si scusa

Le recenti dichiarazioni del presidente della Recording Academy, Neil Portnow, a proposito del fatto che, secondo lui, le donne della musica dovrebbero fare un passo avanti ed evolversi, hanno creato un bel po’ di scompiglio all’interno del musicbiz.

La prima a ribattere al commento di Portnow è stata P!nk, che subito ha difeso la categoria sottolineando che, piuttosto, sarebbe necessario insegnare alle nuove generazioni il significato di uguaglianza e correttezza.

Tale presa di posizione decisa della cantante ha fatto da apripista a numerose colleghe, anch’esse totalmente in disaccordo con il Presidente:

Dopo le contestazioni ricevute, Neil Portnow ha rilasciato una dichiarazione

L’altra notte mi è stata posta una domanda riguardo l’assenza di donne in alcune categorie dei Grammys. Disgraziatamente ho detto “passo avanti” che, estrapolato dal concetto, non descrive i miei pensieri e il punto che stavo cercando di evidenziare.

La nostra industria deve riconoscere che le donne che sognano una carriera nella musica affrontano barriere che gli uomini non hanno mai affrontato. Dobbiamo lavorare attivamente per eliminare queste barriere ed incoraggiare le donne a vivere i propri sogni ed esprimere la propria passione e creatività attraverso la musica. Dobbiamo dar loro il benvenuto, aiutarle e incoraggiarle. La nostra comunità ne uscirà più ricca. Mi spiace di non essermi espresso come avrei dovuto spiegando questo pensiero. Resto impegnato a fare tutto ciò che è in mio potere per rendere la nostra comunità musicale un posto migliore, più sicuro e più rappresentativo per chiunque.

Neil Porter si è salvato in extremis? Ok i fraintendimenti, ma il discorso fatto l’altro giorno è completamente diverso da quest’ultima dichiarazione, non solo per il discorso del “passo avanti”. Basterà questo dietro-front per farsi perdonare dalla categoria?