Così ancora una volta, dopo il grande successo ottenuto dall’album,Brandy ne approfitta per ritornare sotto i riflettori. Infatti un anno dopo l’uscita dell’album,ovvero nel 1999 è impegnata nelle riprese del sequel horror “I Know What You Did Last Summer”(versione italiana So cosa hai fatto),il film diventa un successo e porta importanti premi per Brandy anche sul piano cinematografico.
Inoltre sempre nello stesso anno ha la possibilità di incontrare e lavorare con una leggenda R&B come Diana Ross nel film Douple Platinum.
Tutto questo mentre continua il suo ruolo da protagonista nella sitcom Moesha fino al 2001 quando ritorna alla musica….
Il suo ritorno musicale avviene,infatti,in occasione di una cover in tributo al cantante Phil Collins,si tratta della famosa e bellissima”Another Day In Paradise”,tra l’altro duetto con il fratello minore Ray J,che inizia così a farsi notare anche lui.
Another Day in paradise diventa subito un grande successo soprattutto in Europa,tanto da diventare una bonus track della versione Europea del nuovo disco di Brandy.

Così nel 2001 Brandy torna in studio per registrare Full Moon!…
Dopo il grande successo dell’album precedente si affida nuovamente a Darkchild per la produzione ,anche se questa volta non riuscirà a ripetersi nell’impresa di Never Say Never,infatti l’album venderà poco meno di 1 milione e mezzo!
Nonostante ciò l’album non demerita per niente,ma l’uscita dell’album coincide con la nascita della sua prima figlia e per ovvii motivi la promozione di quest’ultimo non è stata delle migliori,comunque riesce a togliersi delle soddisfazioni e a regalare ai fan un nuovo lavoro di ottima fattura.

Il primo singolo estratto dall’album è “What About Us?”,uptempo prodotta ovviamente da Darkchild con un suono leggermente diveso dall’usuale Brandy,questa volta più aggressiva.
Anche questa volta però non ha difficoltà ad arrivare nella top 10, sia delle classifiche R&B sia nel resto delle classifiche mondiali;anche il video è molto particolare e viene nominato agli MTV Video Music Awards.
Con il secondo singolo Brandy accontenta tutti coloro che la apprezzano per il suo R&B dolce e raffinato,pubblica come singolo la traccia che dà il nome all’album,quindi ”Full Moon” ennesima hit,arrivata anche qui in Italia!Stupenda…
Full Moon è anche l’ultimo video estratto dall’album,come detto sopra la gravidanza non gli permetterà di girare altri video,ma comunque viene lanciato nelle radio un terzo singolo, “He Is” una delle slowjam più belle dell’album,classica traccia che ti trascina…come le varie “Like This” , ”Nothing” , ”It’s Not Worth it” e tante altre…l’album meritava sicuramente di più!

Nei due anni successivi Brandy si dedicherà completamente alla figlia,ma non rimane completamente fuori dal mondo della musica,infatti scriverà canzoni per altri artisti,come Kelly Rowland Tarralyn Ramsey, and Toni Braxton,per tornare poi nel 2004 con…

Afrodisiac,è il quarto studio album di Brandy, e la prima vera novità sta nella produzione, infatti il lavoro non viene più affidato a Darkchild,che comunque aveva sfornato tante hit,ma questa volta si punta sul beat maker più in voga degli ultimi dieci anni,ovvero Timbaland,con la sua produzione sperimentale!
L’album debutta alla numero 3 della Billboard Hot 100 vendendo 131,700 copie la prima settimana,nonostante il cd viene accolto positivamente dai media,paragonandola addirittura alla Janet Jackson dei tempi migliori,ma secondo me lo aveva dimostrato di più negli album precedenti,rimarrà il meno venduto da Brandy con appena mezzo milione di copie vendute in America,e con poca risonanza anche nel resto del mondo!
Il primo singolo estratto dall’album è “Talk About Our Love”,prodotta da Kanye West in una delle sue inventive ,questa volta usando il campionamento di un pezzo del 1978 “Gilly Hines”, della band Mandrill unita al suono del violino di Miri Ben-Ari.
Quando il singolo fu lanciato in rete tramite AOL,colse l’attezione di 4,6 milioni di utenti,riuscendo ad arrivare alla numero uno nella classifica delle vendite R&B/Hip-Hop,ma fallì nel resto delle classifiche mondiali,anche se questa volta stranamente in Italia il singolo andò abbastanza bene!
Il video verrà nominato come Best R&B Video agli MTV Video Music Awards 2004,edizione dominata interamente dall’uomo del 2004,Usher,che collaborerà anche nel remix di uno dei singoli successivi estratti dall’album di Brandy,si tratta di “Who Is She 2 U” co-prodotta da Timbaland.
Sull’esempio di Kanye,anche questa volta si utilizza un campionamento di un pezzo vecchio,si tratta di “Instant Love” di Jacqueline Hilliard.
Ottima traccia R&B,ma anche questa riscuote poco successo in America,meglio in Europa.(clikka qui per ascoltare il remix con Usher).
Stessa sorte per l’altro singolo,ovvero la title-track “Afrodisiac” uptempo prodotta da Timbaland,che purtroppo non può far nulla contro la sfortuna e la non brillante gestione dell’album da parte di Benny Medina.
Ma anche questo album non demerita assolutamente,contiene un featuring con il rapper T.I., le classiche in stile Brandy come “Say You Will”,”How I Feel” e una bella rivisitazione di “Clocks” dei Coldplay,intitolata “Should I Go”.

 

Purtroppo si tratta di un periodo sfortunatissimo da parte di Brandy e non solo nel campo professionale. Infatti qualche anno dopo Brandy è coinvolta in uno spiacevole episodio. Viene accusata per un incidente a catena dove purtroppo perde la vita una signora.
Ovviamente l’episodio ha colpito molto la cantante soprattutto moralmente…e questo ha bloccato un po’ tutti i suoi progetti futuri…
Ma già da qualche mese a questa parte le cose sembrano ritornare come prima,e finalmente anche Brandy sta per ritornare con un suo nuovo lavoro.
Ritornerà sotto una nuova etichetta,la Epic Record,ha lavorato nuovamente con Darkchild,quindi non c’è da preoccuparsi,ma si affiderà anche a nomi come i Neptunes e Bryan-Michael Cox…sono sicuro che tornerà la Brandy di una volta…non vedo l’ora!

 

Un’artista unica…a voi la parola!!

A cura di ManuUsh, JunkModerator del forum, leggi anche la parte 1 della carriera di Brandy Norwood... e ascolta anche il primo singolo del nuovo CD cliccando qua.

13 Commenti

  1. io mi sn appenna scaricata tt queste “hit” di brandy…ma sinceramente a me nn pice molto cm artista…xò è sempre un’artista..a qualkun’altro probabilmente li piacerà di più…=)

    x il momento..sn di mio gusto..
    -solange-karina pasian-spero tanto in tarì marì..k mi piace troppo–
    ma se vogliamo parlarne del passato..a mio parere molto meglio
    ashanti…se vogliamo rimanere in qusto genere…
    poi…poi..si sà le migliori sn sempre le migliori…=)
    wwwwwww x sempre bee…k è la mejo in assoluto…
    una cosa c’è da dire in tt stè song appenna appenna “another day in paradise”…me piace..-appenna-…k nn piace neanke tanto..figurati..hihi..
    insomma brandy a me di musica nn piace!!!!

  2. sì, concordo pienamente,un’artista unica.
    sì,ray j e il fratello minore di brandy,nel suo primo album del 1994 i un intro lo cita lei stessa,e per chi non lo sapesse,snoop dogg,è un cugino di brandy.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here