288864_10150266491607385_500217384_8032291_7520677_o
Il mondo della musica è pieno di grandi artisti che hanno tentato di scalare le classifiche e non ci sono mai riusciti, rimanendo sconosciuti alla massa. Con questa rubrica vogliamo presentarvi alcuni dei migliori rimasti ignorati dal music biz, e cominciamo con Ava Leigh, cantate inglese che prende ispirazione per la sua musica dal reggae e jazz.
282059_10150251959157385_6765474_n
Cresciuta con una madre amante del genere reggae Ava entra in una scuola corale, per poi buttarsi un un’avventura con una band jazz. Rifiuta l’offerta di aiuto da parte dei genitori, e da sola, grazie alla grande dote vocale, oltre alle qualità come scrittrice, riesce a farsi notare da varie case discografiche, per poi toccare il picco quando la Virgin le chiede di cominciare a lavorare al suo album di debutto che avrebbe dovuto vede la luce nel 2008, con il nome “Turned on Underground”.
Le cose sembrano andare per il meglio, e dopo aver lavorato all’album, tra l’Inghilterra e la Giamaica, arriva il momento di debuttare, e quindi esce il primo singolo dal titolo “La La La”:

Canzone reggae(pop) con qualche piccola influenza jazz, “La La La” sembrava perfetta per vincere le classifiche inglesi, ma la canzone non debutta nemmeno, lasciando alla cantante l’amaro in bocca, senza però ritentare con un secondo singolo dal titolo “Mad About the Boy”, che sicuramente le radio italiane hanno supportato, ma che non è comunque stato sostenuto in madre patria dove non entra tra le prime 100, nonostante la doppia vendita con una riedizione di “Mas Que Nada” (ascoltala CLICCANDO QUI), eccola:

Una voce alla Amy Winehouse, che però non ha visto il supporto da parte della casa discografica, almeno a livello promozionale, nonostante i capolavori contenuti all’interno del primo album che è poi finito per intitolarsi “Rollin. Ecco alcune delle migliori canzoni, in sequenza “Same Old Thing”, “Rush”, “Over the Bridge” e “Burnin:

L’album è introvabile in tutti i store on-line, rendendo l’album una specie di leggenda metropolitana. La cantante stessa sembra ormai sparita dal mondo della musica, diventando irrintracciabile, e spegnendo ogni speranza di quei amanti della musica che per trovare la qualità scavano in ogni angolo della rete. Purtroppo non sempre grandi artisti sono sostenuti da grandi label, e forse è stata proprio la scelta della label a influire negativamente sulla carriera di questa giovane cantante.
In ogni caso… voi che ne pensate? Commentate qui sotto… 

6 Commenti

  1. Ma io mi ricordo di aver sentito tantissimo “La La La” alla radio quando era uscita, non sapevo che non se la fosse filata nessuno, anzi era diventata per me una specie di tormentone! Peccato che sia sparita, la ragazza ha voce ed è pure bellissima!

  2. Mi ricordo perfettamente di Ava Leigh…Non c'è molto altro da aggiungere a quello che avete scritto. 1) Il pubblico effettivamente non l'ha supportata 2) Dato ciò le case discografiche ti salutano. Chissà se con i nuovi mezzi di comunicazione e di vendita le cose sarebbero andate diversamente. Mi vengono in mente anche Jentina…

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here