Oggi, 22 aprile, esce il nuovo cd di A$AP Ferg, rapper di New York che rientra nel collettivo “A$AP Mob”, un gruppo del quale fanno parte una serie di artisti, tra cui spicca il nome di A$AP Rocky, decisamente il più famoso tra tutti.

Il nome A$AP sta a significare “Always Strive And Prosper” e viene utilizzato anche come primo nome di ogni membro appartenente alla crew. Per Ferg questo acronimo dà anche il titolo al suo nuovo album.

1

Nella tracklist del progetto abbiamo intravisto il nome di Chris Brown, affiancato a quello di Ty Dolla $ign, in una traccia intitolata “I Love You”. Da poche ore, finalmente, questo brano è venuto fuori e siamo in grado di farvelo ascoltare.

Il primo singolo fuoriuscito dal cd di A$AP Ferg si intitola “New Level”. Mentre “I Love You” anticipa l’uscita ufficiale dell’album.

A leggere soltanto i featuring, si può rimanere soddisfatti. Presenziano, infatti, Rick Ross, Future, ScHoolboy Q, Big Sean e Missy Elliot tra i più importanti.

Soffermiamoci su “I Love You”: brano introdotto già dal primo secondo dalla voce di Ferg che poi si riversa nel ritornello molto dolce, cantato, come al solito, con grande maestria da CB. Il secondo verso è completamente “di proprietà” di Chris che rappa con un flow di alto livello sul beat piacevole della canzone che, a sprazzi, sembra suonato da una band live, soprattutto nello strumento della batteria. Poi è il turno di Ty Dolla $ign che cambia metodo e lascia andare di più la musica e, quasi in sottofondo, fa sentire il suo particolarissimo timbro.

La canzone è di ottima fattura e, col fatto che ci sia la collabo di un artista del livello di Chris Brown, senza nulla togliere all’ottimo Dolla $ign, potrebbe riscuotere non poco successo e approvazione da parte delle radio e del pubblico urban.

 

Concludendo, non so davvero come faccia Chris Brown ad avere così tanta quantità di materiale. In media ci fa ascoltare due o tre canzoni nuove a settimana ultimamente, che siano sue o che rientrino in un featuring. E’ decisamente l’artista più richiesto… e un motivo, anzi, migliaia di motivi, ci sono.