Recensione del disco di Avril Lavigne – The Best Damn Thing!

Finalmente il terzo album di Avril Lavigne avranno pensato i millioni di Fan che lo aspettavano con ansia.

recensione the best damn thing avril

Ma saranno state soddisfatte anche questa volta le loro aspettative? Solo il tempo potrà darci una risposta ma nel mio piccolo posso darvi intanto la mia. “The best damn thing” è un buon album in sè ma rispetto ai precedenti mostra delle carenze.

La più evidente è che in questo album l’artista canadese ha subito una regressione su tutti i fronti. Sembra stupido, lo so, ma non vi pare un pò cresciuta per un video come Girlfriend? E’ secondo me la conseguenza della sua indicisione su quale direttiva prendere e forse anche su quale pubblico orientarsi. E’ chiaro che ormai è diventata un pò vecchiotta per i teenager e allora che fa? Ebbene sì potremmo quasi dire che a grandi linee segue proprio le orme della tanto da lei criticata Britney, tanto che si è addiritura spogliata (non integrale) per una cover di Blender. E’ proprio il caso di dire predica bene, razzola male.

Ma l’indecisione esistenziale si riflette anche sui brani dell’album, nessuno veramente suo. E’ secondo me proprio per questo che è scoppiata nel web la trova-la-copia mania ed ogni brano viene additato per somigliare a qualcos’altro.

Mi sembra chiaro che Avril deve ancora decidere bene in che linea orientarsi e finisce per ispirarsi un pò a tutto o a niente visto che pare voglia buttarsi nel cinema dimenticando il suo passato, il rock melodico e a tratti quasi country del primo album o melanconico del secondo.

Ma passiamo a parlare dell’album vero e proprio togliendoci subito via la scoza acida: ebbene sì ci sono dei rimandi al genere Punk alla Sum 41, Blink 182 in primis (ma ci stanno visto le collaborazioni ad es. con Travis in Alone) e poi addiritura evidenti alle canzoni di Peaches, U2, Kelly Clarkson e forse altri?

Potrei recensire canzone per canzone a questo punto ma mi rendo conto che è davvero difficile non tirare in ballo nomi di altri artisti specialmente se devo parlare della buona Contagious ma evidentemente simile in base a What’s my age again dei Blink 182. Nei testi c’è un uso troppo abbondante di Hey!/Oh! o simile (cito Girlfriend, The Best Damn Thing ma potrei citarle tutte…) e rispetto ad altri album sono meno impegnati.

Alcune tracks potevano essere molto più sviluppate anche in durata (anche se il genere punk non la richiede) e alcuni pezzi sono troppo simili, sopratutto nella seconda parte del cd. Anche dal punto di vista vocale ci ha dimostrato di saper fare di meglio in particolare definirei mal riusciti gli urli quando si improvisa punkettona 100% in Don’t have to try.

I pezzi più riusciti sono quelli che forse si allontanano maggiormente dalla linea stilistica dell’album ovvero Innocence (Ballad) e Hot (Rock scanzonato tendente al Dance).

Nel complesso però ci sono anche buone canzoni se solo non fossero solo 11 tracce…esclusi Bonus. In conclusione sarebbe arrivato il momento che Avril non si distragga troppo (famiglia/cinema) e si metta a fare qualcosa sul serio se non vuole essere presto dimenticata.

1. Girlifriend 7/10
2. I Can Do Better 7,5/10
3. Runaway 6,5/10
4. The Best Damn Thing 8/10
5. When You’re Gone 7/10
6. Everything Back But You 9/10
7. Hot 8/10
8. I Don’h Have To Try 6/10
9. Innocence 8/10
10. One Of Those Girls 7,5/10
11. Contagious 7/10
12. Keep Holding On 7,5/10

13.Alone (Bonus Tracks) 8/10
14.I Will Be (Bonus Tracks) 8,5/10

 

21 Commenti

  1. a me the best damn thing piace molto e penso che complessivamente sia anche
    un bell’album! poi ho da dire delle cose..
    1)avril non ha mai criticato britney , sono solo delle voci che girano!!
    2)i gusti sono gusti
    3)vi prego non ditemi che britney , rihanna ecc sono meglio di lei :’)
    avril é molto meglio
    4)si sará anche stata mezza spogliata in un video ma non ditemi che lady gaga , rihanna ecc non si spogliano
    in ogni video!

  2. avril è la numero 1!!!e ki la kritika nn capisce un tubo!come fate a dire ke le sue canzoni sn brutte…sensa lei e la sua adrenalina la musika nn sarebbe musika!!!!!:):d

  3. mi sa che chi ha recensito, l’album l’ho ha solo sentito e nn ascoltato…è vero, quasi tutti i pezzi sono carenti nel significato in quanto come lei stessa ha detto voleva fare un album che fosse disimpegnatoe e pieno di energia positiva! credo che ci sia riuscita in pieno, certo ci sono canzoni un po bambinesche come girlfriend, ma bisogna vedere quest’album nell’ottica commerciale, in quanto è un prodotto estremamente commerciale, fatto per vendere e suonare nei concerti…che fidatevi funziona benissimo perchè essendo stato al concerto a roma, vi assicuro che ha spaccato alla grande….ci sono canzoni però davvero profonde e intime come when you’re gone, innocence che parla del momento perfetto e felice che nn si vuole perdere, poi I will be e keep holding on, che meritano tutto il rispetto…io credo comunque che sia un disco di transizione, vedremo nel prossimo album cosa accadrà e credo che verrà fuori la vera avril, come già si intravede in quest’album!!!

  4. ma qle carica manca ma ki te l ha dato il compito di scrivere sti articoli fasullo!!!!!!!!!!!!!!!!poi avril dimenticata !!!!!!!!!!!!!!!!!sognatelo e basta rammollito

  5. io penso k Avril Lavigne sia una cantante fantastica!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
    mi piacciono da morire le sue canzoni (non ttt xò)…

  6. Il terzo singolo sarà “Hot” … cmq se parliamo di carica io penso ke ne abbia messa abbastanza, basti guardare il “making of the best damn thing” (il dvd allegato al cd) x vedere meglio cosa c’è stato dietro…e poi sarà ke a me piace in una maniera esagerata ma a me le canzoni sembrano tutte diverse tra loro..nn noto ttt qst somiglianze! poi, ognuno ha i suoi gusti..xò penso ke nn è poi così “vecchiotta”! ha solo 23 anni, tanta strada da fare ed è giusto, secondo me ke pensi anche al cinema o a qualche altra aspettativa…dopotutto questa ragazza ha 1 grande talento. xkè nn sfruttarlo in più campi? spero nn t diaspiacciano le mie contraddizioni, ma io la penso così.
    ciaociao!:”>

  7. Vi ricordo ke Avril il 18 sarà in Italia a Roma per il suo tour! I biglietti sn ancora disponibili se vi interessa e costano 28,70€

  8. a me piace il suo secondo singolo, il cd nn ancora ho la possibilità di ascoltarlo, ma se è sulla scia di girlfriend nn credo ke mi piacerà!(:|

  9. devo dire che avril mi è piaciuta fin dagli esordi, ma non sono esattamente un megafan… secondo me tbdt non è malvagissimo come album, se preso singolarmente rispetto alla sua carriera. fosse il primo album di una sgallettata emergente sarebbe perfetto. sono d’accordo con jason, probabilmente non ha saputo scegliere di distaccarsi come avrebbe dovuto dal teen pop… forse voleva fare un disco più divertente dei precendenti… chi lo sa, a me comunque non dispiace, è carino:)

  10. nn segui il blog tutti i giorni..altrimenti lo saprestinn si fa così [-( ..il 3# singolo dovrebbe essere hot..è anke in grassetto nella tracklist sopra riportata,significa prpr questo..ti ci vuole un pò di r&b junk lessons ;))

  11. partendo dal fatto ke avril nn mi ha mai colpito particolarmente (poikè il rock nn mi piace tnt) ..tuttavia ank’io mi sento di dire ke qsto suo ultimo lavoro nn è cm i precedenti..ho ascoltato l’album e nn ha quella carica ke mi aspettavo, da questa ragazza ke si era presentata con grandi potenzialità e ke era capace di fare effetto a tutti,anke a ki nn piace questo genere (cm me)..sn d’accordo cn te,ank io credo ke cn qst album abbia xso la sua xsonalità cimentandosi in cose ke lei stessa disprezzava..ma voglio essere ottimista..secondo me si riprenderà di certo con il prossimo album (sempre se ci sarà visto le ambizioni cinematografike):-?!! ..staremo a vedere

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here