bankscrowe

La rapper Azealia Banks è tornata recentemente a far parlare di sé per una questione a dir poco delicata.
L’irriverente artista ha infatti accusato pubblicamente il divo di Hollywood Russell Crowe di averla aggredita ed insultata assieme ad altre persone nella sua camera d’albergo (QUI per saperne di più).

Ovviamente la notizia è balzata subito sulle prime pagine di tutti i giornali e non poteva essere altrimenti dal momento che accosta uno dei nomi più importanti del cinema mondiale ad azioni tanto gravi quanto ripugnanti. Poco dopo che la Banks si è sfogata raccontando la sua versione dei fatti sui social, Crowe non ha potuto far altro che smentire, tanto più che vari testimoni oculari hanno raccontato le cose in maniera opposta a quanto fatto trapelare dalla rapper. Convinta di voler portare avanti la sua versione nonostante le numerose testimonianze che la smentiscono, Azealia ha voluto confessare i particolari per filo e per segno ad una delle testate britanniche più celebri, il Sun. Ecco cosa è emerso:

“Russell aveva del moonshine (un liquore) sopra il tavolo poi ha voluto del whisky e hanno iniziato a mischiarli. Sapete com’è, moonshine, whisky, vodka…fumo di sigarette e di marijuana. Russell ed io eravamo vicini. Mi parlava e gli parlavo, stavamo flirtando. Stavamo passando davvero dei bei momenti. Ha messo il suo ginocchio nel mio, mi toccava la gamba, io gli stavo facendo ascoltare la mia musica. Ha twittato la mia canzone The Big Big Beat…mi diceva cose del tipo – La adoro, sei bellissima, questa è grandiosa – quindi il party è continuato. Ma c’era una ragazza, che immagino fosse la sua fidanzata. Si è seduta di fianco a me e presumo fosse il suo modo di provare a controllarmi e vedere fin dove arrivavo.  Ad un certo punto mi si avvicina all’orecchio e mi dice – Sì, Russell pensa che sei davvero sexy – e io risposi – Ah, davvero? Bé, veditela tu ragazza, sai, non sono qui per questo -.

Fin qui tutto tranquillo, ma poi:

“A quel punto Russell è come cambiato. Mi ha detto – Bé, sai che ti dico? Sei giovane e non hai fatto niente nella tua carriera quindi non sai di cosa stai parlando – Ero un po’ offesa ma comunque cercavo ancora di stare calma. Ho ribattuto – I tuoi giorni migliori ormai sono alle spalle -.

E’ da questo momento che è iniziata la “rissa”:

“Ho detto – Ragazza, non è né il momento né il posto giusto per scontrarci, cosa succederebbe se mi alzassi e ti prendessi a calci nel sedere, o prendessi il bicchiere e te lo lanciassi addosso e ti facessi sanguinare? Sarei dalla parte del torto, tutti saremmo dalla parte del torto e la festa finirebbe”
Così Russell si è rivolto a me dicendomi – Bé, non avresti nemmeno una minima chance, neg*a.
E ha detto la parola “neg*a” piano, sottovoce.
Mi ha chiamata “neg*a” dopodiché mi ha afferrata, presa per il collo e stretta alla gola per poi buttarmi fuori dalla stanza e sputarmi addosso”

Parole davvero forti, insomma. Ciò che ha detto al giornale non farebbe altro che peggiorare la posizione di Russell Crowe, se non fosse che per via di ciò che la Banks ha combinato in passato verrebbe facilmente da pensare che “il lupo perde il pelo ma non il vizio”. Secondo voi Azealia Banks stavolta l’ha sparata troppo grossa o finché le autorità non si esprimeranno preferite concederle ancora il beneficio del dubbio?

Come per dimostrare di voler mettere la testa a posto, per la prima volta nella sua carriera da provocatrice Azealia ha deciso di pubblicare delle scuse pubbliche rivolte ad una persona con cui ha avuto da ridire: Zayn. Dopo la rovinosa litigata sui social con l’ex One Direction (QUI per rinfrescarvi la memoria) e tutto quello che ne è derivato, Azealia ha pubblicato una lettera aperta con cui si scusa col cantante. Di seguito la traduzione:

Caro Zayn,

non ci sono parole che possano davvero esprimere quanto mi dispiace. Gli eventi recenti mi hanno fatto capire l’importanza di assumersi la responsabilità delle proprie azioni. Io voglio ed ho bisogno di dirti che mi dispiace, ho sbagliato. Ti avevo raggiunto su Twitter per congratularmi con te per aver lasciato gli One Direction e aver trovato il tuo percorso. Molti artisti vendono la loro anima per il business e rinunciano alla felicità per la carriera. Smettere di giocare a questo gioco è indice di coraggio, forza, formidabili principi ed un forte senso di autostima. Ti applaudisco per questo.

Dopo il mio tweet, tu twittasti una cosa che proprio non c’entrava nulla con me e che io ho scambiato per un attacco personale. Dopo di questo io andai su di giri e iniziai a twittare frasi inaccettabili ed incoscienti, ma dietro ogni nube c’è un raggio di sole e quanto accaduto mi ha fatto capire che non sono al centro di tutto, che non tutto quello che la gente dice è diretto a me. Grazie per avermelo insegnato, era la lezione che avevo assolutamente bisogno mi venisse impartita. Essendo una donna nera nel contesto americano, a volte mi dimentico che ci sono parole che offendono le altre comunità. A volte sono così consumata dalla mia lotta interiore, e con la lotta interiore della mia razza, che dimentico i disagi che altre minoranze devono sopportare.

Provenire da un’etnia così largamente discriminata certo non mi dà la licenza per usare una terminologia dispregiativa e commettere abusi, anche perché questi non mi danno la possibilità di obiettare alle questioni nel modo corretto. Non mi scuso solo con te, Zayn, ma con chiunque si sia sentito offeso dalle mie parole. Io non sono crudele, senza cuore o vendicativa. C’è molto amore nel mio cuore, e bontà nella mia anima. Quello che ho fatto è sbagliato e mi sto impegnando per diventare una persona migliore. Zayn, credo che tu sia enormemente talentuoso e che PillowTalk sia una canzone incredibile. Ti auguro successo, amore e felicità in tutti i tuoi impegni lavorativi e privati. Durante tutto il mio sclero tu sei rimasto un gentiluomo e ti faccio i complimenti per la classe e per il modo in cui hai tenuto la testa sulle spalle. Il mondo può imparare molto da te e spero che troverai un posticino nel tuo cuore per accettare queste mie sincere scuse.

Tua fedele ammiratrice, Azealia Banks

Come se non bastasse, nel frattempo il contratto discografico ottenuto con la SZA è saltato rovinosamente… il proprietario dell’etichetta ha deciso di cancellare tutto proprio per via della questione con Crowe, affermando che “non aveva idea del tipo di persona con cui aveva a che fare”. A noi tutta questa situazione appare abbastanza surreale! In ogni caso, come ulteriore commento, Azealia rilascia un freestyle su YouTube.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here