Tra domani notte e le prime luci dell’alba di giovedì mattina B.o.B rilascerà il mixtape “No Genre 2”. Il concept di questo album, così come della label “No Label” da lui creata, è spiegata nel nuovo video “Mission Statement”. Come suggerisce il titolo, infatti, si tratta di una “dichiarazione sulla missione” che B.o.B si pone e che descriverò con le sue stesse parole.

bob-mission

Signore e Signori, considerate questo momento come la Genesi, […] sono qui per darvi un’esperienza” esordisce Bobby Ray. Nel bridge, finalmente, afferma questa sua missione: “Fanc**o gli hater, fanc**o il genere. Nessun genere. Non puoi rinchiuderlo. Cercano di categorizzarmi ma non possono categorizzarmi. Cercano di descrivermi ma fino ad oggi non mi potete ancora descrivere. Non riuscirete mai a descrivermi. Nessun genere”. Il secondo verso riprende la chiusura del verso precedente, in cui il rapper dice “l’industria musicale sta nauseando, ma nessuno lo ammetterà mai” e continua criticando chi non trova talento in lui (“sono il Gesù del microfono, faccio vodka dall’acqua“) e chi fa conscious rap (“non siete diversi da me perchè io faccio soldi. Io sono solo onesto, non faccio mai promesse. Rendo solo omaggi. Nessun genere”).

Sono in disaccordo con questa ultima parte, ma complessivamente mi ritengo soddisfatto della svolta che B.o.B. vuole prendere.

La dichiarazione del rapper di Decatur avviene da un leggio che il regista Nick May ha messo davanti a donne in bikini con armi e per le strade, dove Bobby viene portato come un re. Accogliete trionfalmente questo nuovo annuncio di salvezza dell’hip-hop (se proprio così volete descriverlo)!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here