Quale bersaglio migliore da prendere in giro di “Work”, il nuovo singolo di Rihanna che ha raggiunto la 1 della classifica americana, ma che viene un po’ deriso per l’incapacità da parte del pubblico di capire molte delle parole pronunciate da Rihanna nel corso della canzone e per un video un po’ (troppo?) non-sense? Ci ha pensato Bart Baker, celebre su Youtube per realizzare parodie dei più famosi video (Guarda QUI la top 10 delle parodie più divertenti),  modificando il testo, come è suo solito, e il video originale creando un’esilarante parodia.

maxresdefault (11)

 

Inutile negare che Bart sia un genio nel parodiare il testo originale! Nella nuova “versione” la finta Rihanna, interpretata da Maisha Sha’nay , spiega che il titolo “Work” è ironico, perchè non c’è stato lavoro per creare la canzone ma che l’unica cosa che pare essere servita è una quantità industriale di sizzurp (conosciuta anche come Purple Drank, ossia un miscuglio altamente pericoloso per la salute tra sciroppo per la tosse contenente codeina e Sprite), cosa che spiega il perchè del testo incomprensibile non solo a noi non anglofoni, ma anche agli americani e agli inglesi.

Altro aspetto che viene messo in luce sia nel testo che nel video parodia è l’esplicità del visual, nel quale Riri appare con una gonna e una canotta trasparente, che lasciano intravedere le sue parti intime. La cantante viene ritratta come una sorta di ubriacona/drogata, ed altamente eccitata dalla presenza di Drake.

Altrettanto esilarante il sosia di Drake, interpretato da George Khouri, che, scandendo le parole del suo verso, tenta di insegnare alla cantante barbadiana come parlare, pronunciando in modo comprensibile ogni singola parola del testo, con tanto di mossette alla Hotline Bling.

Come è facilmente intuibile, il visual parodiato è il secondo tra quelli rilasciati dal team della cantante per promuovere il singolo, quello in cui gli unici protagonisti sono la cantante di “Diamonds” e il rapper, i quali si trovano soli in una stanza dalle strane luci viola/rosa. Nel video parodizzato invece, i due non sono soli ma fanno dei cameo personaggi come tre lavoratori, attirati dalla ripetitività della parola lavoro, Miley Cyrus, che confonde la parola work con twerk, Donald Trump e Deadpool, protagonista e supereroe dell’ultimo film della Marvel, il quale tenta di uccidere la cantante per salvare la Terra.

E come terminare il video se non con Rihanna eletta a presidentessa degli Stati Uniti con il parrucchino del candidato alla presidenza americana? Un video da scoprire, uno dei migliori video del regista e attore che è riuscito a creare un video pieno di lavoro, nonostante l’apparente semplicità.

Rihanna:
Queste parole sembrano di una lingua inventata, cantate da qualcuno veramente ubriaco.

Drake:
Devi scandire, non ti capisce nessuno, queste parole devono essere uno scherzo, quanta erba hai fumato? Non fa niente cara, io sono qui giusto per farmi scuotere il sedere sul pacco

Rihanna:
No, dai facciamo sesso, sarà divertente, averti dentro di me

Drake:
no non succederà, voglio solo che sculetti ragazza.

Rihanna:
Ti ho voluto nel video perchè sono eccitata. Pensavo che avremmo fatto sesso, puoi dire che questa canzone parla di erezioni?

Drake:
Non lo so di cosa parli, stai semplicemente emettendo suoni con la tua bocca.

Che ne pensate?