Ecco la recensione album del nuovo disco di Beyoncé Knowles intitolato 4, uscito lo scorso 28 giugno 2011 in tutto il mondo.

Da diversi anni a questa parte siamo sempre stati abituati a vedere Beyoncé da qualche parte, su una rivista, in concerto, appena uscita con un nuovo video ed un nuovo album, o pronta a lanciare una nuova fragranza o farsi fotografare per la sua linea d’abbigliamento. Ma per la diva texana il 2010 è stato l’anno sabbatico! Fans completamente in astinenza da musica firmata Beyoncé, ed una business woman che forse, dopo 3 album, da solista, e una lunga carriera di gruppo, aveva bisogno di tirare un po’ il fiato per riordinare le idee.

Non sono un fans di Beyonce, ma essere un fans di questa diva è un mestiere al 100%. Seguire un’artista come Beyoncé è difficilissimo, fino alla fine della “I Am… Sasha Fierce” Era, questa Diva del nuovo millennio non ha mai concesso un momento di respiro. Nonostante l’anno scorso regnava il totale silenzio però, i fans di Bee hanno continuato ad aumentare, ed hanno tenuto in vita l’anima di Bey un po’ in tutto il web.

L’anno di pausa era assolutamente importante a mio modo di vedere. Innanzi tutto per lei come donna, ma anche per “ragioni” di mercato. Infatti una presenza martellante e continua prima o poi porta inevitabilmente ad un qualcosa che in inglese si definisce “overexposure”.

Arrivano ad inizio 2011 le prime indiscrezioni inerenti al nuovo progetto di Beyonce. Un progetto attesissimo, ed avvolto nel mistero. Un disco assolutamente decisivo per la carriera di Bee, una carriera che con “I Am… Sasha Fierce” l’aveva traghettata in un target diverso da quello delle sue origini, abbracciando delle sonorità più pop e più “commestibili” dalla massa.

Moltissimi i timori da parte mia, alla vigilia di questa release. In una scena musicale completamente cambiata, ossessionata dalle vendite, imbastardita da beat prefabbricati, avevo il timore che Beyoncé abbracciasse delle sonorità “facili” pur di catturare nuovi record di vendite, ed conquistare nuovi  Pop fans, spesso non abbastanza “qualificati” per della vera musica R&B-Soul.

Fugati completamente questi timori, e scoprirete subito il perchè. Ecco qua la recensione di R&B Junkie per “4” il quarto disco della carriera solista di Beyonce:

1) 1+1: dalle prime note di questo album non possiamo faro altro che rimanere a bocca aperta. “1+1” è stata scelta come track promozionale di questo CD, una track che dimostra chiaramente lo spessore di questo progetto. Melodica, dolce, romantica, senza tempo, questa canzone introduce una Beyoncé più viva, una Beyoncé autentica ed emozionante. Da estimatore di musica R&B ho sempre “accusato” Bee di una certa “freddezza” nelle sue interpretazioni, ma con questa track viene chiaramente rotto questo muro. Il pezzo arriva violentemente al cuore, la sua voce incredibile trasmette molto più in questa traccia che in qualsiasi altro pezzo del suo album precedente. Le sonorità del brano richiamano il passato, ed una chitarra elettrica si introduce nel finale.

2) I Care: altra track, altra storia da raccontare. “I Care” prodotta e scritta da Jeff Bhasker ci catapulta in sonorità ed atmosfere più algide altrernate ad esplosioni vocali variopinte e piene. Anche qua troviamo l’elemento chitarra elettrica, che sottolinea e gioca con le vocalità incredibili di una Beyoncé in piena forma. “I Care” trasmette sensazioni molto diverse tra loro, un pezzo difficile da definire o classificare. Le liriche sono malinconiche, e la voce di Bee trasmette rabbia, tristezza e frustrazione. Un pezzo senza dubbio rilevante in questo quarto progetto della cantante.

3) I Miss You: Frank Ocean e Shea Taylor si sono occupati del testo e della produzione di questa terza track del disco. Sonorità incontaminate ed organiche, adattissime ad evidenziare la titanica capacità vocale di Beyonce in questo momento della sua carriera. Beat asciutto, ed interprete che canta la sua malinconia e al sua tristezza. “Mi manchi, come tutti i giorni, Voglio stare con te, ma tu sei lontano, Ho detto che mi manchi, manchi da impazzire, Ma se tornassi con te, proverei le stesse emozioni?” . Un altro pezzo che non fa altro che annientare i miei timori riguardo alla “nuova Bee” del 2011. Un pezzo eccellente, fuori dalle mode, che celebra la voce e le emozioni.

4) Best Thing I Never Had: quarta track e c’avviciniamo a qualcosa di più “semplice” ma non per questo meno accurato. “Best Thing I Never Had” è la traccia scelta come secondo singolo internazionale per questo nuovo progetto della cantante. Sorprendente il ritorno di uno dei grandi Producer/Songwriter, tale Kenneth “Babyface” Edmonds, che Beyoncé ha letteralmente ripescato dagli anni “d’oro” della musica R&B Contemporanea (’80-’90). La canzone appare come il filone naturale di “Irreplaceable‏”, una ballad energica, ed un pezzo che con gli ascolti appare veramente come un grande capolavoro. Bee tira fuori nel testo la “ghetto girl” incazzata con un uomo, il tutto in pieno contrasto con la melodia al piano dolcissima. Un pezzo tutto da vivere, più “affine” per l’airplay radiofonico rispetto ai brani ascoltati fino ad ora, ed un pezzo che se promosso come si deve non tarderà ad arrivare alla no.1 della US chart! Io ci credo, e credo in questa nuova Beyoncé che mi ha decisamente conquistato.

5) Party: cambiamo assolutamente mood con questa regina delle midtempo! Kanye West ha riservato a Beyoncé veramente il suo meglio del momento, “Party” è stata infatti prodotta dal buon rapper, uno degli artisti più influenti della musica del giorno d’oggi. Ad accompagnare una Beyoncé Motown c’è il rapper André 3000 degli Outkast. Vorrei trovare quel testa di c***o che ha deciso che una track da club deve fare almeno 120BPM, perchè “Party” dopo diversi ascolti, diventa assolutamente una canzone vivace, una canzone fatta apposta per celebrare, impossibile non ondeggiare, non muovere il capo, con Beyonce che canta “Cause we like to party, hey, hey, hey” ovvero “Perchè ci piace far festa, hey hey hey”! Una mid che è diventata in poco tempo uno dei brani più belli di questo disco. Leggera, piacevolissima, festaiola, estiva, fresca. Evvai Bee che ci riporti alla musica, quando musica era musica, e non business e beats martellanti che nascondono i difetti delle “cantanti”. Ottimo

6) Rather Die Young: ed ecco qua l’unico pezzo che non mi ha “conquistato” di questo album. Traccia numero 6 del disco è una midtempo con sonorità 70’s, ma nella quale ritrovo una Beyonce un po’ fredda e distaccata. Un pezzo che non mi ha particolarmente colpito, ma che sicuramente riascolterò, chissà magari un giorno riuscirò a capirne la bellezza. Scivola un po’ via, e considerando il fatto che Bee ha scartato diversi pezzi per scegliere la tracklist, forse sarebbe stato meglio rimpiazzare il pezzo con qualcos’altro. Un po’ mi ricorda Alicia in questo pezzo, non so perchè faccio questo collegamento. Stanca.

7) Start Over: anche qua, beats organici, basici, utilizzati come uno strumento a servizio della voce, e non il contrario. Un pezzo a modi colonna sonora, molto cinematografico. Beyoncé vuole riniziare con questa track, cancellare il passato e rinascere. Shea Taylor alla produzione, un pezzo epico, forse poco adatto per diventare un singolo. Impeccabile come in tutto l’album la prestazione vocale della cantante.

8) Love On Top: e qua lo dico! Questo pezzo è un puro capolavoro! Lo è nel 2011, e lo sarebbe stato 10 anni fa, come anche 40 anni fa! “Love On Top” è una midtempo incredibile, una bomba energetica, una canzone che trasmette positività pura, una canzone che da Beyoncé non mi sarei mai aspettato. Solo con “Just Fine” di Mary J. Blige qualche anno fa sono riuscito a provare queste sensazioni positive tutte trasmesse da una sola traccia! Si tratta a mio modo di vedere anche del pezzo più incredibile sotto l’aspetto tecnico/vocale di questo CD. Beyoncé straccia tutte con sto pezzo, usa la sua voce con una tecnica da lasciare a bocca aperta, gioca, gioca e gioca ancora con il suo incredibile strumento! Il finale è da brividi, ed il pezzo è una celebrazione della musica del passato, la vera musica R&B è assolutamente tornata con questo pezzo e con questo album! Assolutamente il mio favorito del disco, mi mette una gioia di vivere, una voglia di fare, una voglia di baciare e di sorridere! Questa dovrebbe essere una delle missioni della musica.

9) Countdown: Uptempo, ed è la “Get Me Bodied” di questo CD per me! Qua ritroviamo la Beyoncé perfetta per i club, ritornello contagioso, beat fresco, deciso, vivace, ma non electro. Countdown fa proprio voglia di muovere il sedere, e penso che possa essere una buonissima futura scelta per un singolo. Infatti “Run The World (Girls)” non ha catturato come dovrebbe, e Beyoncé non può mancare dai dance-floor mondiali. Ottimo pezzo, anch’essa tra le mie favorite del progetto.

10) End Of Time: altro pezzone up. Si vociferava prima della release di “Best Thing I Never Had” che questo doveva essere il nuovo singolo di Beyoncé. Pezzo magistralmente prodotto, e spero abbia ancora aperta la strada per diventare un singolo di questa Era. “End Of Time” è forse ancora più hot di “Countdown”, fiati, trombe, e percussioni dettano un ritmo che ti coinvolge, ti riporta alle radici, e non ti fa stare fermo. Vocalmente rapida, precisa, Beyonce dimostra di non aver perso la capacità di fare nuove uptempo, anche se le up di tutto il progetto hanno tutte le stesse caratteristiche: non convenzionali, fuori dagli schemi e dalle leggi del mercato di oggi, e di grande classe!

11) I Was Here: la ballata più commerciale del disco. Con questo non voglio assolutamente dire che sia brutta, anzi, per me è decisamente un capolavoro pure questo! Testo un po’ asciutto, un po’ troppo basico, ma una canzone che ti coccola, ti culla, ti emoziona al punto da farti commuovere e piangere. Come detto in precedenza, una Beyoncé così emozionante non l’avevo mai sentita prima d’ora, per le emozioni mi son sempre rivolto ad altre artiste R&B, proprio perchè Beyoncé non mi “comunicava” abbastanza, c’era sempre questa sorta pellicola fredda tra di noi, una pellicola che con “4” è scomparsa. Ryan Tedder ha dato una vera perla in mano a Bee, e questo come singolo per il prossimo inverno potrebbe veramente fare numeri spettacolari, ne sono certo. Incantevole, quasi fiabesca, adoro “I Was Here”.

12) Run The World (Girls): la uptempo meno capita del 2011? Si decisamente si. I risultati di “Girls” sono stati deludenti nelle classifiche internazionali rispetto ai canoni di Beyonce. Per me l’errore è stato quello di scegliere questo brano come primo singolo. Un brano che spaventa, che sconvolge, e non facile da digerire. Ma dopo alcuni ascolti ci si trova assolutamente, il beat è strepitoso, come detto da lei stessa nel suo documentario “Year Of 4”, è electro ma richiama le sonorità africane. Un pezzo di eccellente fattura, accompagnato da un video assolutamente epico fatto di coreografie strepitose. Mi fa arrabbiare vedere una uptempo del genre finire male nelle chart. Secondo me bisognava aspettare che la gente entrasse nel disco con una slow, per poi lanciare il pezzo, avrebbe sicuramente riscosso più consensi. Tuttavia i club lo passano volentieri, dopo un iniziale scetticismo il pezzo cattura, anche i più malfidenti, e credetemi in discoteca lo sento sempre più di una volta! “Run The World” meritava di più, nonostante il beat sia stato riciclato (ottimamente), ma pur sempre riciclato da “Pon Da Floor”.

Track Versione Deluxe:

1) Lay Up Under Me: una Beyoncé tinta di Motown in questa freschissima up. Sean Garrett ci ha messo lo zampino come songwriter. Una canzone fresca, allegra, ed una vocalità di Bee rilassata e primaverile. La track diventa con gli ascolti sempre più interessante.

2) Schoolin’ Life: è forse il pezzo più bello delle Bonus. Il flavour è fantasticamente anni ’80, Beyonce grintosissima. La canzone entra subito in testa grazie al suo testo ed il suo ritornello dove Beyonce canta “Schoolin’ life….oh oh oh….schoolin’ life….” e quel Oh Oh che non ti molla mai. Per me poteva tranquillamente essere inclusa nel CD main, ha tutte le caratteristiche per fare bene.

3) Dance With You: è una produzione a cura di The Dream. Una slowjam R&B al 100%, un po’ anni ’90, molto morbida, qualcosa che poteva tranquillamente andare a finire nell’ultimo disco di Ciara che era appunto interamente prodotto da Dream. Penso che abbia poco a che vedere con il resto del disco, e per questo inclusa come bonus track della deluxe.

Per la prima volta nella sua vita, Beyoncé cammina da sola. Infatti “4” è il primo disco completamente auto-gestito senza l’aiuto del super-manager, il padre Mathew Knowles che fino ad oggi aveva gestito la figlia per farla arrivare a questo status di superstar internazionale.

Si sente chiaramente, Beyoncé in questo progetto ha messo più anima e più cuore del solito. In un periodo veramente difficile per la musica R&B in generale, la diva Texana ha voluto rischiare alla grande, puntando su musica di qualità, fuori dalle mode del momento, e riportando in vita sonorità gloriose del passato, con innovazione futurista.

Sarebbe mai nato questo “4” insieme alla gestione del Padre? Per conto mio no, Mathew ha sempre puntato più ai risultati in classifica, al puro business, mentre si scopre che in fondo Beyoncé è più attaccata alla qualità della musica che ci propone, e decisamente molto molto orientada verso i suoi fans, quelli che la seguono da sempre e che con questo disco hanno solo potuto godere.

Questo disco per conto mio assume un significato molto importante. La musica R&B è stata deformata e strattonata negli ultimi anni, e vedere un’artista del calibro di Beyoncé uscire con un disco simile, R&B oriented, di ottima fattura, riempie il cuore di gioia. Una come lei poteva tranquillamente prendere 4 producers “electropop” del momento e vendere singoli a manetta, nessuno glielo impediva! Invece no, ha voluto rendere omaggio alla sua musica, alle sue origini, a quel meraviglioso genere che si chiama R&B! Insomma, per me la “salvatrice” 2011 della musica Urban.

Beyoncé fa tendenza, e speriamo che altre artiste si decidano a rilasciare musica di qualità, anziché musica “spazzatura” solo per arrivare il prima possibile alla numero 1.

Il disco è uniforme e diverso allo stesso tempo! Ogni canzone ha una sua storia diversa, dalle slow alle uptempo, si ha la sensazione di ascoltare un CD diverso ad ogni traccia, ma allo stesso tempo si sentono i collegamenti e si percepisce il concept del disco. Un disco che lascia di stucco per l’utilizzo della voce da parte di Beyoncé, che in un CD solo non aveva mai cantato così tanto, così bene, e così in primo piano. Un disco che ti lascia ipnotizzato, che ti entra dentro, che ti divora lentamente.

2011? 1990? 1960? 2034? Non fa differenza! Questo disco è splendido, senza tempo! Proprio non seguendo le mode, è un CD da apprezzare, un CD che tutti possono apprezzare, vecchi, giovani, donne, uomini, bambini. Se si amano le belle voci, se si ama la musica da ascoltare, e da vivere, non si può rimanere indifferenti a questo progetto.

Il paragone con i lavori precedenti. Innegabile che “I Am… Sasha Fierce” abbia contribuito e molto a portare Beyoncé nello status di SuperStar internazionale. Per i miei gusti era tuttavia un progetto molto “anonimo” e frammentato. Canzoni con produzioni all’ultima moda, e sound decisamente più compiacente nei confronti del pubblico Pop-Commerciale. “Single Ladies” tuttavia rimane una uptempo inimitabile, ed insuperabile. “4” è più adulto, più R&B, e qualitativamente più valido.

Se paragoniamo invece “4” a “B’Day”, ascoltiamo due dischi Urban oriented, entrambi di ottima fattura, con la differenza che il primo è più soave, focalizzato sulla voce, l’emozione e le ballad, il secondo invece estroso, uptempo, grintoso!

“Dangerously In Love”, nel mio cuore, rimarrà sempre insuperabile, ma erano altri tempi, ed un modo completamente diverso di vivere la musica R&B contemporanea. Il suo primo progetto da solista mostrava tante Beyoncé diverse, era una sorta di presentazione, per la serie “vi faccio vedere quante cose so fare”, ed ha conquistato tutti!

Le vendite? Per ora le vendite hanno superato le aspettative, nonostante una massa di gufi gridavano al primo “flop” di Beyonce. Passano tuttavia in secondo piano le vendite quando un’artista decide, con la sua testa, di creare un progetto senza badare troppo alle tendenze! In questo senso Beyoncé con “4” si è assolutamente avvicinata di più ad artiste come Alicia Keys, Mary J. Blige, Adele, e distanziata enormemente dalle popstar del momento Lady Gaga, Spears, Perry, Rihanna.

R&B Junk rating (4.5/5) :

Un album che sfiora la perfezione. Certamente uno dei migliori album di questo 2011.

Ci tengo in questa recensione a fare una pubblicità particolare al nostro Forum di Beyoncé. Infatti in Italia non esiste un forum dedicato a Beyoncé così attivo e così ricco di informazioni e fans come il nostro! Insomma, per Beyoncé siamo al no1 nel paese, e sin dagli esordi del Blog, nel bene e nel male, abbiamo sempre molto parlato di Bey! Dunque, non indugiate ulteriormente, ed iscrivetevi! Troverete un team di Moderatori preparatissimi, e tutte le novità più succulente riguardanti la Knowles in anteprima!

Come al solito non indugiare a mandarci le vostre “contro-recensioni“, se saranno valide verranno pubblicate (mail)

Ultimo e non da ultimo! Come vedete siamo in piena Beyoncé-Week! Abbiamo indetto un concorso dove è possibile vincere una copia originale del CD “4” cliccate qua per partecipare. Se preferite downloadare il disco e sostenere l’artista allora cliccate sullo sfondo del sito e verrete catapultati in I-Tunes!

131 Commenti

  1. Mi ha molto deluso questo album! Lei ha uno stile di cantare molto floscio e la maggior parte dei pezzi sono delle lagne!!! Rivoglio la Bee dei primi 2 album!!! Quella si che spaccavaaaaaaa

    • Quindi tu definiresti canzoni come 1+1, I Care, Party, Rather Die Young, Start Over, Love On Top, Countdown, End Of Time e Run The World delle lagne? lol

      • Da Beyoncé pretendo che faccia pezzi R&B come ha sempre fatto! Ormai penso che abbia lasciato questo tipo di musica…Sono lontani ormai i tempi di “Crazy In love” e “Deja Vu”.

  2. Mi dispiace ma questa volta mi trovo fortemente in disaccordo, addirittura che sfiora la “perfezione”????Non ci siamo proprio non c’è un brano che potrebbe diventare uno di quelli storici che in teoria questa star dovrebbe creare dato che in questo sito Beyoncè viene decantata come una di leggenda, di leggendario questo album non ha assolutamente niente!!!Tutte canzoncine più o meno orecchiabili, ma niente che ti arriva al cuore o che ti scuote l’anima!!!! Mi dispiace dire questo perchè io l’adoro veramente ho tutti i suoi cd e dvd, ma questa volta mi ha deluso!!!!!!

  3. Mi dispiace per Beyoncé ma questo album non è ai livelli dei precedenti…molto deludente secondo me! nessun pezzo che spacca a parte Run this world..molto flosciaaaa!!!! Rivoglio la Bee R&B che spaccavaaaaaa!!!!

  4. Ragazzi è un capolavoro….lontano da ogni moda del momento…in cui una grande artista raggiunge livelli altissimi, grande professionalità, dimostrando di amare la musica….grande!

  5. è STUPENDO. Semplicemente stupendo. Sono così felice che nonostante la fama, Beyoncé non sia sprofondata nel baratro del commerciale! Lei ed Adele e pochi altri fanno restare in piedi la musica di adesso <3

  6. + o – sono d’accordo con la recensione. La mia preferita è in assoluto COUNTDOWN!!!! Subito dopo la bellissima BEST THING I NEVER HAD, e poi I WAS HERE (stupendissima). Molto molto belle sono anche START OVER e I CARE. Molto carine sono anche LAY UP UNDER ME,SCHOOLIN LIFE,END OF TIME,RUN THE WORLD,carine sono I MISS YOU,1+1,PARTY,RATHER DIE YOUNG e LOVE ON TOP,e l’unica che non mi trasmette ASSOLUTAMENTE nulla è la bonus track DANCE FOR YOU.

  7. La recensione è S T U P E N D A! Sono d’accordo con tutto quello che è scritto; sono veramente felice per Bee di questo successo! E uno degli album più belli che ho sentito in tutta la mia vita!
    Per il momento mi piacciono tutte… Un po meno “Rather Die Young”.
    Beyoncè è veramente da ammirare!

  8. Ho letto parecchi commenti..scusate ma che c’entra Beyonce coi Beatles??..sono due generi completamente diversi e poi ognuno ha i suoi gusti..è come se nel commentare l’album di Lady GaGa uno dice “sì bello ma i Led Zeppelin sono più bravi”..

  9. Una precisazione..i Beatles e Michael Jackson hanno entrambi venduto più di un miliardo di dischi con la differenza che l’ultimo ha pubblicato meno album..il gruppo che ha venduto di più dopo il quartetto di Liverpool sono i Pink Floyd..e anche se so che può fare venire il mal di stomaco dopo i Led Zeppelin e gli ACDC ci sono i Backstreet Boys..purtroppo parlano i numeri..

    • ma infatti le persone che stanno prima dei BB sono nella storia con dei capolavori…non importa delle vendite (che non hanno pari) tutti loro sono la VERA storia…NON LE SPICE GIRL!!!!!

    • Portiamo rispetto per le Spice che erano,sono e saranno IL gruppo POP femminile.
      *POP poichè ci sono stati gruppi femminili più poderosi come le Supreme ma il loro era un altro stile.
      Chiarito questo… a me questo album non mi ispira. Mi piace solo Best Thing You Never Had per il suo sound diciamo Beeesco.
      Spero in Jojo,Kelly Clarkson e Mary J Blige.

  10. Recensione SPETTACOLARE!Mi è piaciuta da matti!Amo Beyoncè,l’ho sempre amata e la ringrazio per avermi/averci regalato questa perla di album!*Go Bee*

  11. E’ il mio disco del momento.
    Lo adoro solo per il fatto che non è piegato alla dance del momento e chissà che, anche grazie a Beyoncé, ci sia un cambiamento di tendenza nella musica che “va di moda”.
    La mia preferita per ora è “I care” ma apprezzo moltissimo anche “Love on top”, “I was here” e “1+1”. E poi mi piace parecchio anche “Run the world (girls)”: particolare ma coinvolgente.

  12. Il miglior disco dell’anno dopo l’inarrivabile “21” di Adele..e sono ormai sicurissimo che il tanto discusso “leak” anticipato è stata un’operazione fatta ad arte e studiata a tavolino..

  13. A me “4” non è piaciuto. Adoro B, ma questa volta mi ha deluso… E’ stato un crescendo fino a “I Am…” peccato! Spero che nel prossimo album sarà in forma come prima :)

  14. Vabè la riscrivo come al solito la mia…

    Per quanto io sia molto pop e poco rnb questo dico mi ha conquistato, per me è stupendo. Se I Am era estremamente furbo e Bee non veniva fuori (quei pezzi li avrebbe potuti interpretare anche un’altra) qui Bee sgancia delle pure perle dove mostra tutta la sua superiorità vocale ed interpretativa insomma la sua unicità.
    Mi trovo sulla stessa linea di pensiero di Junkie, amo follemente Love on Top ma lo amo tutto, anche la sesta traccia dove io non ci trovo nulla di freddo, anzi credo sia tutta da scoprire… Per mio limite personale non digerisco bene come le altre “party”, io purtroppo non vengo rapito, la apprezzo xké è di ottima fattura però se dovessi tagliare qualche pezzo butterei fuori questo e Run The World che mi ha stancato. Bee ha mostrato un enorme coraggio, andando completamente controcorrente e dedicandosi a quello che le è venuto più naturale: un disco sincero, sentito e R&B. E non dimentichiamoci di Dreaming, bonus track contenuta nella versione giapponese del disco che è da brivido. Bravissima Bee, 4 il suo più ben riuscito album di sempre (secondo me).

    _Loray_

    • Ho comprato la versione deluxe Giapponese solo per quella traccia XD !!!
      Ma sono sicuro che ce la ritroveremo anche in occidente … in qualche una delle 15 riedizioni dell’album che la casa discografica ci propporrà …

  15. Invece io non concordo con Junkie su Rather Die Young…A me questa canzone dal primo ascolto mi ha fatto impazzire…Quando la ascolto mi immagino uno scenario stile anni 70 e ci vedrei benissimo un video ambientato in quell’epoca…Quindi per i miei gusti ha fatto benissimo a metterla….Le mie preferite dell’album sono:I Miss You,Rather Die Young,Best Thing I Never Had,Run The World.

    • sì anch’io l’adoro, è dolcissima e ha un sound stupendo
      forse l’unica ”pecca” è che ripete le stesse cose nel ritornello, però è sempre bella

      Party non avrei inserito -_- e ci avrei messo dreaming

    • non lo so, la trovo noiosa..nn mi è piaciuta già dalla preview..sarà che comunque nei duetti la preferisco con suo marito(Crazy In Love, Déja vu *_*)

  16. l’album è bellissimo! ma x quanto bello secondo me parlando in generale è inferiore a Born This Way e anke Femme Fatale, xò dico ke non si possono fare paragoni tra un album elettronico (BTW e FF ) e uno organico ( 4 ).. io all’album darei 3.5/5 anke se si poteva dare benissimo 4/5 se solo non ci fossero stati i punti deboli del disco ( Party e Raher Die Young ), a cui avrei sostituito qualke singolo in stile RTW, EOT … ma dato l’insuccesso di Run The World ( ke x me è una delle più belle dell’ anno ) forse hanno preferito inserire una maggioranza di brani lenti anzikè le uptempo…
    in conclusione se proprio vogliamo fare paragoni allora possiamo paragonare 4 a 21… e penso ke il primo è superiore xke ha più possibili hit quali I Was Here e End Of Time e tante altre…
    mentre si può paragonare BTW e FF xke sono 2 album dello stesso genre ma con sfumature diverse… il primo unisce dance con heavy metal, musica gotica, glam rock, art rock, disco ecc…
    l’altro unisce dance a dubstep e musica dei 90’s…
    in conclusione fin ora tra gli album di artiste donne usciti nel 2011 i migliori ( secondo me ) sono:
    -Born This Way (5/5)
    -Femme Fatale (4/5)
    -4 (3.5/5)
    -21 (3/5)

    • Rimanendo basito dalla tua classifica ti dico che non è che dopo l’insuccesso di RTW hanno messo più pezzi lenti..dell’insuccesso se ne è fregata, l’album era così anche prima, anzi c’è addirittura chi dice che il leak dell’album sia stato volontario per far vedere che RTW non rappresentava quello che ci sarebbe stato in 4

      • Io invece concordo con il tuo parere anche se sinceramente Femme fatale lo metterei sotto 4 ma sopra 21 ma solo perchè in Femme fatale è presente il mio genere preferito cioè il Dancepop ma c’è anche da dire che 21 ha dei brani stupendi tra cui Someone like you che vale già mezzo femme fatale a mio parere… io comunque penso che bee avrà le sue soddisfazioni anche in termine di singoli.

  17. Riascoltandola Love on top non è poi così male anche se a me dice molto meno di altre, vorrei dare una nota di merito a I Care che è stratosferica, il modo in cui Bee duetta con la chitarra elettrica col suo falsetto è fenomenale! Sono rimasto estasiato da I Care, speriamo ci siano almeno altri 4-5 singoli!
    Bee è tornata e la promozione potrebbe essere lunga come quella del 3 disco!

  18. una delle poke volte che mi trovo d accordo con il moderatore album bellissimo ogni pezzo brilla di originalità e qui bee ci ha messo dalle ballate ai pezzi urban all inizio tutti pensAVANO CHE BEE FLOPPASSE E INVECE IO SENTO ARIA DI VENDITè LEI VENDERà PERCHè QUEST album e puro capolavoro

  19. non piacendomi il genere non posso dare un voto però mi piacciono love on top run the world i was here e end of time gli altri non poi più di tanto rimango dell’ idea che la voce di beyonce è bellissima e se la voce fosse stata di qualcun altra probabilmente mi sarebbe piaciuto di meno …. comunque sia auguro il meglio a honey bee (per me lei è honey bee :) ) che mi rimane molto simpatica

  20. Adoro quest’album… finalmente la sento osare di più, fare qualcosa di diverso e mi piace moltissimo!!! Che ci fosse grande talento in questa artista l’ho sempre saputo, ma ora so anche che ha il coraggio di osare e questo la eleva a livelli ancor più alti.

    Brava Brava Brava!

    Complimenti anche per la recensione del disco, davvero pregevole! Ottimo lavoro!

  21. RECENSIONE PERFETTA !!! NON HO ALTRO DA DIRE … ”LOVE ON TOP” E’ DAVVERO QUALCOSA DI FENOMENALE E ”SCHOOLIN’ LIFE” POTEVA DAVVERO BENISSIMO RIMPIAZZARE QUALCHE PEZZO NEL DISCO MAIN INVECE DI ESSERE RELEGATA A SEMPLICE BONUS TRACK … MA NON MI MERAVIGLIEREI SE USCISSE COME SINGOLO LO STESSO … ANCHE ALCUNE BONUS TRACKS DEL PROGETTO PRECEDENTE SONO STATE USATE COME SINGOLI …

  22. BTW ha preso 4.5 per il suo genere…e 4 lo ha preso per il suo di genere…album da 5.5 non esistono perchè la perfezione nn è di questo pianeta senò vi sarebbero piaciute tutte le canzoni all istante…vi pare?

    • Sono d’accordo con i giudizi severi ma se BTW fa 4/4 allora “4” non può che avere 5/5 no? Al di là del genere mi pare un po uno sproposito mettere sullo stesso piano BTW (che è comunque per me da 4/5) e 4, visto che per me il secondo vale molto più del primo, ma cosa più importante è che mi pare di capire che questo sia anche il pensiero di chi ha scritto la recensione, che forse non si è voluto sbilanciare troppo per non far ripetere le vergone fatte dai fan di Britney che non potevano accettare un parere diverso dal loro.

      • ma giuseppe se per TE non lo è mica lo deve essere anche per gli altri…pure rolling stone e altre riviste hanno dato un voto piu alto a BTW, vagli a dire di cambiarlo…

      • per me le recensioni dei critici valgono quanto le opinioni di ciascuno di noi (quindi anche di junkie), ma visto che si è introdotto l’argomento recensioni e punteggi, ti voglio postare due link dal sito di metacritic, la “Bibbia” (lo metto tra virgolette perchè ripeto, per me la critica non potrà mai essere una cosa del tutto oggettiva) delle recensioni, che raccoglie decine, centinaia di recensioni di fonti illustri, ed elabora un punteggio medio :)

        http://www.metacritic.com/music/4-2011/critic-reviews metascore (critic reviews) 74, user score 8.3

        http://www.metacritic.com/music/born-this-way metascore (critic reviews) 71, user score 7.0

      • Ma cosa c’entrano i Beatles? E dove sta scritto che loro siano superiori a Beyoncé solo perchè ai loro tempi erano più commerciali della pasta in offerta al supermercato? Se 4 è da 5/5 i Beatles possono anche avere un voto inferiore non muore nessuno……

      • Per piacere giuseppe!!!!….PER PIACERE!!!…
        beyonce non è neanche un unghia dei beatles, loro sono STORIA della musica!.

      • “Se 4 è da 5/5 i Beatles possono anche avere un voto inferiore non muore nessuno……”

        da che pulpito che stai avendo una crisi mistica perchè un disco di lady gaga ha lo stesso voto di uno di beyonce -_- e mi vieni a dire “non muore nessuno se i beatles hanno un voto INFERIOREEE”???…OMG

      • Beyoncé non è un unghia dei Beatles? In termini di vendite è verissimo ma in fatto di talento credo sia il contrario..si loro hanno fatto la storia ma ripeto hanno avuto la fortuna (e non li sto certo criticando) di fare musica che nel loro periodo piaceva ed era molto commerciale..al giorno d’oggi credo non avrebbero fatto tutto quel successo..insomma sono stati i più apprezzati del loro periodo saranno stati bravi quanto vuoi ma se parliamo di talento (e non possiamo fare altro visto che parliamo di artisti diversissimi che hanno vissuto in un tempo diversissimo) Beyoncè se ne esce a testa alta, altissima. Poi x quanto riguarda il genere sono gusti. Poi (e magari non sarà questo il caso) non sempre gli intoccabili che hanno fatto la storia se lo meritano davvero. Quindi se si può paragonare Ke$ha a Beyoncé A VOGLIA se si può paragonare Beyoncé ai Beatles…

      • OMG…OMG O.O
        stai scherzando?!..
        non capisci NULLA di musica , vatti ad ascoltare imagine, let it be, yesterday,hey jude,i want to hold your hand…ma ce la fai???!!..
        cosa cavolo centrano le vendite..ma chi se ne frega qui si parla di PERLE , POESIA, arrangiamenti che hanno rivoluzionato la musica !..IGNORANTE!!

      • Si vabbè di perle e di poesie magari mi vieni a parlare quando cambi nickname (sai uno che si chiama gagaqueen e mi viene a dire che Beyoncé non è un unghia dei Beatles, delle poesie, delle perle..non mi sembra molto credibile…). Cmq complimenti x il rispetto dei gusti altrui, che non sempre amano chi dalle masse viene definito rivoluzionario, mitico ecc..ma magari guarda altri aspetti x valutare un artista (di un testo poetico mi importa quanto di un rotolo di carta igienica, prima metto altre cose, ma se tu la pensi così ti rispetto, spero che lo faccia anche tu…)

      • ma cosa centra il nickname??!!..nemmeno gaga vale un unghia dei beatles. MA STIAMO SCHERZANDO? MA VAI A STUDIARE!.
        METTO PRIMA ALTRE COSE DI UN TESTO POETICO? ..ripeto che di musica non sai NULLA

      • ma cosa centra vocalmente???…e cosa stai dicendo??!! agli inizI??? non hanno inniziato nell’anno 0 ,
        OMG..questa è IGNORANZA MUSICALE ALLE STELLE!..
        ma poi mariah carey ha venduto piu dischi di elvis presley??…ma quando mai??!!!
        ma neanche MJ…!!!
        primi ci sono i bretles dopo elvis e dopo di che MJ, mariah cosa centra??..ci sono ancora prima gli ABBA, QUEEN, LED ZEPPELIN!!
        poi ti pare che Billie Holiday possa cantare come beyonce??..ovviamente NO, ma beyonce NEANCHE UN UNGHIA DELLA SIGNORA DELLA MUSICA…..NIENTE, NADA! e cosi come tutte le popstar di qui parliamo tutti i giorni

      • a ignorante!! elvis presley ha venduto 1 milliardo di dischi!!…mariah 200 millioni!!!
        i beatles 1 milliardo e mezzo, MJ 700 millioni, dopo di che gli ABBA, i QUEEN , e i LED ZEPELLIN…mariah sta lontanissima da loro!!

      • E no gagaqueen! Guarda che qui la figura dell’ignorante la stai facendo tu, altroche! E’ vero che i Beatles hanno fatto la storia della musica e hanno avuto un successo enorme, non lo metto in dubbio. Però se dovessi giudicare i Beatles e Beyoncè dal punto di vista artistico e assolutamente oggettivo posso dirti che non sempre le produzioni dei Beatles riescono a uscire a testa alta da un confronto con quelle di Beyoncè. Per cominciare i Beatles per il tempo che fu facevano una musica abbastanza commerciale e masticabile dalle masse, questo è un dato indiscutibile: poi che anche la musica commerciale possa avere un gran valore artistico è un altro paio di maniche, e si deve comunque riconoscere a questo gruppo. Ora non fraintendermi perchè come mi piace Bee, mi piacciono molto anche i Beatles. A parte che vocalmente parlando non si può fare un paragone, ma anche del livello musicale ci sarebbe molto da dire. Se parliamo di “I Am… Sasha Fierce” sono d’accordo, perchè quest’album è veramente troppo commerciale. Ma se comincio a citare DIL, B’day, 4 e per non parlare dei MERAVIGLIOSI album con le Destiny’s Child il confronto e più fattibile e secondo me potrebbe pensere dalla parte di Beyoncè. E così se tu mi scrivi let it be, yesterday, hey jude, i want to hold your hand io replico dicendoti Speechlees, Be With You, Listen, Resentment, Deja Vu, Disappear, I Care, Rather Die Young, Love on Top, If (con le destiny’s tanto per citarne una) e potrei continuare! Solo perchè i tempi sono cambiati non significa assolutamente che non si possa trovare un artista talentuoso e di pari valore rispetto a quelli delle vecchie generazioni. Beyoncè è un caso che ci dimostra tutto ciò. Poi se vuoi continuare a dare dell’ignorante e dello stupido a chiunque abbia un’opinione diversa da quella tua, fa pure, non è di certo un mio problema. Ma qui chi sta facendo la figura dell’ignorante, oltre che del maleducato, sei tu.

      • non tutti c’è gente che pensa che kesha canti meglio di beyonce…la cosa è la stessa,perchè la gente non è sempre preparata musicalmente…i beatles sono nella storia hanno cambiato la musica hanno fatto canzoni che rimarrano per sempre…beyoce non si avvicinerà mai ad una cosa del genere.
        “Rolling Stone i Beatles sono i più grandi artisti di tutti i tempi”
        ..silenzio per piacere

      • Gagaqueen oggettivamente parlando io non trovo nella discografia dei beatles una canzone più bella di Love On Top… Vedi tu se riesci a farmi un confronto che regga.

      • omg…-_-
        vatti a vedere le classifiche delle migliori canzoni di SEMPRE e vedi quante canzoni dei beatles trovi nelle posizioni piu altre e ascoltatele..perchè non sai nulla di musica.

      • Gagaqueen ma come è che tu ogni volta per portare acqua al tuo mulino citi sempre le classifiche altrui, i critici, Rolling Stones (che proprio dopo questa altro che silenzio….), perché non dai ai delle motivazioni tue? Perché non ce lo spieghi tu cosa hanno i Beatles che non avrà mai Beyoncé, magari senza darci degli ignoranti?

      • Ma anche no. Ti posso assicurare che di musica ne capisco. Love On Top è una produzione di eccellente fattura: non solo la voce di Beyoncè è portata a un livello superiore, ma la produzione è di ottima fattura. E’ ispirata alla musica degli anni 50, un tributo dichiaratissimo ai Jackson 5. Se non riesci a capirne le sfumature e la perfezione, mentre l’unica cosa che sai fare è dire “OMG” e commentare dicendo che la gente non capisce niente di musica, fatti una cultura sulla musica R&B e Soul, analizza il pezzo “Love On Top” e poi ne riparliamo.

  23. Come al solito Junkie le tue recensioni sono le migliori…precise, oggettive quanto bastano, ottima recensione! Io ho appena finito di scrivere la mia…questione di giorni e te la invio xD
    Parlando dell’album la mia top 3 è
    1) End Of Time
    2) Countdown
    3) I Was Here
    La mia worst 3 è
    1) I Miss You
    2) Dance For You
    3) Schoolin’ Life

  24. Bellissima recensione. Sicuramente Bee ha creato un disco inaspettato. Preciso, in cui nulla è lasciato al caso e in cui tutto è studiato nel dettaglio. Vocalmente Bee ci mette sicuramente più del suo e secondo me molte delle canzoni del disco con un’ altra voce apparirebbero inutili e vuote. Beyoncè unisce l’ emotività della musica black e la perfezione tecnica del canto per ciò che è. La sua interpretazione riempie molte canzoni rendendole capolavori unici anche nelle canzoni in cui non tocca note altissime riesce comunque a far rizzare i peli delle braccia.

    Le mie tracce preferite sono 1+1, Best thing I Never Had, Start Over, Love On Top, End Of Time, I Was Here mentre Who Run the World inizialmente non la amavo ma con gli ascolti e il video ha guadagnato molto in fatto di apprezzamenti. Anche Party sta crescendo con gli ascolti.

  25. E finalmnte sta recensione è arrivata!!! Sono d’accordo con quasi tutto ma dai 5/5 se lo meritava!!! Insomma dopo tutte queste belle parole lo stesso voto di BTW? MA SCHERZIAMO? Sbaglio o Beyoncé è la salvatrice? Gaga non ti aveva un po deluso? E poi stesso voto? Non è che dopo FF si è cercato di evitare questioni con i fans?? 4/5 per BTW è un ottimo voto ma 4.5 come “4” no dai..mi è piaciuta molto la descrizione di Love On Top, come per dire “Bitches you can’t do this, die with this” xD Ora non possiamo che pregare x delle buone vendite se vogliamo che anche 5 sia così bello!

    • Ahaha che simpaticone! A questa recensione posso solo aggiungere che sono molto felice che in 4 ci abbia messo più estensione (c’è la sua nota più bassa e la seconda più alta) e anche molte note di petto che si è risparmiata nell’ultima era e che ora spero di sentirle fare anche live. Ha sperimentato con la voce, ha mostrato più sfumature nel timbro e si è riconfermata (ma c’era bisogno?) di gran lunga la migliore di oggi, almeno vocalmente. Le canzoni sono tutte meravigliose e apparte una o due sono senza tempo e secondo me sarebbero state hit 20 anni fa meglio che oggi, e Beyoncé avrebbe dato filo da torcere a Whitney e Mariah, e se oggi con le vendite non è in grado di fare lo stesso con Lady Gaga e Adele me ne farò una ragione. Che altro dire? Auguro almeno 6 milioni di copie a 4 e tante belle esibizioni live nei prossimi mesi, non sei d’accordo?

  26. Grandissima recensione, si vede che chi l’ha fatta ama la musica, vive la vita insieme alla musica e la musica non è solo un passatempo per lui! Bravo Junkie, recensione molto buona! Anche se io trovo che i pezzi migliori siano comunque
    – I Was Here che mi fa pensare a mia madre, anche se il testo parla di una persona venuta a mancare, boh non so dire il motivo preciso per cui me la ricorda!
    – Countdown che deve essere singolo, penso sia in termini di tormentone+ricercatezza+musica senza tempo la nuova Hips don’t lie (e fidatevi che per uno che quella canzone l’ha ascoltata più volte e che pensa sia una delle migliori canzoni del decennio scorso è un complimentone)
    – End of time
    – I care

  27. Se devo essere sincera l’unica canzone che mi piace proprio onestamente e incondizionatamente è I Was Here (che sarà commerciale, come dite voi, ma è bellissima e penso che anche il testo sia profondo). Forse non sarò capace di capire la raffinatezza di queste canzoni (anche se alcune di esse tuttavia mi piacciono: Rather Die Young, I Care e altre), ma non mi soddisfano.

  28. Penso che l’Album attiri perchè sia diverso dal resto, se circolava questa tipologia di musica non so quanto avrebbe spiccato. Purtroppo dopo ripetuti ascolti continuano a piacermi sempre di più I Was Here, Love on Top (dove però credo urli troppo) Best Things I Never Had e la mia preferita che è Schoolin’ Liv che davvero poteva essere inserita nell’album base, tutte le altre canzoni non mi prendono e non mi coinvolgono, in 1+1 riesce a darmi fastidio la sua voce, ostentata, gridata (ed è difficile visto che è una delle voci del panorama musicale che mi piace di più). Comunque siamo stati tutti pronti a dire che GaGa scopiazzava ma anche Bee tra rivisitazioni e ripescaggi di demo non scherza, ma adoro entrambe lo stesso, dopo tutto chi ha mai detto che far rivivere il passato sia negativo? Mio voto personale a “4”: 3.5

    • Però mi da molto fastidio leggere termini come”musica di qualità” e “musica spazzatura”.Innanzitutto chi stabilisce quale è di “qualità” e quale “spazzatura” e secondo quali criteri? Il parere è soggettivo, penso che aleggino un pò troppi pregiudizi sulla musica Pop, invece secondo me è la più difficile da creare.

      • non è affatto vero, questa è una frase vuota, priva di significato :)
        non relativizziamo tutto, diverse delle cose presenti in 4 ci vogliono le palle, e grande cultura musicale e maestria compositiva per scriverle e arrangiarle.
        Se solo consideri gli arrangiamenti vocali del disco, ti rendi conto dei riferimenti alti e perfino dotti che hanno mosso il lavoro di Beyoncé.

      • Io non ho detto niente nei confronti dell’album, ho detto solo che vi sono pregiudizi verso la musica pop, appena qualcosa non è pop è subito “musica di qualità”, 4, 21. Secondo me la musica di qualità e quella spazzatura non esistono, come può essere priva di significato una mia idea ! E continuo a dire che la musica pop è la più difficile da creare, questo genere deve piacere a una più ristretta cerchia di persone rispetto al pop che invece deve piacere a tutti, ed è difficile far piacere la propria musica a tutti, infatti è per questo che ritengo che per esempio i singoli di Born This Way non si sono piazzati alla uno come al solito, perchè GaGa ha fatto musica che piace a lei e non che piace a tutti.

      • Guarda che non ci vuole assai a capire cosa piace alla “massa”, la massa procede per tendenze, e quindi è molto più facile da prevedere e indirizzare. Ci sono alcune molle, alcune dinamiche molto ben conosciute da chi produce la musica commerciale. Mica procedono dal nulla, dovendo CREARE qualcosa dall’ignoto :)

        E i singoli di Gaga erano particolari e per questo non sono piaciuti a tutti? ahahhahaha :D scusami, ma questa cosa poi………Born This Way era così risaputa da sembrare la copia di Express Yourself con un tocco di Scissors Sisters, Judas era la brutta copia frullato dei tormentoni gagosi del disco precedente, fatta in una maniera svergognatamente palese e se permetti anche un bel po’ scemotta, e Edge Of Glory è un motivetto su arrangiamento truzzodance che richiama (e con questo sono buono…) A Song For The Lonely di Cher.

        Sono state tutte scelte estremamente commerciali e fatte per compiacere il grande pubblico.

        Il pop può produrre delle cose MOLTO elevate e complesse musicalmente, come tutti i generi. E’ stupido avere pregiudizi nei suoi confronti. Ma non è il caso delle canzoni di Gaga di cui abbiamo parlato :)

  29. Considerato che è una recesnione e che ovviamente non metterà d’accordo tutti, è ben redatta, chiara ed esaustiva. Non sono solo d’accordo su questa tendenza a considerare per forza il POP lo scalino più basso della musica. E’ certamente il genere di più facile ascolto ( se non non si chiamerebbe POP), ma non per questo dobbiamo adottare un’attitudine così acuta di “intenditori musicali”. Questo è solo per giustificare IASF, che è un piatto su cui si inizia a sputare, ma ci abbiamo mangiato tutti dentro per un bel po’ di tempo.

    • Ci avrai mangiato tu forse nel piatto di I Am Sasha Fierce, perchè molti di noi fan (me per primo) ci siamo disperati per quanto ci facesse cagare parte di quel disco :)
      Nemmeno gli ottimi risultati commerciali ce l’hanno fatto amare, ed eravamo terrorizzati dall’idea che continuasse su quella strada. Stiamo vivendo questo disco come una manna dal cielo.

      • Ahahah :°D quoto tutto. Alcune canzoni di I Am Sasha Fierce erano davvero tremende, un album comunque piacevole ma che in confronto a “4” non ha proprio niente a che vedere….

    • Ma può anche essere che VOI fan la pensiate così, ma l’idea è ” ora abbiamo 4, IASF diciamolo pure che faceva davvero cagare”. Rimango dell’opinione che in un modo o nell’altro tutti ci abbiamo mangiato, TUTTI e che non va nella scatola del reciclo ma solo per una questione di rispetto. Poi per carità, se ti vuoi prendere la responsabilità di dire che TUTTI la pensano come te fai pure. Non c’è niente di male a preferire 4 a IASF, ma buttarci su Me**a è un’altra storia. SEMPRE UNA MIA OPINIONE.

      • non ho detto che TUTTI la pensano come me (e molti di noi) nè che dovrebbero TUTTI pensarla così :)

        ho detto che non è AFFATTO vero che ci abbiamo mangiato TUTTI, come tu continui a ripetere. C’è gente che l’ha odiato allora e coerentemente lo odia adesso, e quindi ha tutto il diritto di affermare che 4 è di tutto un altro livello.

      • L’ho scritto duemila volte anche in questa stessa traccia e in altre aperte in questi giorni, finirei per ripetermi :)

        Sinteticamente ti dico che le uptempo mi facevano tutte cagare a parte Why Don’t You Love Me che adoro e Single Ladies che trovo dignitosa nonostante non valga quanto nessuna di quella presenti in B’Day (a mio parere), e alcune della ballad, comprese Halo e Ave Maria le trovavo davvero tamarre, plasticose, insignificanti e indegne di Bee.

      • Se non altro ho capito, tanto furore:) Ci troviamo d’accordo su Why don’t you love me che me doveva entrare di diritto nella versione standard dell’album.

  30. Cd stupendo … Sono praticamente d’accordo con la recensione fatta da te (per una volta) … I brani sono tutti magnifici … Rather Die Young non ha conquistato nemmeno me per il momento … Invece i miei brani preferiti sono Best thing I never had, End of Time , Dreaming (bonus giapponese) , Countdown e I was Here .

  31. io avrei dato un 5/5 all’album non solo per la qualità , ma anche per il rischio e l’originalità!traccie come Run The worl non si sento da nessuna parte!

  32. a tutti piace Love On Top e come non dovrebbe, è una canzone stupenda, allegra..con una cove di Beyoncè specie negli ultimi ritornelli FANTASTICA

    comunque io trovo i Was Here la meno commerciale sia per il testo che per la melodia =)
    Pary a me non piace, magari con qualche ascolto..comunque è un capolavoro di album..questo è il primo di Bee che mi piace x ntero

  33. bellissima recensione a parte un po’ di cose di cui non sono d’accordo:
    -rather die young a me piace molto
    -best thing i never had è la canzone più commerciale non i was here
    -sono assolutissimamente soddisfatto per la scelta di RTW come primo singolo, non mi interessa dei risultati deludenti, le classifiche ADESSO parlano

  34. Secondo me è un album da 5 su 5, non capisco come possa aver ottenuto un 4,5/5 come Born This Way di Gaga, che continuando ad ascoltarlo lo trovo sempre più difficile da digerire, da ascoltare da apprezzare per il lavoro di Gaga nel creare un album comunque degno di questo nome. “4” è qualcosa di magico, ti catapulta in un’altro mondo, ti trasporta, ti culla, ti fà ballare, impazzire, piangere… E’ questo quello che voglio ascoltare!!. Seppur BTW mi piaccia molto come album, non ci sono paragoni con questo capolavoro di album che rimarrà nella storia. v.v

  35. Concordo in pieno, specialmente con run the world che all’inizio mi ha un po’ stranito ma dopo qualche ascolto lo apprezzata di più :)
    Devo dire che Beyoncè con quest’album mi ha piacevolmente sorpreso, forse mi aspettavo qualcosa di più commerciale… invece è uscito qualcosa di molto meglio!
    Bellissima la recensione, complimenti! ^^

  36. Su un’altra cosa non sono d’accordo: Dangerously In Love mostrava tante Beyoncé diverse, “quante cose so fare”?

    Ba……a me pare un disco molto omogeneo stilisticamente…..Sicuramente molto più omogeneo di 4. E’ fatto per una grande percentuale di ballad e midtempo rnb classiche in cui Bee usa la voce pressappoco sempre alla stessa maniera.

    Ma si sa che io non amo particolarmente DIL……che anzi fu una brutta delusione per me :) Però anche qui sono opinioni soggettive…

  37. Assolutamente d’accordo per la definizione “capolavoro” per Love On Top.

    A mio parere, il miglior pezzo dell’intera discografia di Beyoncé.

    Oltre alla sua più impressionante prova vocale su disco.

  38. In realtà Rather Die Young è uno dei miei pezzi preferiti, da tutti i punti di vista, sia musicale che vocale, e lo è stato dal primo ascolto.
    Non solo non lo trovo assolutamente freddo, ma credo che sia una delle perle dell’album, non solo di una raffinatezza incredibile, ma il cui bridge è forse uno dei picchi del disco.
    Adoro lo stacco tra la melodicità un po’ minimale quanto tesa delle strofe e la sferzata del ritornello. E’ un pezzo di una grande complessità musicale, una sintesi perfetta di tante influenze diverse, e anche aperto a molte letture diverse.
    Il bridge e le armonizzazioni seguenti per me sono poi il Paradiso.
    Ma si tratta di opinioni, ci mancherebbe :)
    Dovendo togliere qualcosa dal disco, toglierei Best Thing I Never Had, senza ombra di dubbio.

  39. l album è da 5 su 5 e love on top è qualcosa da brivido..a 3.20 hai la percezione di cosa sia realmente la vocalità e a 3.40 il brivido piu bello ti scorre nelle vene! ottima recensione concordo!!

  40. Giudizi appropriati e oggettivi, nonostante la storia delle tue personali considerazioni sulla presunta freddezza di B, che condivido dando uno sguardo al passato. Concordo pienamente, in tutto e per tutto: un album di classe, di qualità. Recensione fantastica, complimenti!

  41. L’album piú bello del 2011 insieme ad un altro… amo i was here e penso che quest’album sia il piú bello insieme a bday… i am sasha fierce era un bell’album ma nel complesso c’erano canzoni divine e canzoni orrende… in quest’album ci sono canzoni divine e canzoni neutre… bello bello veramente… sono d’accordo x il 4.5

  42. Giudizi appropriati e oggettivi, nonostante le personali considerazioni sulla presunta freddezza di B, che condivido dando uno sguardo al passato. Concordo pienamente, in tutto e per tutto: un album di classe, di qualità. Recensione fantastica, complimenti!

  43. allora senza esser bersaglio di fan assatanati, ma quest’album ha come unica perla il fatto di esser diverso dalla massa. Ma purtroppo è un esperimento non riuscito. Pessimo album come quello della Gaga. Non c’è una canzone che attira. I am sasha fierce era su un altro livello. E non è vero che era semplicemente commerciale. C’erano canzoni pop stupende. Qui invece beyoncè sembra aver voluto tentare altre strade, ma il risultato è pessimo. Niente da dire su voce, talento, sex appeal e bravura

      • infatti non ho detto che è brutto: ho detto non mi piace in quanto credo che bayoncè abbia voluto cercare di fare qualcosa di diverso, ma il risultato non è a mio avviso dei migliori. Fatto sta che almeno non si conforma alla massa e questo è già una cosa Molto positiva

    • è la tua opinione e la rispetto :)

      ma per me I Am Sasha Fierce era troppo, troppo, troppo pieno di merde e robe mediocri. Oltre che di ballad scontate, prevedibili, ruffiane e di dubbio gusto, al limite della tamarraggine neomelodica sia per la scrittura melodica che per la produzione.

      Con quel disco, Bee ha dimostrato di pensare che gran parte del suo pubblico fosse stupido e immaturo.

      Alla fine i momenti belli e raffinati c’erano, ma erano davvero pochi in proporzione.

      Con questo disco sento che finalmente Bee ha capito di poter contare sull’intelligenza e la cultura del pubblico :)

      • quindi non ti piacciono If I Were a Biy, Ave Marie, Borken hearted Girl, Halo solo per citarne alcune??
        stranissimo, poi gusti =)

      • If I Were A Boy mi piace molto, ma fondamentalmente per la sua magistrale interpretazione vocale, il pezzo in sè è banalotto :) Halo mi fa cagare, Ave Maria idem, anzi di più, Broken Hearted Girl mi piace abbastanza ma qualunque ballad (tranne BTINH) di quest’album se la mangia per i miei gusti.
        Purtroppo lo ammetto, raramente amo le ballad pop ruffiane, melodiche e radiofoniche :)
        Le mie ballad preferite di IASF sono Disappear e Satellites.
        L’unica uptempo che mi piaceva davvero era Why Don’t You Love Me.

      • colpo al cuore xD
        è la prima volta che trovo qualcuno a cui non piacciono quelle canzoni..a mio paere sono tra le più belle di Beyoncè, poi io sono di parte perchè mi piacciono le ballate..ma quelle sono magistrali, specie Ave Maria gran testo e gran interpretazione

        sì anc’hio adoro Why Dont U Love Me

      • ti assicuro che se passi sul forum di Bee ne trovi decine di persone a cui quelle canzoni fanno cagare ;) ma anche fuori, ne ho conosciute tante…

        Per carità, se poi a te piacciono, va benissimo così :)

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here