Beyoncé Carter Knowles è appena passata alla storia grazie durante le ultime nominees ai Grammy Awards 2015. La cantante è riuscita a battere Dolly Parton tra le artiste più nominate nella storia delle premiazioni più prestigiose nel mondo della musica.

Pregnant-Beyonce-Knowles-Performing-2011-VMA-Video

Partita come leader delle Destiny’s Child, la sua carriera solista conta ad oggi 5 album in studio, e grandissimi successi globali quali “Crazy In Love”, “Baby Boy”, “Halo”, “Single Ladies” e molti altri.

Il suo quinto album “Beyoncé” non ha ottenuto grandissimi riscontri per quanto riguarda i singoli, tuttavia è riuscito a sottolineare la supremazia di questa cantante nel panorama musicale odierno, ottenendo diverse nominations agli ultimi Grammy.

Tra i 5 dischi della signora Knowles, il più recente a parer mio è senza dubbio quello che meno mi ha trascinato ed emozionato, con una Beyoncé oggettivamente meno coinvolgente a livello vocale, rispetto al penultimo disco “4”, il suo lavoro meno venduto, ma forse il suo più bel disco,  e quello più distintivo della sua carriera. Segno di una musica R&B che sta cambiando?

Dopo esserci occupati delle perle nascoste nella discografia di grandi come Eminem, Rihanna, Usher, e tanti altri, la nostra rubrica 5 canzoni da scoprire va a curiosare nei dischi di Beyoncé.

“Speechless” dal primo album da solista “Dangerously In Love”. Come per Justin Timberlake, anche per Beyoncé, leader delle DC, il debutto da solista è stata una scommessa vincente. “Dangerously In Love” rimane un capolavoro della musica R&B contemporanea, un disco completo e solidissimo.

Da questo album che ha partorito la maggiore hit di Beyoncé, la già citata “Crazy In Love”, voglio proporvi una delle baby making songs tra le mie preferite in assoluto. “Speechless” è a mio modo di vedere la sexy jam più bella della discografia di Beyoncé.

Una vera esplosione di sensualità, una produzione magnifica che ricorda un po’ le baby making songs delle TLC e di Janet Jackson, applicate alla voce di Beyoncé, che per l’occasione veste panni succinti, diventa suadente, calda e fluida, per esplodere su un finale… orgasmico!

“Freakum Dress” dal secondo album “B-Day”. Conquistate le charts con il suo primo album da solista, durante la “B-Day” Era partita nel mese di settembre del 2006, la cantante Texana colonizzava il muiscbiz con la sua musica ed i suoi video.

Infatti questo album ambiziosissimo portava per la prima volta un concept di canzoni (anche non singoli) accompagnati da video musicali! Il successo fu tale che il disco venne ripubblicato con nuovi inediti, ed in quel 2006-2007 Beyoncé era veramente la superstar più forte, acclamata dalla critica e poderosa a livello commerciale.

“Freakum Dress” riproponeva un matrimonio artista-produttore con Rich Harrison, lo stesso uomo che aveva confezionato per lei la smash hit “Crazy In Love”. Una uptempo energetica, mescolanza di R&B e funk, ed alcuni elementi sonori tipici della musica anni ’80. Il tutto richiamava un po’ le origini con le Destiny’s, e nel testo tutto al femminile, Bee incita le sue donne a “mettere il vestito buono”, un vero Diva Anthem, ancora piacevolissimo da ascoltare ad 8 anni di distanza…

“Poison” dal disco più commerciale di Beyoncé “I Am… Sasha Fierce”. Il terzo disco di Beyoncé l’ha catapultata dallo status di R&B Superstar, ad una vera e propria Diva capace di devastare anche le classifiche Pop. Un disco meno focalizzato su un genere musicale, dal quale sono state partorite tra le hits più radio e charts friendly della sua carriera.

Da questo disco brani come “If I Were A Boy”, “Single Ladies”, “Halo”, sono riusciti realmente a tramutare Beyoncé in una vera Regina della musica, incrementando il suo successo anche nei mercati dove l’R&B non è mai stato “sostenuto” più di tanto.

Anche in Italia il riscontro è stato notevole, e benché alcun fans più “urban” storcevano il naso su certe produzioni, questo disco è senza dubbio servito a Beyoncé per farla diventare la leggenda vivente che è oggi.

Da questo disco furono estratti molti singoli, ed abbiamo scelto di proporvi una bonus-track proposta della versione “Platinum Edition” pubblicata nel 2009. Si tratta della midtempo “Poison”, scritta da Johntá Austin, e prodotta dagli Stargate, che in quegli anni firmarono tra le più grandi hits.

“I Care” dal disco più distintivo e vocalmente accattivante “4”. Un regresso commerciale non significa sempre un abbassamento della qualità musicale, anzi, in questo caso specifico è proprio avvenuto il contrario, Beyoncé con “4” ha tirato fuori un disco con i controcoglioni, ma le charts purtroppo non l’hanno mai premiata veramente.

Il capolavoro vocale assoluto del disco è senza ombra di dubbio “Love On Top”, dove la cantante di Houston sfoggia tutte le sue magnifiche caratteristiche vocali, e diventa inevitabilmente lo standard da raggiungere per tutte le altre vocalist attualmente in circolazione. Ma “4” aldilà dei singoli ufficiali è un disco veramente ben prodotto, e trovare falle o difetti negli arrangiamenti e nell’esecuzione è praticamente impossibile.

“I Care” è una canzone avvincente prodotta e scritta da Jeff Bhasker, Chad Hugo dei Neptunes. Lascia senza fiato la parte dal minuto 2:47 quando la voce di Beyoncé si mescola alla chitarra elettrica e viaggia come un autentico strumento musicale…, poderosa.

“Rocket” dal disco visuale “Beyoncé”. Scivolone commerciale con “4”, e ritorno alla ribalta con il quinto album. Beyoncé lascia un po’ da parte l’artista affezionata a determinate sonorità per adeguarsi ai trend, e giocare di più sulla sua immagine, che diventa aggressiva e sessualmente esplicita (criticata da alcuni).

Da brava business woman studia un modo totalmente inedito di pubblicare il disco. Tenuto completamente segreto, il quinto album viene rilasciato a livello internazionale in blocco con tutti i video che accompagnano le canzoni, e senza alcun singolo apripista. Il risultato commerciale è stato esplosivo, e le cifre in poco tempo superano quelle registrare per il disco precedente. In generale lo sforzo a livello vocale è inferiore.

Siamo partiti con una canzone sensuale, e vogliamo chiudere questo primo giro nelle tracks di Beyoncé con “Rocket”. Non è certamente ai livelli di “Speechless”, ma nel bouquet di brani offerti in questo progetto è forse quella che mi ha catturato di più, le sonorità sono quelle di un R&B più tradizionale…

Archiviata la “Beyoncé” era con una re-release rilasciata giusto qualche settimana fa, noi ci auguriamo che il disco numero 6 di Beyoncé possa rappresentare una vera evoluzione della sua musica e della sua voce. Personalmente trovo che vi sia stato un downgrade, anche se evidentemente il mercato l’ha premiata con questo tipo di sonorità.

Questo mini viaggio nella musica di Beyoncé è terminato, ma di certo ci sarà un sequel, visto che c’è veramente tanto materiale da scoprire nella discografia di questa icona…

Qual’è il vostro disco preferito di Beyoncé? Ed a quali brani siete più legati?

  • Pamela

    Il mio disco preferito non può che essere il suo CAPOLAVORO ovvero 4!! Anch’io penso ci sia stato un downgrade con il Visual Album essendosi impegnata più sull’immagine che sulla VOCE.Il suo voler dimostrare ANCHE FIN TROPPO il fatto che avesse ancora un bel corpo dopo la gravidanza,mostrando il suo sedere in ogni occasione possibile e trasformandosi in una donna trasgressiva ed esplicita mi ha fatto veramente SCHIFO.E’ proprio vero che QUANTITA’ NON SIGNIFICA QUALITA’…e se anche un’artista VALIDA COME BEYONCE’ al giorno d’oggi si sia dovuta adattare alle masse ignoranti per vendere di più,allora stiamo messi veramente MALE.Leggere 4 “era APPREZZABILE” mi fà venire LA PELLE D’OCA…qua non bisogna “cercare di capire il Visual Album per capirne la sua bellezza”…QUA BISOGNA CERCARE DI CAPIRE 4!!

  • Chris90

    caro rnb junkie, ho capito che ti è piaciuto tanto 4 e non “beyoncé”, bastaaa, cambia disco, che poi tra l’altro è un tuo parere! oggettivamente parlando sono entrambi dei bei progetti! Beyoncé ha già dimostrato di saper cantare in tonalità alta, rischiava di essere ripetitiva riproponendo lo stesso stile di canto. Non capisco: Madonna e Britney si si presentano con un album commerciale le stroncate, beyoncé ha pubblicato un album meno pop orientato di più sul urban e r&B esprimete: che delusione, blah blah blah, bah! da questo posso dedurre che la maggior parte non ha capito l’intenzione artistica di beyoncé sul suo quinto album.

    In Dangerously in love ho preferito tantissimo be with you, anche quella è sensuale ed struggente allo stesso tempo! a parte che Bee è sempre sensuale, non vedo perché lo dobbiate specificare o accennarlo solo in qualche canzone!
    per quanto riguarda D-bay, mi ha attirato anche a me freakum Dress ma anche Green Light, per non parlare dei video, da urlo,suga mama ed upgrade you.
    In I am sasha fierce, ho preferito molto smash into you, una delle più belle canzoni che ha fatto, non capisco per non è finita nella prima parte! O_o spero che la mettiate nella seconda parte.
    in 4: dance for you, che dire emozionante ed avvolgente ed start over.
    In Beyoncé: mine, Jelous, ed Heaven! molto commovente!

    ovviamente ho adorato anche i singoli rilasciati dai rispettivi 5 album, specialmente baby boy, naughty girl, I was here, halo, If were a boy, broken-harted girl, deja-vu, countdown, ecc.

  • They? My Everything

    Di Beyoncè conosco bene bene solo 4 e Beyoncè.
    Gli altri li conosco a grandi linee.
    Tutte ottime tracce quelle scelte.Poison mi ha colpito particolarmente.
    Da 4 la mia prefertita è I Was Here,ma tra quelle non estratte come singolo I Care è certamente una delle migliori.Comunque sono veramente splendide anche Countadown,1+1,End Of Time,Love On Top…insomma tutte ahahahah.
    Io Beyoncè lo sto apprezzando,amo tutte le sue tracce più vicine ai gusti urban.Flawless,poi,è qualcosa di meraviglioso.
    Beyoncè comunque ormai è una leggenda. Rimarrà scritta nella storia della musica,questo ormai è innegabile.

  • Stephen

    Ci sono persone che sono nate per fare questo e nient’altro. Lei è una di queste! Lei è una delle mie artiste preferite perché è completa, ha praticamente tutto. Voce, ballo, presenza scenica e bellezza stravolgente! Difficile scegliere un pezzo della sua discografia, anche il pezzo fatto con il solo intento di vendere milioni di copie ha una qualità assurda. E’ una leggenda vivente..erroneamente viene spesso paragonata alla nuova generazione di ariste, dimenticando che lei ha più di 15 anni di brillante carriera alle spalle con album di una qualità pazzesca e un mezzo vocale da far paura.
    Da amante della musica non posso non amare lei. Nonostante abbia fatto delle scelte discutibile ultimamente, io penso che con il prossimo disco stupirà nuovamente. Questa sarà, anzi DEVE essere solo un spiacevole parentesi. Mi piacerebbe risentire la Beyoncè di Love on Top prossimamente..

  • Popy

    La migliore per me è quel capolavoro assoluto di i was here <3

  • Lorenzo

    Non so͵ io ho trovato l’ultimo di Bee come il suo migliore e il primo come il peggiore lol.
    Anche io avrei scelto Ave Maria che è una killer track.

  • edoardofieso

    4 era apprezzabile ma non aveva quella scintilla che ha “BEYONCE” anche se canzoni come Love On Top, BTINH, i care, 1+1 sono capolavori vocali. Per I am… avrei scelto piuttosto Smash Into You o Ave Maria (C-A-P-O-L-A-V-O-R-O) e pe Sasha Fierce Hello, Radio. Per B’day si bella Freakdrum Dress ma Resentement? If? Per DIL avete fatto una buona scelta ed essendo l album che conosco meno di bey (so solo 8-9 canzoni) non posso dire altro

    • Pamela

      Potresti spiegare cosa intendi per scintilla? :)

  • edoardofieso

    allora, io non sono assolutamente d’accordo col fatto che l ultimo album sia brutto perché per me e uno dei più bei album rnb che abbia mai ascoltato e, secondo il mio modesto parere, il suo più bello

  • edoardofieso

    beyonce

  • CURTIS

    IL MIO ALBUM PREFERITO è INDUBBIAMENTE DANGEROUSLY IN LOVE, MA IO AMO LA SUA INTERA DISCOGRAFIA, TUTTI HANNO DELLE PERLE, E PER ME LEI è L’ORO DELLA MUSICA DAL 95 IN POI, TRA LE VOCI PIù BELLE DELLA STORIA, TIMBRICA,ESTENSIONE,NOTE BASSE,FALSETTO, C’è TUTTO IN LEI, C’è L’ANIMA DELL’ARTISTA CHE OGGI è MOLTO RARO TROVARE, TECNICA VOCALE, BELLEZZA INFINITA, PERSONA SERIA E PADRONA DI SE STESSA, COLEI CHE HA CONQUISTATO IL MONDO CON I SUOI MERAVIGLIOSI LIVE ( PRE REC A PARTE),VOLENTI O NOLENTI BEYONCé è UNA LEGGENDA VIVENTE, E CHI NON RICONOSCE IN LEI TANTA IMPORTANZA è PERCHè SI RIFIUTA DI CREDERE NELLA SUA ARTE, ACCOSTANDOLA AD UNA SEMPLICE CANTANTE POP ED RNB, NULLA DI ECLATANTE PERCHè IGNARI DI QUELLO CHE FA E CHE HA FATTO BEYONCé CON IL SUO MERAVIGLIOSO STRUMENTO VOCALE, BEYONCé è COLEI CHE DOPO 17 ANNI CONTINUA A ROMPERE IL CULO A CHIUNQUE IN CLASSIFICA E SOPRATTUTTO SUL PALCO, CI TENGO A SOTTOLINEARE QUEST’ULTIMA QUALITà, BEYONCé è UNA VERA E PROPRIA MACCHINA DA GUERRA SUL PALCO, VANTA I TOUR MONDIALI DI MAGGIOR SUCCESSO DELLA STORIA PORTANDO TANTISSIMA MUSICA BLACK RNB E SOUL IN GIRO PER IL MONDO, PORTA ANCHE POP ( SAREI STUPIDO A DIRE IL CONTRARIO), MA IL TUTTO LO PORTA A LIVELLI QUALITATIVAMENTE PARLANDO ABNORMI, SI TRATTA DI UNA GRANDISSIMA PROFESSIONISTA, COLEI CHE HA FATTO DELLA SUA PASSIONE IL SUO SCOPO DI VITA, IO MI SONO SPESSO ARRABBIATO QUEST’ANNO, DA CANZONI INUTILI COME ” 7/11″ E SCELTE LEGATE AL GOSSIP CHE LEI NON HA MAI SFRUTTATO IN TUTTA LA SUA LONGEVA CARRIERA DISCOGRAFICA, SEMPLICEMENTE PERCHè PENSO NON ABBIA BISOGNO DI QUEL TIPO DI PROMOZIONE, HO SEMPRE AMMIRATO LA SUA SOBRIETà RISPETTO AL GOSSIP E ALLE CANZONI SEMPLICI COME ” 7/11″ E SO CHE LEI NON è QUELLA, LEI è COLEI CHE CON LA VOCE ESPRIME LA SUA ANIMA PIU INTIMA E NON QUELLA CHE SI AFFIDA ALLA DISTORSIONE VOCALE PER VENDERE DUE COPIE IN PIù, LEI HA 16 GRAMMY STRA MERITATI CHE LA GENTE AMA METTERE IN DISCUSSIONE, BE PREPARATEVI PERCHè HA TUTTE LE CARTE PER VINCERNE ALTRI 6 CON ” BEYONCé: THE VISUAL ALBUM” ALBUM INNOVATIVO, SIA PER CIO CHE RIGUARDA LA SUA CARRIERA CHE PER LA MUSICA URBAN DEL MONDO INTERO, PROGETTO CHE NESSUNO AVEVA MAI FATTO, QUALITà VOCALI E MUSICALI CHE NON TUTTI COMPRENDONO, IO LA AMO PERCHè NON è MAI PREVEDIBILE, OGNI SUO ALBUM NON è ASSOCIABILE A NESSUN ALTRO ARTISTA, STILE INCONFONDIBILE E IMPRONTA INCONFONDIBILE, NON SI RIPETE MAI, INSOMMA IO LA AMO.

    • Stephen

      Mi togli le parole di bocca :D

  • Veronica

    Diciamo che non conosco tanto i primi 2 album, perché non è la Beyoncè che preferisco..mi sono innamorata di If I Were A Boy.. Quindi commento dal terzo, allora, io avrei scelto Ave Maria che è un incanto e la sua voce è così angelica.. Poi sono stra- d’accordissimo con I Care, pezzo Più CHE MERAVIGLIOSO,vado in estasi ogni volta che ascolto il pezzo dopo il bridge, quando si accompagna con la chitarra.. FANTASTICA! E poi c’è lo zampino di Jeff Bhasker nella produzione che io considero un genio, quindi.. fenomenale. Sono anche d’accordo con Rocket, è la mia preferita di ”Beyoncè”, ma per me il pezzo forte di quell’album è senza dubbio Heaven.

  • Diano Francesconì

    Da 4 potevate mettere tracce ancora più belle di I Care tipo I miss you, Start Over, Schoolin Life
    Da I am… Sasha Fierce idem, Poison non è nulla in confronto a Disappear – Smash into you o Ave Maria (la sua voce in quella canzone è incredibile)
    Da BEYONCE trovo fantastiche anche Heaven o Super Power o Jealous piuttosto che Rocket
    D’accordo con le altre

  • Spiripatico

    “Leggenda vivente”, n’attimo sarà pure brava ma non si può paragonare a Gloria Gaynor, Whitney Houston, Michael Jackson e così via
    Io le canzoni non le conoscevo, ma ho apprezzato solo Poison che viene dall’album che io preferisco e I Care
    Ma le seconde parti degli altri artisti?

  • xoxo

    Poison non m’è mai piaciuta. Le altre le amo, specialmente Freakum Dress