Quando qualcuno riesce ad ottenere dei successi incredibili e sorprendenti è quasi impossibile evitare il generarsi di una polemica. In particolare nel musicbiz odierno, tenuto sotto il rigido controllo del web, è facile che scoppi una scintilla che sia in grado di creare dei nei in una situazione che fino ad un momento prima sembrava perfetta, e questo è quanto sta succedendo ora a Beyoncé. Come sapete, la star ha pubblicato il suo quinto album senza alcun preavviso e lasciando (in un primo momento) l’esclusiva ad iTunes, una tattica strana ma che ha permesso alla diva di ottenere vendite incredibilmente alte, soprattutto se paragonate a quelle del precedente “4”. L’esclusiva concessa ad iTunes ha tuttavia fatto storcere il naso agli altri rivenditori, primi fra tutti Amazon e Target.070213-beyonce-600

L’irritazione dei dirigenti di Amazon e Target è stata tale da portarli ad una drastica decisione: quella di non mettere il disco in vendita. Si tratta di una scelta alquanto insolita e, soprattutto, che porterà molti più danni ai rivenditori stessi che a Beyoncé, ma nonostante questo entrambi sembrerebbero irremovibili nelle loro posizioni. L’unico effetto di questa scelta potrebbe essere percepito da coloro che abitano in paesini un po’ isolati ed in cui non vi sono negozi musicali ben forniti: solitamente chi si trova in queste situazioni acquista musica tramite Amazon, cosa che con questo disco non sarà possibile, tuttavia si tratta di un ostacolo facilmente aggirabile. Cosa ne dite di questa decisione?

  • FALSITA’: Amazon ha solo detto che non promuoverà il disco, mettendolo in rilievo nel sito ma è comunque in vendita.
    Su target invece le cose potrebbero stare così, visto che ancora non si trova, ma capita che da loro arrivi in ritardo, nonostante in passato abbiano sostenuto moltissimo la signorina Carter…

  • Chris90

    quelli di Amazon sono dei gran C****oni!!!!!!! Cavoli loro!!! se avranno un fatturato più basso che nn vengano a lamentarsi!!! poi sinceramente nn esiste solo Amazon…ci sono ben altri store online dove si può tranquillamente acquistare i dischi…

  • simone

    beh oltre a Target, ci sono anche Best Buy e Walmart che vendono CD fisici in America e molti altri e Amazon ha vendite esigue rispetto a iTunes e ai CD fisici a meno che il suddetto album non venga svenduto a 3.99 o addirittura a 0.99 com’è sucesso in passato. Non penso sia una grande perdita per Beyoncé, dopotutto ognuno guarda ai suoi interessi.

  • Diano Francesconi

    Beh da parte loro capisco l’incazzatura e sinceramente non penso si mangino le mani per il fatto di non vendere le copie che potrebbero vendere di Beyoncé.. Gli incassi li avranno anche da altri cd

  • Massimo Coppola

    Le previsioni delle copie fisiche di Beyoncé superano le 100.000 unità solo in USA percui i rivenditori che non hanno voluto distribuire il suo album si sono dati la zappa sui piedi. Le 100.000 copie si vanno a sommare alle circa 275.000 copie digitali per un totale di circa 375.000 copie solo in USA e probabilmente il disco sarà certificato platino copia più copia meno.

    • Spongbob

      Furbo guarda che HDD (Hits dayli double) quando fa le previsioni contano sia quelle fisiche che digitali ;)

      • Massimo Coppola

        HDD ha fatto due previsioni di vendita in questo caso, la prima ad inizio settimana con le sole copie digitali e dava una forbice che andava dalle 250.000 alle 275.000 per poi essere rettificata con una seconda previsone recentissima che contenggiava anche le copie fisiche in vendita solo da venerdì quantificandone più di 100.000 per un totale di almeno 375.000.

    • Spongbob

      Anh ok adesso ho capitp ;)

  • Marty

    Secondo me hanno fatto bene , perché dare l’esclusiva solo ad iTunes è un tantino ingiusto , almeno secondo me ; ma Bee non si deve preoccupare , tanto venderà lo stesso , amazon e target si o no

  • Marco Zagaria

    non sono nessuno per giudicare ma credo che amazon e target abbiano fatto una scelta comprensibile

  • Faggiollo

    Quoto isaac20, è logico che non se ne siano stati con le mani in mano. Non è questione di apprezzare o meno Beyoncè e/o il suo nuovo disco, è questione che, come già detto, se tutti fanno così le cose non funzionano più.

  • PugliaR99

    Non ci trovo molto senso in quello che hanno fatto. Comunque è uno vuole un album non è che senza Amazon non se lo prende, esistono altri 200 modi oggi giorno

  • Federico

    Ma siete sicuri di questa cosa?? Su Amazon.co.uk il disco è regolarmente in vendita..mah..

    http://www.amazon.co.uk/Beyonce/dp/B00HAA8URS/ref=sr_1_1?s=music&ie=UTF8&qid=1387804299&sr=1-1&keywords=beyonce

  • CURTIS

    PESSIMI, CAPIRAI, SE UNO VUOLE IL DISCO DI QUEEN LO TROVA MOLTO FACILMENTE, EBAY, E FINE DEI DISCORSI! PER CHI SPERA CHE L’ALBUM CALI Bè CHE DIRE, NOI FAN SIAMO TOTALMENTE SODDISFATTI DI QUESTO ALBUM PERCIò, CHE CALI, L’IMPORTANTE è CHE NON SI DENATURI PUR DI VENDERE, AGGIUNGO CHE LA GELOSIA E L’ASTIO CHE PROVATE NEI CONFRONTI DI QUESTA GRANDE ARTISTA MI DA I BRIVIDI!

  • Lorenzor

    Fanno benissimo….se tutti iniziassero a fare come lei i negozi di dischi potrebbero chiudere…quella di dare l’esclusiva ad itunes è stata una mossa ingegnosa ma l’album calerà ne sono sicuro, i singoli non vanno per niente bene……

    • Alessandro

      “fanno benissimo”=a me non piace l’album
      hahahahahahaha commento obiettivo

    • “calerà”, che mi pare ovvio, non è che può vendere sempre come la prima settimana O.O Ma se la tua speranza è che non diventi un grande successo commerciale, beh mi dispiace ma hai già perso in partenza

      • filippo90

        La penso esattante come te ma avevo evitato di scrivere ciò perchè credevo che non sarei stato mininamente capito.
        Per fortuna vevo che ci sono persone che fanno commenti ragionevoli.

  • isaac20

    Articolo opinabile. Anzi, direi che l’interpretazione è addirittura goffamente azzardata. E’ un chiaro segnale politico quello dato da amazon e target. E mi sembra anche giusto. Immaginatevi se tutti cominciassero a dare l’esclusiva ad itunes per la debut week e poi sbidonare le briciole sui rivenditori che hanno magazzini da ammortizzare, flussi logistici da organizzare ed impiegati da….pagare!!
    E se pensate che giganti come amazon abbiano bisogno di Beyoncé compratevi un corso di economia per negati. La prima settimana è andata, ora Beyonce deve solo gestire la promozione, ma le vendite in qualche settimana si attenueranno considerevolmente sopratutto se il l’album fisico non si fa vedere.

    Per me è politicamente corretto gestire la cosa come Amazon ha fatto. E’un segno non solo per Beyoncé ma anche un deterrente per altri artisti.

    • avatar

      Credo che il tuo sia il commento più razionale e oggettivamente parziale che abbia mai letto in questo e in tanti altri blog. Complimenti!

    • Alessandro

      Tu NON devi preoccuparti della promozione e del da farsi della signora Carter, che come vedi sa autogestirsi benissimo da sola.
      Avere il disco fisico una settimana dopo avrebbe comunque venduto, nonostante l’esclusiva; dato che moltissimo americani amano i dischi fisici. Peggio per loro.

  • Akire

    Stupidi!

  • diable_fire

    ridicoli