Come sappiamo negli Stati Uniti d’America i rapporti tra polizia e comunità nera non sono mai stati facili. Regolarmente veniamo a conoscenza di scontri e proteste feroci tra le parti, spesso a seguito di azioni armate ed uccisioni.

beyonce-the-formation-world-tour-houston

Adesso ci ritroviamo di fronte a questo scenario: negli ultimi giorni due giovani uomini, Alton Sterling e Philando Castile, sono stati vittime degli agenti delle forze dell’ordine. Soprattutto il secondo caso è balzato alle cronache in tutto mondo dopo che la fidanzata ha pubblicato il video in cui si assiste inermi all’uccisione del ragazzo dentro la loro auto. Ovviamente le reazioni sono state un misto di incredulità e rabbia, ed anche molte celebrità si sono fatte sentire: il primo a parlare è stato Chris Brown, ma subito dopo sono arrivati anche gli appelli di due titani della musica black: Beyoncé e Jay Z.

La cantante ha pubblicato sul sito ufficiale una lettera, dal titolo “Freedom”, indirizzata ai fans nella quale li richiama all’azione contro questi atti di violenza:

Siamo nauseati e stanchi delle uccisioni di giovani uomini e donne nella nostra comunità. Tocca a noi prendere posizione e chiedere loro di “smetterla di ucciderci”. Non abbiamo bisogno di compassione. Noi abbiamo bisogno che ciascuno rispetti le nostre vite. Come comunità noi resisteremo e combatteremo contro chiunque ritenga che debbano restare impuniti i crimini e gli omicidi commessi da coloro che hanno giurato di proteggerci. Queste vite portate via ci fanno sentire indifesi e senza speranza ma dobbiamo credere di star combattendo per i diritti della nuova generazione, per i futuri giovani uomini e donne che sono dalla parte del bene. Questa è una battaglia umana, non importa razza, genere od orientamente sessuale. Questa è una battaglia per chiunque si senta abbandonato, per chi sta lottando per la libertà e i diritti umani. La paura non è una scusa, l’odio non vincerà. Noi abbiamo il potere di indirizzare la nostra frustrazione e rabbia all’azione. Noi dobbiamo usare le nostri voci per metterci in contatto con i politici e legislatori dei nostri distretti ed esigere cambiamenti sociali e giuridici. Mentre diciamo le nostre preghiere per Alton Sterling e Philando Castile, noi lo facciamo anche per la fine di questo flagello di ingiustizia nella nostra comunità.”

Lo scritto si conclude poi con una serie di link con cui è possibile contattare il Congresso e le istituzioni locali.

Una presa di posizione davvero forte quella di Beyoncé! Ad uno dei suoi ultimi concerti infine l’artista ha dedicato la performance di “Freedom” alle vittime:

Per quanto riguarda Jay, anche lui ha pubblicato un messaggio dello stesso tipo, a cui poi ha allegato una canzone, “Spiritual”. Eccovi le parole di Jay e, di seguito, il suo brano inedito:

Punch mi ha detto di pubblicare questa canzone già quando Mike Brown morì, ma tristemente io gli risposi: “tanto questo problema sarà sempre rilevante, sempre all’ordine del giorno”. Sono profondamente arrabbiato perché so che neanche questa sarà l’ultima morte di questo tipo qui in America. Sono triste e deluso da QUESTA America… dovremmo essere ben più avanti. MA NON LO SIAMO. Credo in Dio e so che tutto quello che ci accade è per un bene superiore, ma signori… è dura al giorno d’oggi. Benedico tutte le famiglie che hanno perso dei cari a causa della brutalità della polizia.


E voi cosa ne pensate?

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here