suicide-squad-movie-characters-videoxx

Forte di ben 3 settimane da leader nel Box Office americano, “Suicide Squad” riesce ad imporsi anche nel mondo musicale con la sua soundtrack che rimane per la seconda settimana alla 1 della Billboard 200. Questa volta ottiene 93.000 unità con un calo del 49%. Le vendite effettive sono state 50.000 (-61%). Appare evidente come anche i singoli “Heathens” e “Sucker For Pain” stiano lanciando in alto il successo di questa colonna sonora.

Suicide-Squad-soundtrack

Resta implacabilmente in alto, alla 2, Drake con “Views”. Difficilmente tornerà a breve alla 1 (la prossima setttimana la vetta dovrebbe andare a Frank Ocean e poi, la settimana dopo, potrebbe essere il turno di Britney Spears). “Views” è perennemente trainato dallo streaming che vale per 46.000 delle 71.000 unità totali (-4%). PARTYNEXTDOOR debutta alla 3 con “PARTYNEXTDOOR 3 (P3)”. Il CD vende 28.000 copie reali che diventano 50.000 con streaming e downloads convertiti. Altro debutto alla 4, è Justin Moore con “Kinda Don’t Care” (42.000, 37.000 vendute). Da notare come, ancora una volta, bottino di vendite maggiore coincida con posizionamento in classifica inferiore.

Twenty One Pilots sono alla 5 con “Blurryface” che ottiene 41.000 unità, in calo del 12%. DJ Khaled risale dalla 7 alla 6 pur perdendo il 23% (34.000). Settimo posto per la partenza di “Sremmlife” di Rae Sremmurd (27.000, 14.000 vendute). Adele guadagna il 3% e risale alla 8 (28.000). Rihanna è stabile alla 9 con “Anti” (28.000, -4%). La top 10 si chiude con la compilation Now 59 che cala del 43% (28.000).

Fuori dalla top 10 si conferma la lotta ai margini della top 15 tra Ariana Grande, Beyoncé e Meghan Trainor con la prima favorita dal successo delle ultime settimane di “Into You”.

A pagina 2 la top 30 della chart.