Nella settimana post-Grammy ad ottenere i risultati migliori sono due debutti che non hanno avuto nulla a che fare con l’evento di Los Angeles. Il nuovo re della classifica è Drake, “If You’re Reading This, It’s Too Late” debutta con 535.000 unità complessive di cui 495.000 copie effettive, un risultato mostruoso considerando che è ha avuto poco più di 72 ore a disposizione per ottenere questo risultato. Ricordiamo che l’album è uscito a sorpresa e che non è in vendita nei negozi fisici (tutte le copie sono downloads dagli store online).

13-drake-too-late.w529.h529.2x

L’album di Drake è già il secondo album più venduto del 2015 dopo…..ne riparliamo tra qualche posizione. Prima c’è da segnalare il debutto della colonna sonora di 50 Sfumature Di Grigio che ha ottenuto molto più delle attese: 210.000 copie ed un totale di 258.000 unità (grazie al successo dei singoli).

Il trionfatore dei Grammy, Sam Smith è alla 3. “In The Lonely Hour” ottiene 164.000 unità (+91%) di cui 124.000 copie vendute con un super +118%!.  Ed Sheeran scende alla 4 con un aumento però del 44% per il suo “X” (140.000 unità,. Con 696.000 copie nel 2015, la regina dell’anno è chiaramente per ora Taylor Swift, il suo “1989” sale del 16% a 125.000 unità di cui 92.000 vendute. Va detto che questa è la prima settimana in cui “1989”  non è nella top 2 della Billboard 200 dall’uscita dell’album.

Fifty-Shades-of-Grey-Music-From-and-Inspired-by-the-Movie-2015-1500x1500

Meghan Trainor, che non ha performato a i Grammy, incrementa anche lei: 72.000 unità per “Title” (+21%). Beck, il vincitore del premio Album Of The Year ai Grammy con “Morning Phase”, sale dalla 39 alla 8 e vende 71.000 unità di cui 64.000 copie con un incremento di spaventoso: +466%!. Si tratta della seconda miglior settimana di vendite per “Morning Phase” dopo quella di debutto.

La classica compilation dei Grammy ottiene il suo momento di gloria anche quest’anno con una nona posizione e 65.000 unità. I Maroon 5 sono alla 10 con 63.000 copie (+35%).