13315490_10153852461813271_6266631274734430257_n

Fra i comeback di questo periodo non dobbiamo assolutamente dimenticarci quello di una delle band migliori fra quelle sorte negli anni ’90, i Blink-182. Rockband diventata famosa negli anni della “resurrezione” di questo genere, i ragazzi hanno continuato ad ottenere successo negli anni un po’ come i colleghi Green Day e Linkin Park, tuttavia con questa loro nuova Era discografica non sembrano più riuscire a smuovere le classifiche come un tempo.

Ciononostante, i ragazzi continuano imperterriti a farci ascoltare musica inedita in attesa del loro nuovo album “California”, atteso per il prossimo 1 luglio. Quest’oggi ecco arrivare negli stores un nuovo singolo promozionale, “Rabbit Hole”, traccia per la quale è stato realizzato anche un lyrics video. Il brano è una sostenuta up tempo rock con un ritmo che incalza tanto nelle strofe quanto nel ritornello. Copioso l’impiego di chitarre elettriche, batterie e rullanti, così come nella stragrande maggioranza dei brani del gruppo.

La performance vocale è grintosa, potente, a tratti quasi prepotente, e sicuramente saprà fare breccia nei cuori dei fan di questo gruppo, da sempre abituati a questo tipo di canzoni. Nonostante tutto, è innegabile una certa maturazione artistica da parte dei ragazzi, percettibile abbastanza chiaramente all’orecchio di chi è abituato alle loro tracce.

A nostro avviso, questa traccia non ha il potenziale di farsi notare in classifica, ma potrebbe comunque attirare molti amanti di questo stile musicale, uno di quelli in cui il sostegno dato agli album è notoriamente maggiore di quello dato ai singoli. Voi che ne pensate di questa canzone?

Testo

[Verse 1: Mark Hoppus]
Dear head, shut up
I can’t listen no more
It’s late, so shut up
Is one night too much to ask for?

[Pre-Chorus: Mark Hoppus]
You are a haunted house
You’re superstitious
You are the coldest stone carved marble faces

[Chorus: Mark Hoppus]
I won’t fall down that fucking rabbit hole
I’m barely standing on the ground
All the hints that you leave are too hard to believe at all
I won’t fall down that fucking rabbit hole

[Bridge: Mark Hoppus]
With you, with you, with you again
With you, with you, with you again

[Verse 2: Matt Skiba]
This bed, on fire
I can’t sleep here no more
Too late and tired
Dreaming down on the floor

[Pre-Chorus 2: Matt Skiba]
I am a haunted house
I’m superstitious
I am a cardboard cutout, old and faded

[Chorus: Mark Hoppus]
I won’t fall down that fucking rabbit hole
I’m barely standing on the ground
All the hints that you leave are too hard to believe at all
I won’t fall down that fucking rabbit hole

[Bridge: Mark Hoppus]
With you, with you, with you again
With you, with you, with you again
With you, with you, with you again
With you, with you, with you again

[Outro: Mark Hoppus and Matt Skiba]
I won’t fall down that fucking rabbit hole
I won’t fall down, I won’t fall down
I’m barely standing on the ground
Barely standing on the ground
All the hints that you leave are too hard to believe at all
I won’t fall down that fucking rabbit hole
I won’t fall down that fucking rabbit hole

Traduzione

[Verse 1: Mark Hoppus]
Cara testa, zitta
Non riesco a sentire nulla
E ‘tardi, fai silenzio
È troppo chiederlo per una notte?

[Pre-Chorus: Mark Hoppus]
Tu sei una casa stregata
Sei superstiziosa
tu sei la pietra più fredda scolpita tra volti di marmo

[Chorus: Mark Hoppus]
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
Sto già a fatica fermo al suolo
Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
Non voglio cadere quella fottuta tana di coniglio

[Bridge: Mark Hoppus]
Con te, con te, con te un’altra volta
Con te, con te, con te un’altra volta

[Verse 2: Matt Skiba]
Questo letto, in fiamme
Non posso dormire qui mai più
Troppo tardi e stanchi
Sognando giù sul pavimento

[Pre-Chorus 2: Matt Skiba]
Sono una casa stregata
Sono superstiziosa
Sono una sagoma di cartone, vecchio e sbiadito

[Chorus: Mark Hoppus]
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
Sto già a fatica fermo al suolo
Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio

[Bridge: Mark Hoppus]
Con te, con te, con te un’altra volta
Con te, con te, con te un’altra volta
Con te, con te, con te un’altra volta
Con te, con te, con te un’altra volta

[Outro: Mark Hoppus e Matt Skiba]
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
Non voglio cadere, non voglio cadere
Sto già a fatica fermo al suolo
A fatica fermo al suolo
Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio

2 Commenti

  1. [Verse 1: Mark Hoppus]
    Cara testa, zitta
    Non riesco a sentire nulla
    E ‘tardi, fai silenzio
    È troppo chiederlo per una notte?

    [Pre-Chorus: Mark Hoppus]
    Tu sei una casa stregata
    Sei superstiziosa
    tu sei la pietra più fredda scolpita tra volti di marmo

    [Chorus: Mark Hoppus]
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
    Sto già a fatica fermo al suolo
    Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
    Non voglio cadere quella fottuta tana di coniglio

    [Bridge: Mark Hoppus]
    Con te, con te, con te un’altra volta
    Con te, con te, con te un’altra volta

    [Verse 2: Matt Skiba]
    Questo letto, in fiamme
    Non posso dormire qui mai più
    Troppo tardi e stanchi
    Sognando giù sul pavimento

    [Pre-Chorus 2: Matt Skiba]
    Sono una casa stregata
    Sono superstiziosa
    Sono una sagoma di cartone, vecchio e sbiadito

    [Chorus: Mark Hoppus]
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
    Sto già a fatica fermo al suolo
    Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio

    [Bridge: Mark Hoppus]
    Con te, con te, con te un’altra volta
    Con te, con te, con te un’altra volta
    Con te, con te, con te un’altra volta
    Con te, con te, con te un’altra volta

    [Outro: Mark Hoppus e Matt Skiba]
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
    Non voglio cadere, non voglio cadere
    Sto già a fatica fermo al suolo
    A fatica fermo al suolo
    Tutti i suggerimenti che mi dai sono troppo duri per fidarsi del tutto
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio
    Non voglio cadere in quella fottuta tana di coniglio

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here