Torniamo a parlarvi finalmente di Miss Nelly Furtado!

insta-devhynes

In attesa del nuovo album, che verrà rilasciato in questo affollatissimo 2016 e che farà da seguito al tanto bello quanto sottovalutato “The Spirit Indestructible” del 2012, la cantante di “Promiscuous” ha deciso di far ascoltare musica inedita ai suoi fan, ormai a bocca asciutta da un po’.

Lo scorso 13 Dicembre, Nelly si è esibita al Apollo Theater di Harlem con il produttore e cantante Dev Hynes (noto anche come Blood Orange), sulle note di due canzoni: la celebre “Say It Right“, singolo del fortunatissimo album “Loose” (che quest’anno celebra il primo decennio dalla pubblicazione), e un nuovo brano, intitolato “Hadron Collider“.

CWDR5ajWsAAZsEU

Il duo durante l’evento, oltre alle performance, ha venduto per beneficenza poche decine di copie di un’esclusiva cassetta contenente la canzone, che oggi, a distanza di quasi un mese, possiamo ascoltare, seppur non in alta qualità.

Dev Hynes, collaboratore, fra i tanti, di Florence + The Machine, Solange Knowels, Sky Ferrera e Carly Rae Jepsen, ha regalato all’amica un brano molto bello e suggestivo, nel quale lui si occupa di alcuni backing vocals.

Si tratta di una ballad intensa ed emotiva ma al tempo stesso delicata, che esplora sonorità sognanti e che tendono all’alternative e indie ambient pur mantenendosi comunque in territorio pop.

La canzone, da quello che possiamo sentire, è caratterizzata da bassi e percussioni non invasivi, ma l’elemento che innalza definitivamente il brano è la performance vocale di Nelly che riesce a colpire ed emozionare l’ascoltatore con la sua intensa interpretazione del testo, già di per sé molto bello (“We should be dancing with the angels / a thousand halos in the sky / but we’re too far from heaven”).

Qui potete ascoltare file audio di questa “Hadron Collider“. Ecco invece il video della performance live:

Personalmente ho apprezzato moltissimo questo brano e credo che con gli opportuni miglioramenti potrebbe tranquillamente far parte del prossimo album della cantante (magari non come primo singolo e non come unica produzione di Hynes).

E voi, cosa ne pensate? Questa “Hadron Collider” vi ha convinto o avreste apprezzato qualcosa di più movimentato? Come sempre, non esitate a farcelo sapere con i vostri commenti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here