PHOENIX, AZ - FEBRUARY 03: (EXCLUSIVE COVERAGE) Ariana Grande performs on stage during the "Dangerous Woman" Tour Opener at Talking Stick Resort Arena on February 3, 2017 in Phoenix, Arizona. (Photo by Kevin Mazur/Getty Images for Live Nation)

 

Si è conclusa in maniera tragica la data di Manchester del “Dangerous Woman World Tour” di Ariana Grande, tenutasi nella giornata di ieri, 22 maggio 2017.

Durante lo show infatti, lo scoppio di una bomba ha causato il decesso di 22 persone (questo è il numero di vittime certo ad ora accertate), mentre 59 sono i feriti.  Secondo i report, alla fine dello show sono state chiaramente percepite da tutti due detonazioni, anche se non era chiaro se fossero state causate da bombe o armi da fuoco.

Dopo momenti di puro panico, la zona è stata immediatamente evacuata e la polizia ha avvisato di stare lontani dall’area. Il team della cantante ha fatto sapere che la Grande non ha riportato danni fisici, e che stavano cercando di investigare su quanto fosse accaduto.

Un passante è riuscito a documentare la detonazione:

Qui si può vedere la gente che cerca di mettersi in salvo:

 

Si è parlato in queste ore di un vero e proprio attacco terroristico, attualmente sono in corso tutte le indagini del caso.

La cantante pur non avendo riportato danni fisici sarebbe stata colta da un attacco isterico non appena appresa la notizia ed avrebbe deciso di posticipare la data alla 02 Arena di Londra, prevista per giovedì prossimo. Secondo una fonte vicina all’interprete “non è in condizione di esibirsi“.