Brandy non vuole stare seduta a guardare, e tramite un tweet del compositore e produttore Dev Hynes apprendiamo che la cantante sta già pensando ad un nuovo album, sequel di “Two Eleven”, accolto splendidamente dalla critica, ma che commercialmente non ha brillato come avrebbe dovuto.

Voce incredibile, e talento da vendere, per questo nuovo giro Brandy sembrerebbe intenzionata a mischiare il vecchio con il nuovo, e riprendere contatto con i collaboratori storici. Darkchild è sempre stato la spalla portante dell’artista sin dai suoi primi passi, grazie a lui Brandy ha sfornato il capolavoro “Never Say Never”. Timbaland fu invece coinvolto per il disco “Afrodisiac”, e ne uscì un lavoro davvero innovativo. Insieme a loro Dev Hynes appunto, un Mike Will già confermato, e forse pure Pharrell e Labriynth.

Video thumbnail for youtube video Brandy racconta successi e paure a This Is How I Made It

Insomma, per questo nuovo progetto pare proprio vi sarà una varietà musicale molto forte, e speriamo che la label segua un po’ il disco, dando a Brandy la priorità che le spetta. “Put It Down”, prodotta da Bangladesh, uscita l’anno scorso, raggiunse la numero 3 della Billboard R&B Chart, e pertanto il potenziale per un forte comeback discografico c’è ancora.

Cosa ne dite di queste possibili collaborazioni? Timbaland e Darkchild insieme riusciranno a dare a Brandy la smash hit di cui ha bisogno per ridecollare?

4 Commenti

  1. L'anno scorso il successo è arrivato con un pezzo prodotto da Bangladesh e non da Darkchild o Timbaland. Credo che B-Rocka debba sperimentare di più. Ad ogni modo propone sempre album di qualità che sono tra i miei preferiti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here