brit

Sul set del nuovo video della principessa del Pop Britney Spears sono già sorti i primi problemi! Come sappiamo la celebre popstar di Toxic è ritornata due mesi fa sulle scene musicali con il nuovo album Glory, lavoro che, nonostante dati di vendite non esaltanti, continua ad essere promosso dalla Spears in numerosissime apparizioni in programmi televisivi e festival mondiali (scopri QUI uno dei prossimi appuntamenti) e che, dopo diversi mesi di attesa, avrà finalmente il suo secondo sospirato singolo: stiamo parlando di Slumber Party (leggi QUI le prime indiscrezioni sul brano), del cui videoclip Britney ha iniziato le riprese in questa settimana.

Tuttavia il nuovo video, i cui lavori sono appena iniziati, sembrerebbe esser già partito con il piede sbagliato a causa di problemi legali che interesserebbero Adam Kugler, giovane imprenditore statunitense che ha collaborato già con Britney per il video di Make Me… (la sua Kugler Agency era stata responsabile dell’enorme product placement del marchriio Orange Theory) e che è stato minacciato dai legali della popstar per accordi illeciti e mai presi con la Spears sull’inserimento della dating app e del marchio Bumble nella clip di Slumber Party.

Secondo il sito di gossip TMZ, Kluger si era già rivolto a Bumble dicendo di aver già stipulato con Britney un accordo di 800.000 dollari per far apparire il nome (dell’app) nel suo nuovo video. I legali della Spears, visto che nessun contratto o accordo era stato firmato o visionato da lei, hanno subito mandato all’imprenditore una lettera minatoria a Kluger. Stando a quanto dichiarato sempre da TMZ,

“[…] Bumble ha accettato (l’accordo di Kluger, ndr) e gli ha dato 200.000 dollari in anticipo. Kluger ha poi stretto un accordo con la label di Britney, la RCA, per pagare loro 450.000 dollari per l’inserimento promozionale di Bumble.

I legali di Britney dicono che quanto Kugler ha fatto è fraudolento, perché non ha mai fatto appello a Britney. Dicono anche che la sua quota di 350.000 dollari – ben il 43% dell’accordo – è ridicola ed è ben di più di quanto gli agenti chiedono”.

Kugler ovviamente smentisce il tutto, confermando non solo che gli accordi tra RCA e Bumble sono stati portati a termine, ma anche che il marchio non dovrebbe essere nelle scene del video, nonostante la stessa Britney abbia voluto stringere un accordo con la dating app, che, secondo TMZ, firmerà il video musicale, con la Spears che in cambio farà qualcosa per Bumble.

Cosa ne pensate di questa notizia? Il video di Slumber Party ritarderà molto a causa di questi problemi legali?

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here