2ushjq0

Britney Spears è uno dei nomi della pop music più famosi degli ultimi 20 anni e il suo ritorno era molto atteso dai fans del genere. Tuttavia, per ora i numeri non sono assolutamente degni del suo nome. Come saprete, il debutto non è stato per nulla esaltante (Qui per maggiori informazioni) e il nuovo progetto non ha retto nella seconda settimana, crollando sia negli Stati Uniti (Qui per saperne di più) sia a livello mondiale. Infatti Mediatraffic riporta solo 40mila copie vendute da Glory, per un totale di sole 187mila copie in 14 giorni (pensate che Adele si trova solo di una posizione sotto di lei, dopo ben 41 settimane!).

Nonostante questo, Britney sta promuovendo il nono album in modo decisamente più imponente rispetto a Britney Jean e Femme Fatale! Diverse sono state le performance in tv, ed ancora di più le intervista! Poche ore fa, ad esempio, vi abbiamo parlato di come lei si senta lusingata dall’essere chiamata “Godney” e del suo approccio verso i collaboratori per mettere insieme il cd (Qui per approfondire), adesso invece emergono nuove dichiarazioni, sempre dalla stessa intervista. in particolare sul processo che ha portato alla tracklist finale:

La fase iniziale del progetto non è andata così bene. Le canzoni non erano belle. Abbiamo preso una nuova collaboratrice e trasformato il tutto, dandogli una nuova direzione. Volevo usare di più la mia voce. Ho fatto cose differente con essa; cose più urban e blues”

Quasi un paradosso che proprio Britney Spears abbia detto parole come queste! Inoltre ha speso parole di stima nei confronti di un’altra popstar, altrettanto famosa, ossia Beyoncé e il suo Lemonde:

“Sono un pò in ritardo su questo ma è un bel disco, davvero rabbioso. In gran parte risulta un album terapeutico. Provo grande rispetto”

Non sorprende vedere Britney elogiare una collega. E voi cosa ne pensate?

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here