britney-spears-in-the-zone

Il celebre passato della principessa del Pop Britney Spears continua ancora oggi a farsi sentire! La famosa popstar statunitense negli ultimi anni sembrerebbe non aver avuto un periodo molto felice dal punto di vista commerciale: nonostante l’enorme promozione dell’ultimo album Glory, che l’ha portata di recente a esibirsi all’iHeartRadio Music Festival (puoi recuperare la sua performance QUI), all’Apple Music Festival e al Jonathan Ross Show britannico (puoi guardarla QUI) e che sembrava destinato a riscontri iniziali ben più alti del previsto (leggi QUI le nostre motivazioni del basso successo del disco), poco è stato il rilievo dedicato dal pubblico a Britney in questi mesi, ricalcando una situazione molto simile a quella avvenuta 3 anni fa con il precedente album Britney Jean.

Eppure, anche in questi anni in cui la popolarità della Spears sembra essersi notevolmente ridotta, la sua grandissima e iconica carriera passata continua a parlare da sé. Infatti, ad ormai ben 12 anni di distanza dall’uscita del singolo e del popolarissimo video (che oggi su YouTube conta più di 200 milioni di visualizzazioni), la sua celebre hit Toxic continua ad avere cifre da capogiro registrate negli ultimi 3 anni.

Stando infatti ai dati svelati dalla rivista americana Billboard negli scorsi giorni, il secondo estratto dall’album In The Zone continua a far fruttare ai produttori ben 50.000 dollari l’anno, grazie ai risultati ottenuti da streaming, vendite digitali e passaggi radiofonici. Dal 2013 a oggi Toxic, nei soli Stati Uniti, ha toccato la stratosferica cifra di 239mila copie vendute, trainando ancora, tra l’altro, le vendite del suo quarto lavoro discografico: In The Zone, infatti, ne ha piazzato ben 177mila sempre nello stesso periodo. Poco ci manca che abbia venduto più “In The Zone” e “Britney Jean” in tal periodo!

Ottimi i risultati ottenuti da Britney anche sul versante dello streaming: la celebre hit del 2004 (vincitrice anche di un Grammy come Best Dance Recording) è stata ascoltata sulle diverse piattaforme 37 milioni di volte nello stesso arco di tempo, il video invece è stato visto più di 32 milioni di volte. Buoni i passaggi radiofonici in questi 3 anni, che si attestano intorno ai 2 milioni. Toxic, perciò, oltre a essere stato uno dei successi più stratosferici della carriera della Spears, continua a rivelarsi ancora una gallina dalle uova d’oro per i produttori del brano: ben la metà va all’autrice e compositrice Cathy Dennis, il 45% al duo svedese di producer Bloodshy & Avant e il restante 5% al songwriter Henrik Jonback.

Facciamo i nostri complimenti a Britney per il grande successo che la sua Toxic continua ad avere! Cosa ne pensate di questa notizia?

 

1 commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here