Ultime recensioni

Bruno Mars – Unorthodox Jukebox | Recensione CD

,
artisti:

Bruno Mars è un gigione. Poco ma sicuro. Ascoltando “Unorthodox Jukebox” questa sensazione è chiarissima, fin dalle prime note. Dopo la prima fatica “Doo-Wops and Hooligans” il cantante hawaiano torna con un secondo disco che, devo ammettere, convince ma non del tutto. Ho deciso di scrivere questa breve recensione dopo essere stato letteralmente incantato dalla magnifica “Locked Out of Heaven”, una canzone intensa, sentita, citazionista come poche in questo triste 2012, dominato da ritmi electro-pop davvero tutti uguali.

 Bruno Mars   Unorthodox Jukebox | Recensione CD

I rimandi ad altre epoche del pop (perché, attenzione, è di puro pop che si parla) sono sparsi per tutto il disco in maniera sapiente ma a tratti un po’ confusionaria: primo fra tutti il Michael Jackson della Motown (in Treasure, eccessiva e dal testo banalissimo) a quello anni ottanta, nella splendida Mooshine, canzone che cresce molto ascolto dopo ascolto. Sono proprio gli anni delle cotonature e dei sintetizzatori, incredibilmente, ad essere al centro del disco: oltre al primo già citato singolo, che strizza l’occhio ai Police (non sto dicendo niente di nuovo eh!) ma anche in “Gorilla”, che potrebbe essere benissimo la colonna sonora di una scena d’amore particolarmente appassionata “Ooh I got a bottle full of liquor with a cocaine kicker and I’m feeling like I’m thirty feet tall, So lay it down, lay it down, you got your legs up in the sky with the devil in your eyes”. La qualità migliore di Bruno Mars, in ogni caso, non è la scrittura ma il canto, la capacità di modellare la sua potente voce sia sulle ballad (la struggente “When i was your man”, oppure “If i knew”, perfetta canzone da jukebox e limone duro, e non a caso a conclusione del disco).

Ecco la recensione Track by Track:

01 Young Girls. Appena sentito questo pezzo mi sono detto che se il disco fosse stato tutto sarebbe stato sicuramente nella lista dei migliori dell’anno. Young Girls che è una canzone estremamente carina, fresca e il testo rispecchia l’esperienza di molti uomini che hanno avuto a che fare con wild girls che li hanno fatti impazzire (o più precisamente “Young wild girls you made a mess of me”). Si comincia benissimo. Voto 8

02 Locked Out of Heaven. La canzone più bella del disco, e indubbiamente una delle canzoni pop più belle del 2012. Mi ha letteralmente fulminato al primo ascolto, è un pezzo estremamente intenso e sensuale, e l’occhiolino strizzato agli anni ottanta lo rende molto originale. Amo questa canzone. Voto 9

03 Gorilla. Questa è una canzone dalla produzione certosina che però si perde in un testo a improbabile (you and me baby making love like gorillas). Carina, ma niente di più. 6 e mezzo

04 Treasure. Questa canzone è una delusione. Bruno Mars cerca di tornare per forza alle origini della musica black strizzando l’occhio alla Motown ma in un modo che, a parer mio, suona troppo forzato. Il testo poi è davvero povero; insomma, con una rima come “you are…my shining star”per di più nel ritornello, non si può far altro che storcere il naso. Voto 5 e mezzo

05 Moonshine. Prodotta dal re delle basi rétro, Mark Ronson, è veramente una delle perle del disco. Questo è un pezzo che avrebbe perfettamente potuto stare in uno dei dischi anni ottanta di Michael Jackson, come “Bad”; è quasi straniante la sua presenza negli anni dei beat electro-pop. Voto 7 e mezzo

06 When I Was Your Man. La classica ballatona che in un disco pop ci deve stare. Mi è piaciuta perché nel disco è ben inserita e perché è un pezzo molto toccante, parla chiaramente di un amore disperato. Bruno Mars riesce a modulare la propria voce in modo allo stesso tempo appassionato ma mai sopra le righe. Bella canzone. Voto 7 e mezzo

07 Natalie. Il primo impatto con questa canzone è stato estremamente positivo, ho sentito un beat in stile Timbaland che mi ha colpito da subito: in effetti, la produzione è molto bella, il testo meno, è dedicato alla solita donna fatale. Si poteva fare di meglio, devo dire. 6 e mezzo

08 Money make her smile. L’unica incursione “modern” presente all’interno del disco, soprattutto in termini di base. Una canzone che non mi ha fatto impazzire, ma che si lascia ascoltare e che, grazie al cielo, non scade mai nel tamarro. Voto 6 e mezzo

09 Show me. Anche in questo caso all’inizio sono rimasto un po’ spiazzato, perché un pezzo raggae non me l’aspettavo; subito ho pensato che fosse una mera operazione commerciale, quasi a voler copiare la celebre “Man Down” di Rihanna, ma poi dopo qualche ascolto mi sono ricreduto e mi sono reso conto che è un tipo di pezzo che fa parte anche delle origini hawaiane del cantante e dunque è stato meno “forzato” di quando ci si potrebbe immaginare. Una canzone allegra e piacevole, certo non un capolavoro. Voto 7

10 If I Knew. L’ultimo pezzo del disco chiude in bellezza l’album, la perfetta conclusione di questo moderno jukebox, che nel complesso ci ha riportato un bel po’ di freschezza musicale. If i knew potrebbe essere perfetta per una serata romantica, tutta coccole e baci. La voce di Bruno Mars si adatta perfettamente al giro di chitarra e alle batterie di sottofondo, creando una canzone d’altri tempi. 7 e mezzo

Il disco non si fa mancare nemmeno il momento reggae in “Show me”, che all’inizio mi ha fatto storcere il naso ma poi diciamo che si è lasciata ascoltare, e quello più prettamente popparolo su Money make me smile, in stile Timbalandiano. Un gusto agrodolce lo lascia infine Natalie, pezzo dalla produzione certosina (ricorda vagamente Florence & the Machine) ma che si perde nella classica celebrazione della donna fatale; preferisco di gran lunga la spensierata Young Girls (il prossimo singolo), allegra e zuccherosa. Ecco, se il disco fosse stato davvero tutto come le prime due canzoni lo avrei potuto definire il migliore dell’anno, cosa che non è, lo ammetto.

Bruno Mars ha fatto prodotto un buon disco, non fosse altro che è autore di tutte le canzoni e questo è sempre un punto a favore per quanto mi riguarda: l’album risulta piacevole all’ascolto e molto scorrevole. A chi di voi piacciono le canzoni d’amore come sottofondo per una serata romantica, questo disco sembrerà un capolavoro; andando a scavare un po’ di più, in realtà, ci si rende conto che questo è un lavoro fatto apposta per scalare le classifiche, anche se con un certo stile.
Insomma, ce ne fossero di gigioni come Bruno Mars, ce ne fossero di cultori dei Police, della Motown e di Michael Jackson.

Voto: 7/10 (4/5)

- pubblicato da Alberto aka Director -

Top Artisti
  • Alesashanti

    Recensione sulla recensione, voti bassini, paragoni che non stanno nè in cielo e nè in terra, sono inorridita oltremodo quando si cita Timbaland per il brano “Natalie” (non smettevo di ascoltarla solo per riuscire a capire cosa di quel pezzo poteva sembrare una produzione Timbalandiana), cadendo nell’osceno quando c’è stato il pietoso paragone con “Man Down” di Rihannaaaaahahahahahahahahahahah!!! Ma chi l’ha fatta questa recensione? Un bimbo del 1996? XD
    Ok ora il momento serio: Io trovo che Bruno Mars sia uno dei pochissimi che vanno per la propria strada ed è questo che lo rende un artista dei nostri tempi-non dei nostri tempi. Lo trovo originale, gli farei un inchino per la profonda stima suscitata dall’essersi ispirato all’era in cui la musica non faceva rima con tamarro-elettro-pop-commerciale(schifo). E’ un bel personaggio e questo album mi piace, anche se non è il mio genere ci sono alcuni pezzi che non disdegno affatto. Cos’altro avrebbe dovuto fare? E’ questa la domanda che mi pongo di fronte alle critiche mosse su questo album. “Tanto de capello aaa Brunoooo!” :p

  • giuseppe

    è un grande álbum……io ci avevo visto lungo già dal suo primo album…e vedendo le sue esibizioni live è davvero talentuoso ed ha una band che spacca….il suo tributo a amy Winehouse mi piacque un sacco….Nathalie…è un bel pezzo…e secondo me non è dedicato ad una donna ma alla cocaina….visto i suoi precedenti……cmq voglio vederlo live speriamo qui in italia…

  • rupert difo

    cosa c’entra natalìe con Timbalane? e un pezzo con sonorità regge ti ricorda una canzone di rihanna perché hai una cultura musicale bassa . . e si vede da sta cosa che hai scritto

  • lea

    Mhh dici che è un ottimo album e poi dai voti così bassi? Ahahahah no dai per me è fantastico, si distingue da tutti gli album che circolano in giro oggi. E’ innegabile che Locked Out Of Heaven ricorda lo stile dei Police, ma questo non vuol dire che sia copiata, anzi per me è una cosa positiva, una canzone così ai giorni nostri è originale, visto che ormai tutti sono pop dance. Io apprezzo molto quest’album, amo tutte le canzoni, anche se alcune hanno un significato banale, Gorilla ha un testo un po’ ridicolo ma per me è una canzone bellissima, la stessa cosa di Treasure e Show Me, non hanno proprio un bellissimo significato ma ti “travolgono”.
    Natalie è bellissima, ci sto in fissa da settimane! Young Girls mi piace come secondo singolo.
    Le canzoni che preferisco di più sono Locked Out Of Heaven, Moonshine, If I Knew e indubbiamente When I Was Your Man, ha un testo toccante e forse è la migliore dell’album, anche se lo stile non è nuovo, visto che ricorda le vecchie canzoni di Bruno, ma boh, forse sarà perché ho iniziato ad amarlo per queste :)

    Il migliore del 2012 e sempre il migliore per me! :’)

  • Okay

    Ma che vuol dire “gigione”? E’ un termine italiano? Ma volete scrivere in una lingua ufficiale o dobbiamo esprimerci con questi termini cretini e regionali che usano solo certi ritardati del Nord?

  • Diano Francesconi

    Sarei comunque felice di vedere anche le recensioni di Girl on Fire e Warrior di Kesha :3

  • AleB

    A me piace moltissimo questo album! E secondo me Bruno, tra gli artisti maschili di oggi, è l’unico che merita davvero! Sono daccordo per la maggior parte con te anche se devo dire che invece a me Treasue piace moltissimo! Gorilla non mi convince pienamente per ora, ma credo che mi ci vorrà qualche altro ascolto. A parer mio comunque le più belle sono LOOH e Moonshine.

  • Diano Francesconi

    Cd ottimo, peccato per la presenza di solo 10 canzoni..
    La più bella Moonshine insieme a Locked out of heaven e Gorilla.. Molto belle comunque anche le altre.. La meno bella If I knew… E anche Show me mi fa storgere il naso.. Per assimilare tutte le canzoni ci vogliono più ascolti.. Ora come ora gli do 7.50/10 ma per me si merita anche 8 :) (Nominate Rihanna ovunque ormai su questo sito..)

  • Lollo

    Guardate c’è Bruno in copertina!!!!!!!!!

  • Lollo

    Non faceva prima a fare un album di cover?

    • alby

      Grazie Voice of Soul ;)

      • Lollo

        Te l’ho chiesto?

  • DanieleOMG

    Ma stiamo scherzando? TREASURE è stupenda!!! Rimane in testa e subito ti cattura..!

  • Joseph Brescia

    Locked Out of Heaven ORIGINALE?? … mai sentiti i Police?

    • jEsSy

      poli…who? ahahaha e va beh, è un modo originale di reinterpretare uno stile!

      • Joseph Brescia

        il gruppo di Sting che hanno venduto milioni e milioni di dischi …. è imbarazzante talmente sono uguali

      • http://www.facebook.com/profile.php?id=1151675955 Umberto Olivo

        si, questo è vero, ma è comunque una canzone fantastica

      • jEsSy

        era una battuta la mia lo so chi sono, è un mix tra message in a bottle e roxette! ma LOOH è bella x questo!

      • chianti

        ahhah roxetteXD no vbb la canzone rimane indecente! troppo somigliante è uno scempio! tra l’altro pure a Gotye! è una scopiazzatura unica allora preferisco le truzzate somiglianti aguilera/madonna pe esempio

  • Matteo Morrone

    Io trovo questo disco una piccola perla! Come già ampiamente espresso nella recensione, non è normale trovare a fine 2012 un disco che si rifaccia agli stili anni ’70 e ’80, ma forse è proprio su questo che si basa la sua bellezza. Scrive un ragazzo che non ha avuto la fortuna di vivere nei suddetti anni, ma ho avuto la fortuna di ascoltare e godere di tutti i pezzi di Michael Jackson e di esserne profondo stimatore nonchè fan e in questo disco devo dire mi sono ritrovato in perfetta connessione con quello stile che ho tanto apprezzato. Detto questo, e cercando di essere il più oggettivo possibile, secondo me i voti alle canzoni sono un po’ bassini, darei un voto più alto sia a Gorilla (che trovo fantastica a parte il testo un po’ banalotto – 7 e mezzo) e a Treasure, che mi sembra perfettamente inserita in questo disco (quindi direi un 7 ci sta tutto). Capolavori veri e propri dell’album sono Locked Out of Heaven (9), Moonshine (10 – veramente fantastica!), When I Was Your Man (9) e Young Girls (giusto l’8 dato dal recensore). Un disco che ho già scaricato su iTunes e che comprerò anche in un’eventuale versione fisica deluxe con qualche bonus track e gadget, così come avevo fatto per Doo-Wops & Hooligans. Grande Bruno Mars, poeta d’altri tempi!!!

  • Matt

    Io invece spero che vengano estratti “When I Was Your Man”, “Moonshine” e “Treasure”, che, per quanto mi riguarda, è la canzone migliore del disco, assieme a Locked Out Of Heaven

  • alby

    Ragazzi la recensione l’ho fatta io, mi fa piacere che siate già così in tanti a commentare! Ammetto di essere un po’ bassino coi voti!

    • lol

      Stefano, penso che il brano contenga “solo” 10 brani perchè è ispirato allo stile degni anni 70 e 80 e in quegli anni il numero di brani che inserivano in un album si aggirava attorno alla decina.

      • LordStephen

        Uhm.. grazie! ora ho capito.. cmq la storia dei duetti ricordo di averla letta nella pagina italiana ufficiale fb di Jessie J.. ma non capisco perchè non ne abbiano più parlato!.. Quei duetti avrebbero fatto il cu…. a tutti! :P

      • http://www.facebook.com/profile.php?id=1151675955 Umberto Olivo

        magari saranno rispettivamente in ARTPOP e nel secondo album di jessie j…

      • EnRiii

        Magari*_*

  • Toveland

    Ho ascoltato (e ancora lo riascolterò) e devo dire che non mi ha convinto molto, nessuna canzone mi ha colpito in maniera particolare. Questa Era non mi sta piacendo: solo 10 canzoni, hanno tagliato i tempi per riuscire a pubblicarlo per dicembre, troppa fretta….

  • EnRiii

    Troppo bassi questi voti..rispetto alla media è un album superiore;D

  • PAOLOSALVI

    ma una recensione di the re- up ?

    • EnRiii

      Infatti THE REUP e GIRL ON FIRE;Dcioe siamo in un sito che si chiama RNB JUNK!!

    • Lollo

      Non fanno la recensione di un capolavoro rap e di un RnB in un sito che si chiama R&B Junk e invece la fanno di questo deficente

  • lol

    Recensione un pò troppo severa con alcuni pezzi e troppo generosa con Locked Out of Heaven che di certo per quanto sia bella non è il pezzo forte dell’album.

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100000765901917 Massimo Coppola

    Unorthodox Jukebox è alla #1 in UK con 136.000 copie ed è il miglior debutto del 2012 per un cantante solista.

  • Mark R

    Non sono molto d’accordo con questa recensione… il disco è bellissimo, i voti sono troppo bassi. (sopratutto quelli di Traesure e Natalie)

  • http://www.facebook.com/profile.php?id=100000765901917 Massimo Coppola

    Bel disco, mi è entrato intesta già al primo ascolto. Le migliori canzoni sono Locked Out of Heaven, Young Girls, Treasure e When I Was Your Man.
    Mi unisco al coro di chi chiede la recensione di Girl on fire.

  • jEsSy

    scusa ma la canzone con damina marley nel primo cd non era raggae puro??mandown insomma… non mi sembra una novità nel mondo mars il genere raggae! treasure è da 9 xke è bellissima, mi trovi d accordo sulle sonorità alla bad, ma non su money make her smile, anc’essa è da nove, le 4 canzoni da 9 sono LOOH tresure moonshine MMHS e da 8 show me, le altre da 7e mezzo! :)