Uno dei tipi di collaborazione che preferiamo in assoluto è sicuramente quello tra rapper e dive dell’R&B. Trattandosi di generi entrambi catalogati (almeno un tempo) come “black” e che spesso vengono ascoltati da persone aventi gli stessi gusti, questi due universi musicali hanno avuto sovente dei punti d’incontro, e ne sono venuti fuori dei duetti spettacolari che tutti gli amanti del genere osannano e ricordano.

Tra questi troviamo anche la hit mondiale di Mariah Carey e Busta Rhymes “I Know What You Want” ed il successo nazionale di Mary J Blige e Lil Kim “I Can Love You”, entrambi brani rilasciati un sacco di anni fa ma ancora idolatrati dagli amanti di questi generi. Ebbene, entrambi questi due pezzi sono stati riproposti dal vivo durante dei recenti concerti.1224676581

Per quanto riguarda la performance di Busta e Mariah, essa si è tenuta al Flipmod Squad ed ha visto sul palco una Mariah visibilmente malata ed acciaccata, totalmente fuori forma sul piano vocale e per questo proprio nelle condizioni peggiori per offrire un live.

Ok che rispettare i propri impegni lavorativi è un segno di professionalità, ma questo è uno di quei pochissimi casi in cui il playback sarebbe stato di gran lunga preferibile al live. Perché umiliare così una leggenda come lei?

mary-j-blige-and-lil-kim-i-can-love-you-christal_rock

Di tutt’altra fattura è stata la performance (proposta nella stessa sede) di Mary con Kimberli. Entrambe le donne sono infatti riuscite a dare davvero il massimo in questa esibizione, riuscendo a coinvolgere il pubblico ma anche a dare un’ennesima prova del loro talento, per quanto per artisti come loro non ci fosse proprio bisogno di ulteriori conferme.

10 Commenti

  1. Siete ridicoli… se lo usa non va bene, se non lo usa ancora non va bene… poi giustificare la richiesta scrivendo “questa volta avrebbe potuto perché visibilmente ammalata”. Per favore. Tra l’altro il titolo del duetto non è quello citato nell’articolo.
    Ricordatemi: ma durante la residenza a Las Vegas un articolo con i video delle buone condizioni vocali l’avete fatto? No non lo ricordo… ho detto tutto.

      • sai le critiche si prendono e l’articolo che hai postato allega 3 video di cui uno inizia con il playback di Fantasy… l’altro Hero (performance discreta) e poi One Sweet Day (idem come Hero)… e non video di Vision Of Love, Love takes Time, I don’t wanna cry, Emotion, We belong Together o Don’t forget about us. Questo denota che chi scrive neanche riesce a distinguere una buona performance vocale da una discreta.
        Sai perché questo articolo poteva essere evitato? Perchè come altri blog questo cerca il gossip e le visualizzazioni di chi è solo alla ricerca di scivoloni e cazzi e non di MUSICA. Poi Umberto Olivo prima di dare del ridicolo ad un lettore pensaci 2 volte. La regola vuole che io potrei risultando saccente o maleducato, tu no.

      • Le critiche si accettano quando so o espresse con garbo, non quando iniziano con “siete ridicoli”. Poi secondo te tu potresti dare del ridicolo a me ed io non a te? In base a cosa? Teoricamente nessuno dei due potrrbbe mancare di rispetto all’altro, ma nel momemto in cui lo fai io o banno o rispondo, vorrá dire che la prossima volta sceglieró la strada più semplice. Per ultimo, cosa c’è di inadeguato ad un sito di musica in questo articolo? Si parla di due performance, PUNTO. Una delle due è stata imperfetta, amen, in ogni caso va postata. E questo proprio perchè siamo interessati a parlare di musica. Se la gente è interessata solo allo scandalo peggio per loro che si perdono le performance buone, ma più che postarle entrambe non vedo cosa potrei fare di più.

      • Mi perdoni sig. Olivo, ma dato la testata che rappresenta e la posizione che ricopre, personalmente non mi aspetto che ad insulto si risponda alla stessa maniera. Fare giornalismo è anche questo. Un saluto

  2. Da quello che ho letto mi aspettavo chissà quale disastro. Anzi, mi sembra che il suono della voce di Mariah sia tornato limpido e chiaro come un tempo, e pazienza se era un po’ raffreddata. Inoltre mi sembra molto alleggerita nelle forme.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here