Dopo aver pubblicato qualche settimana fa il relativo videoclip ufficiale, Charli XCX e Rita Ora hanno finalmente cantato dal vivo il loro duetto “Doing It”.

Il brano, che negli USA è stato rilasciato nella solo version di Charli, per il mercato europeo vede anche la presenza della bella interprete di “I Will Never Let You Down” la quale, dall’alto delle sue 4 no.1 hit in UK, potrà garantire del successo al brano quantomeno nel mercato d’oltremanica.

La performance delle due artiste è avvenuta all’interno di uno dei talk show più amati in assoluto dal pubblico inglese, nonché una delle mete preferite da tutti gli artisti che intendono fare promozione in UK: il Graham Norton Show.landscape_nrm_1420752530-460395194

L’esibizione a mio avviso non è stata particolarmente brillante, ed in particolare ho notato una Rita fuori forma vocalmente, la quale non è riuscita a rendere giustizia al suo talento che in altre occasioni le ha permesso di fare figure molto migliori di questa.

Leggermente migliore la prestazione di Charli che comunque non ha eseguito, a mio avviso, una performance pienamente convincente. 

Vi posto di seguito l’esibizione, che ne dite?

12 Commenti

  1. Charli xcx ha sfornato un album che la critica ha apprezzato a pieno e anche io sinceramente, forse tolte qualche traccia riempitiva verso la fine del cd rimane un buon prodotto definiamolo pure “alternative pop”. La canzone a me piace, ma non nella versione con la Ora. Ma deve migliorare molto nei live, vero è che la Ora è stata peggio di lei in questa occasione.Generalmente non ho mai notato questo suo atteggiarsi che avete tutti sottolineato nei commenti, ma in questa occasione invece si è risultata un po’ fastidiosa pure a me. Comunque dalla descrizione nell’articolo mi aspettavo di peggio, visto l’adorazione verso altri live piu pietosi di questo.

  2. Oddio…ma queste chi sono e da dove sbucano? Esibizione a dir poco imbarazzante.
    Queste tutto sono tranne che cantanti. Mani rubate all’agricoltura.

  3. a me il personaggio di Charlie proprio non piace…si comporta come una che ha venduto milioni di dischi invece è una poveraccia che non si fila quasi nessuno…la canzone la reputo discreta nulla di più…ma tanto come a floppato in nord america flopperà anche da noi in Europa…la performance veramente brutta non mi è piaciuta

  4. Il personaggio che vuole crearsi Charli avrebbe un senso se parlassimo di una con un talento mostruoso e con belle canzoni, perché allora la si vedrebbe con altri occhi, ma così viene solo voglia di prenderla a sberle. Il live è stato di bassa qualità, ma con una canzone così brutta va benissimo, non serve di più.

  5. I live di Charli sono sempre fastidiosi da ascoltare. Rita poteva dare di più! La canzone comunque , promossa a dovere , almeno in UK sarà una hit , poi vediamo in USA e Europa.

  6. No! Ma perché la ora si è tagliata i capelli… stava meglio prima XD comunque sono contento che sia migliorato il modo di imporsi di charli, stava diventando insopportabile a mio parere…è stata una bella performance ma ci sono state altre che ho preferito in questa era di charli :)

  7. non mi è piaciuta, Rita Ora quasi non si sente e quell’acconciatura è orribile.
    La canzone mi piaciucchia ma sinceramente oltre ad un tiepido successo in UK non credo farà altro, Black Widow era tutta un’altra cosa.

  8. No! Niente mucca del Jimmy Kimmel??
    Comunque l’esibizione mi è piaciuta meno del solito, spero comandi che ingrani, così si aggiudica un altro album prima di scomparire.

  9. La canzone inizialmente mi era piaciuta molto. Ancora ora l’ ascolto volentieri, però molto meno, è un po’ passata l’ euforia iniziale e non mi prende più come ai primi ascolti.
    Per quanto riguarda l’ esibizione non ho trovato fuori forma Rita Ora, semplicemente lo spazio a lei dedicato è stato pochissimo, ha una sua strofa, per il resto ci sono sempre Charli e la base ad andare insieme a lei e quindi viene coperta (ecco, forse è stata meno “potente” del solito, si è fatta sentire di meno).
    Charli ultimamente non mi sta piacendo nelle esibizioni live, non per la voce ma per la presenza scenica, si atteggia troppo, che cosa sono tutte queste convulsioni, queste mossette? Di Lorde ne abbiamo già una, grazie (e tra parentesi lo fa meglio e molto più coerentemente al suo personaggio rispetto a XCX).
    Non mi sono poi sembrate in armonia tra di loro, non nel senso che si stiano antipatiche, ma non le ho trovate ben coordinate, una sembrava avesse una tarantola nei pantaloni, l’ altra non mi è parso che avesse tutta ‘sta voglia di essere lì…

  10. ‘SUCKER’ è stato acclamato dalla critica anche se è stato rilasciato solo in alcuni paesi selezionati e mi trovo d’accordo, è uno prodotto pop eccellente sotto ogni punto di vista e come autrice Charli è davvero sorprendente!

  11. A me è piaciuta molto l’esibizione invece, in UK è sempre rimasta stabile in top 10, di certo Charli e Rita sono più amate in UK che in US, io comunque fossi in Charli promuoverei anche in Australia, uno dei pochi paesi dove Break The Rules è stata una hit! E dove può garantirsi un mercato solido oltre all’Europa!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here