Negli anni successivi a Down to Earth Jem ha continuato ad occuparsi di musica, rimanendo però notevolmente in disparte rispetto all’aspetto promozionale e, purtroppo, anche a quello produttivo. Già nel 2009 la cantante rivela di essere al lavoro al suo terzo album in studio, che avrebbe dovuto vedere luce nel 2010, nonostante il blocco posto dalla sua casa discografica alla produzione di nuova musica.

Nel frattempo gli anni passano, Jem continua a spostare in avanti l’uscita del suo nuovo disco mentre si dedica ad altri progetti, il cui più importante è stato senz’altro la realizzazione di una compilation, con la musica di artisti quali Dido, Alanis Morissette e John Legend, dedicata al decimo anniversario degli attentati terroristici dell’11 settembre 2001.

Finalmente nel 2012 Jem rivela il titolo del nuovo album, The Beachwood Canyon, ma di una data di rilascio non si parla ancora. Tra conferme e smentite si arriva finalmente al 2016, anno in cui la Griffiths annuncia l’imminente uscita del primo singolo del suo lavoro, prevista per il 1° luglio, giorno in cui si avvierà anche il pre-order del suo nuovo album.

Anche se non stiamo più nella pelle per l’arrivo di questa nuova fatica discografica della cantante gallese, dubitiamo fortemente che possa ritornare con questo lavoro al successo di un tempo. Siamo in un panorama discografico in cui al suo nome difficilmente si è associato un suo brano, seppur famoso, ed inoltre Jem non si è saputa lanciare nel mondo del Pop con un’immagine controversa e memorabile, ma ha puntato solo sulla sua stupenda vocalità.

Inoltre, oggi l’ageing è una realtà sempre più viva che sta sgretolando le carriere di molte cantanti in passato sempre ai vertici delle classifiche, purtroppo la strada per un nuovo successo è tutt’altro che spianata. Con il passare degli anni, però, Jem si è ritagliata un buono spazio nella scena underground, dove ancora oggi viene apprezzata e dove ci auguriamo che i frutti della sua musica e del suo estro creativo possano sempre trovare il giusto apprezzamento e il dovuto riconoscimento.

Voi cosa ne pensate? Jem riuscirà con il suo terzo album a ritornare ai fasti di un tempo?

  • Travis

    Ottimo articolo! Finalmente qualcosa di omogeneo e perfettamente informato sull’artista. Io ritengo Jem una delle migliori cantautrici degli anni 2000. Ha fatto dei veri gioielli.Tra tutti Just a ride e It’s amazing. Ovviamente non vedo l’ora di ascoltare altro suo materiale anche se rimarrà incatenato all’ambiente underground inglese. Personalmente vorrei altri articoli simili sui molti altri cantanti di cui non si sente più parlare.