Un altro nome va ad aggiungersi all’interminabile lista di interpreti venuti fuori da X Factor che sono rimasti delusi dai comportamenti di Simon Cowell: quello di Cher Lloyd. Il produttore, che mette tutti gli artisti che vengono fuori dal talent di sua invenzione sotto contratto con la sua etichetta discografica “Syco”, spesso si è distinto per scelte molto poco rispettose nei confronti di alcuni degli artisti posti sotto la sua tutela, il tutto per concentrare il 100% dei suoi sforzi su chi poteva portargli un guadagno maggiore, e ciò ha fatto si che moltissimi interpreti abbandonassero tale label.

Ora, spinta da divergenze ed idee da lei considerate errate, anche la Lloyd ha deciso di dire addio a Cowell.cherlloyd

Ecco cos’ha affermato la giovane cantante ai microfoni di Larry King: “Io e Simon Cowell non ci parliamo più da tempo. Ho lasciato la sua etichetta discografica un anno e mezzo fa ed ho registrato il mio secondo album proprio qua, negli Stati Uniti.” Alla domanda “Credi che Simon si sia arrabbiato per il tuo abbandono?”, l’artista ha aggiunto “Non so se si è arrabbiato, ma sinceramente spero di mancargli. Deve avermi trovata non dico disobbediente, ma un bel po’ difficile: io ho un obbiettivo preciso da raggiungere, ed ho le mie idee su come arrivarci. Tutti noi abbiamo un obbiettivo ben preciso ed è giusto che ciascuno abbia il giusto controllo su quanto fare per raggiungerlo, ma purtroppo Simon è un maniaco nel controllare gli altri, e questa parte di lui non mi piaceva.”

Cosa ne dite di questa dichiarazione?

  • Eve

    Amo gli One Direction e mi piace anche Cher in qualche canzone. Ha fatto benissimo ad andarsene. Una scelta giustissima. Ogni artista deve essere il ‘controllore/capo’ di se stesso. Tanti altri artisti dovrebbero seguire l’esempio di questa ragazza. In primis gli One Direction, troppo pilotati dai manager e dallo stesso Cowell. Sono dei semplici burattini, delle marionette che vengono usate per fare soldi, senza se e senza ma. E questa cosa non mi piace e non mi è mai piaciuta. Vengono usati, li sballottano da una parte all’altra, vengono ‘tirati’ come degli elastici. Ma una cosa c’è da dire: tutti gli elastici prima o poi si rompono.
    Spero che anche loro prendano una decisione simile, se non di andarsene, ma quanto meno di mettere bene in chiaro le cose.
    Cher ha fatto la cosa migliore. I suoi fan di certo apprezzeranno questo gesto e lei avrà più voce in capitolo nel SUO lavoro, nella SUA musica e per la SUA carriera.

  • Music is my life

    Concordo assolutamente.
    Per quanto non ami molto la epic records, ha fatto benissimo a lasciare la Syco.
    Ha troppo controllo sugli artisti non solo musicalmente, ma anche nella vita privata (puri riferimenti ai One Direction non sono casuali)

    • Angelica

      Concordo! Da esterna ho sempre pensato che fossero un pò “pilotati” nella vita privata ma non ne ero sicura…nel lungo periodo potrebbero pagarne le conseguenze.
      La Lloyd ha fatto bene e siccome mi piace molto spero che raggiunga il suo obiettivo.

  • nessuno

    Bravissima !

  • gio88

    che poi mi chiedo su base sia simon cowell a decidere cosa un artista deve fare , vedendoa nche xfactor non mi apre sia poi tutto sto competente in ambito musicale.