Lo possiamo dire, il come back discografico di Cher non ha ottenuto i risultati sperati. La cantante americana era riuscita a compiere un vero e proprio exploit commerciale dopo un periodo di insuccessi nel 1999 con “Believe” ma il 2013 non è stato così proficuo. I risultati migliori sono stati ottenuti con il lead single “Woman’s World” ma anche in recenti live non hanno certo convinto gli scettici.

A mio avviso il progetto più riuscito è stato il film “Burlesque”, con relativa colonna sonora. Ad ogni modo la Closer to the Truth Era non è ancora finita. Rilasciato il 20 settembre, l’album ha ancora una carta da giocare.

Cher 443

Si tratta del quarto singolo “Sirens”, brano presente anche nella tracklist di “Songs for the Philippines”, progetto a scopo benefico i cui ricavati andranno a favore delle popolazioni colpite dal tifone Haiyan. La traccia composta dalla stessa Cher in collaborazione con Mark Taylor, Patrick Mascall e Nell Bryden sarà infatti rilasciata ufficialmente nel mercato inglese a partire dal 6 gennaio. Ecco il file audio, che ne dite ?

  • claudio

    Cher non è molto conosciuta da voi giovani ( e come darvi torto ) ma per il contesto il cd non è andato male. Prima di tutto per gli Artisti stagionati (pregio) le nuove uscite servono da pretesto per avere materiale fresco per i Tour. Di certo ne casa discografica ne Cher si aspettavano il botto.
    Rimane il fatto che se chiudete occhi a vi liberate da pregiudizi verso le persone di una certa età , rimane nel suo genere un bell’album e più della metà delle sue “nipotine” non cantano bene come lei. Dai proviamo a rilassarci, ognuno si goda la “diva” preferita…..rispetto per tutti giovai artisti e non

  • secondo me invece quest’album ha venduto pure troppo considerando la sua età: non credo che ci siano molti giovani disposti ad acquistare il disco di una quasi settantenne, né che ci siano molti anziani disposti a comprare un disco fatto da certe sonorità non proprio “old friendly” XD comunque anche questo è un pezzo fantastico ma non credo abbia molto potere commerciale!

  • _DREW

    Cavolo, è bellissima, davvero!

  • Faggiollo

    Scusate ma se gli artisti di punta si devono fare il culo per superare i tre milioni come pretendete che una con una carriera di decenni alle spalle, poco conosciuta dai giovani e con una scarsa promozione venda di più? Closer To The Truth non mi piace, ma non sarà un successo ma non è nemmeno un flop! Sta andando come andrebbe qualunque altro album – in generale – nelle sue condizioni, se non meglio.

  • Diano Francesconi

    Invece per me è andato benissimo! Insomma 2 performance, un video e 0 supporto radiofonico! Ma cosa vi aspettavate da una quasi 70enne che non rilascia un cd suo da anni?
    Questi “singoli” secondo me non hanno delle vere e proprie release, cavolo sennò il terzo singolo non ha avuto proprio promozione eh!

  • Evelyn

    Ma quali 500.000 copie che è a quasi 400.000. Non è andato bene punto e basta.

  • jEsSy

    flop insomma…500.000 copie in 3 mesi con tanto di non passaggi in radio e snob musicale ovunque mi sembrano anche troppe…spero arrivi al milione x l estate prossima e che ci tiri fuori un altro singolo a marzo

  • marco

    Bisogna anche dire che però Cher non e’ di certo aiutata dalle radio: le sue canzoni vengono passate pochissimo/ quasi per nulla per far spazio ( purtroppo) ai giovani “cantanti” attuali… Considerando soprattutto questo i risultati che l’album sta raggiungendo non sono male, considerando appunto che oggi le radio giocano un ruolo fondamentale nelle vendite ;) Non ce lo dimentichiamo!

  • Lola89

    Ma è un plagio a gomenasai delle tatu?

  • Chris90

    be’ l’album nn è andato cosi male è arrivato in top 5 negli states e nel regno unito…i hope you find it e arrivato in top25 nel regno unito. Nn siamo melodrammatici!!!. La scelta del singolo è ottima, secondo me doveva estrarlo al posto di I hope you find it, speriamo ad un video che aiuti nelle classifiche…

  • Luca

    Beh, adesso non so i dati precisi ma credo le 500.000 copie le abbia superate a livello mondiale. E non mi sembra un risultato cui sputare di questi tempi, considerando anche la decennale carriera di questa donna. Lei e la label di certo non si aspettavano un nuovo boom, figurarsi. Per me sono ampiamente soddisfatti.