chrisbrownleagaldrama

Vi avevamo parlato ieri di Chris Brown e del fatto che si fosse lamentato su Twitter in seguito ai VMAs, probabilmente perchè deluso dall’andamento della trasmissione. L’interprete ventisettenne aveva dato ad intendere un comeback discografico imminente e piuttosto imponente.

Nelle ultime ore però, è scoppiato un vero e proprio caos, che ha catapultato Chris in cima ai TT mondiali su Twitter e su tutti i siti. Cosa è successo? Il performer, che da pochissimi giorni ha pubblicato il video del suo ultimo singolo “Grass Ain’t Greenner” (QUI per guardarlo) e che a breve dovrebbe pubblicare un documentario sulla sua vita (QUI per saperne di più), nella giornata di ieri è stato denunciato da una donna, che l’ha accusato di averla minacciata con una pistola. La giovane prima di fare la denuncia ha contattato il sito di gossip TMZ, perciò la notizia è rimbalzata online a tempo di record. Immediatamente, dopo la chiamata della donna, un vero arsenale della polizia, un’unità SWAT, con tanto di elicotteri, ha circondato l’abitazione di Chris, impedendo a chiunque fosse presente di abbandonarla, per poi perquisirla da cima a fondo, ed interrogare tutti i presenti. Inutile dire che si è creato un tam tam mediatico assurdo, con emittenti televisive che hanno trasmesso la perquisizione in dirette Facebook sulle loro pagine.

Fin dal primo momento il cantante ha negato ogni coinvolgimento, ed in effetti nella sua abitazione non è stata trovata alcuna arma di questo genere nonostante la polizia abbia cercato ovunque, perfino fra i giocattoli di sua figlia Royalty. Il sito di gossip TMZ afferma che testimoni hanno visto Chris gettare da una finestra un borsone contente armi e droga, ma non vi è alcuna prova su questo. Il cantante è stato poi portato presso la Robbery Homicide Division, dove si è tenuto l’interrogatorio, che si e tenuto fino a pochi minuti fa.

Chris è stato arrestato preventivamente per sospetto di minaccia con arma da fuoco, ed il cantante ha appena pagato una cauzione di 250mila dollari per tornare in libertà. Ovviamente ora continueranno indagini e vicende legali in merito all’accaduto.

Già nelle ore precedenti, Chris aveva urlato la sua innocenza attraverso Instagram con dei video pubblicati appositamente:

Un video pubblicato da 1 YOU ❤️ 2 HATE (@chrisbrownofficial) in data:

Un video pubblicato da 1 YOU ❤️ 2 HATE (@chrisbrownofficial) in data:

 

Chris si è lamentato del fatto che quando chiama lui la polizia (come nel caso delle irruzioni di stalker che ci sono state in casa sua negli scorsi mesi) la pattuglia arrivi il giorno dopo. Inoltre ha affermato:

“Reagire in questo modo senza conoscere la verità, non è stato un bel trattamento. Non può succedere una cosa del genere ogni volta che qualcuno cerca denaro. Ci stavamo divertendo ed improvvisamente è diventata zona di guerra, perchè una tizia ha detto stupidaggini.”

Chris si è scagliato duramente contro il corpo di polizia, definendolo come “la peggiore gang al mondo”. Diverse celebrità si sono mostrate shockate dall’accaduto, manifestando la loro vicinanza nei confronti del cantante virginiano.

In molti pensano che Chris possa essere stato incastrato dalla madre di sua figlia, Royalty, che recentemente ha perso una causa legale contro di lui per ottenere soldi (scopri di più QUI).

Vi terremo aggiornati sulla vicenda…

25 Commenti

  1. Quanti uomini devono finire in galera per false accuse da parte di una donna? Lamentatevi anche di questo femministe, se davvero volete parità dei sessi com’è giusto che sia.

      • Li leggi ogni tanto, ma dico ogni tanto, i giornali? Io non parto prevenuto, ma si legge che la maggior parte dei divorzi spinti da donne si basano su false accuse di violenza da parte di uomini innocenti. E non solo divorzi. A me sembra che per quante donne che veramente vogliono la parità dei sessi ci siano altrettante donne dichiarate femministe che s’approfittano dei vantaggi del loro esser donne nei tribunali. Questo è un caso eclatante, ma ti pare che uno deve pagare 250 k per uscire di galera per un reato che manco ha commesso?

  2. Solo per il fatto che sta qui, ancora un po’, chiamava prima tmz e non il 911, fa capire quanto la sua storiella sia inventata… Ed è anche scandaloso quanto la gente si affidi semplicemente al titolo di una notizia per scagliarsi contro persone (che invece sono innocenti) credendo ancora a ciò che certi notiziari spazzatura sparano pur di infangare il nome di chi voglion loro

  3. Si ok, ma già uno che dice “Entrerete solo quando avrete un mandato” mentre si parla di una cosa del genere significa che qualcosa da nascondere c’è. Cioè, io se fossi nel bel mezzo di uno sputtanamento del genere farei di tutto per dimostrare che non centro niente, poi ognuno fa come vuole, ma sicuramente mandare a quel paese la polizia e screditarla non aiuta. Vedremo comunque.

      • Si lo so, però boh. Cioè, io se non avessi nulla da nascondere e vorrei far tacere subito le voci avrei aperto e fatto controllare. Alla fine la figura l’avrebbe fatta lei, che perdeva di fiducia, e poi la polizia. Però ripeto, questo l’avrei fatto io che non ho niente in casa, diritto o no.

      • Vabbé ma i mandati sono fatti per quello, non è che dobbiamo sottometterci completamente alle forze di polizia, specie se innocenti, se abbiamo anche noi dei diritti, è giusto farli rispettare.

      • Si lo so che è un diritto… Ma vuoi mettere la figura di leggere “Chris Brown accusato di aver aggredito una donna. Lui fa entrare un casa la polizia, ma non trova nulla” rispetto a “Chris Brown accusato di aver aggredito una donna mandando a fanculo la polizia che circondava la cada”? Ok, si chiama diritto e poteva, come no, farlo rispettare. Con questo non sto dicendo che sia colpevole o no.

      • Si lo so che è un diritto… Ma vuoi mettere la figura di leggere “Chris Brown accusato di aver aggredito una donna. Lui fa entrare un casa la polizia, ma non trova nulla” rispetto a “Chris Brown accusato di aver aggredito una donna mandando a fanculo la polizia che circondava la cada”? Ok, si chiama diritto e poteva, come no, farlo rispettare. Con questo non sto dicendo che sia colpevole o no

      • Vabbè ma chi è che riporta le news cosi? Siti spazzatura forse. Un sito serio direbbe: “Lui si è appellato al fatto che la polizia non avesse un mandato”. Stop. Cosa giustissima, renditi anche conto che gli hanno mandato un’unita neanche fosse l’ ISIS. E su

      • Ok, tu avresti mandato due persona a una che denuncia che uno con precedenti penali le abbia puntato una pistola addosso in una casa enorme? Che poi bisogna sempre vedere cosa le ha detto.

      • Purtroppo non funziona così… Te lo dico perché nella mia famiglia è successa una cosa del genere (non così grave) e ti ritrovi 3 pattuglie dei carabinieri con i mitra fuori dal cancello… Tanto sulla strada non è proprietà privata.

      • Esattamente, sulla strada. ma la sua abitazione è privata, non possiamo anche sindacare sull’utilità o meno dei mandati ora. Questo discorso prescinde da Chris Brown.

      • Io non penso che la polizia sia entrata in casa senza mandato… Quel fatto dipende da quello che avrei fatto io visto l’esperienza (diciamo cosi). Certo, poi lui avrà portuto appellarsi, nessuno lo mette in dubbio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here