sGb1wRxEhQZq

Chris Brown per questa sua nuova Era discografica (il settimo disco “Royalty” è disponibile negli stores) ha voluto stupire tutti i suoi fans rilasciando tanti video per diversi brani contenuti nel progetto, anche se solo alcuni di essi sono stati estratti come singoli ufficiali. I primi video ad essere rilasciati sono stati “Liquor” e “Zero” (insieme), qualche tempo dopo si è aggiunta la clip di “Fine By Me“, mentre per anticipare la release del disco Chris ha voluto pubblicare una clip al giorno, e nell’ordine: “Back To Sleep“, “Wrist“, “Anyway“, “Picture Me Rollin‘”, “Little More“.

In realtà la vera particolarità ed il fattore da lodare come se non bastasse questa scelta di affidarsi così tanto all’arte della videografia anche per brani che non hanno brillato in classifica per nulla (e peraltro mai scadendo nel low budget nonostante questo, dal momento che le clips sono dei veri e propri mini-movies con una fotografia che non ha nulla da invidiare a produzioni Hollywoodiane), dicevamo il fattore da lodare è che Chris ci abbia proposto una storia che si sviluppa man mano che andiamo avanti con la visione, dunque come saprete se avete seguito i post dedicati a Breezy, i video risultano essere tutti collegati tra di essi. Ulteriore nota di merito va al fatto che le clips offrano un’ottima sintesi di quello che poi sarà l’album completo da un punto di vista del sound. Incredibile come le canzoni che fanno “da sfondo” alla trama offrano dei vibes completamente differenti, mostrando l’incredibile versatilità dell’interprete.

E quando diciamo che è Chris ad offrirci un grande spettacolo, intendiamo proprio Chris! E’ lui infatti il regista dei suoi video, sono suoi i concepts, quello che noi vediamo è Chris Brown al cento per cento. Che cosa ci mostrano? Semplice, ancora una volta, anzi mai come adesso, Breezy è partito dalla sua vita e disavventure personali e le ha tradotte in arte.

Chris Brown è abbastanza rinomato per le sue relazioni d’amore tormentate, e per il suo essere un “player“, ossia quello che noi potremmo definire come un classico dongiovanni. Saranno tutti a conoscenza dei suoi trascorsi e tira e molla con la celebre Rihanna, e qualcuno saprà anche della sua relazione fatta di alti e bassi con la modella di origini vietnamite Karrueche Tran, che ha lasciato Chris dopo aver saputo della paternità dell’interprete, in quanto non pronta ad affrontare una situazione del genere. Chris Brown dalla sua ha affrontato e vinto una battaglia legale per ottenere l’affidamento congiunto della piccola Royalty, in modo tale che lui e la mamma della piccola, tale Nia Guzman (con cui Chris non ha alcun tipo di rapporto e che ha informato l’interprete di avere una figlia nove mesi dopo il concepimento), possano trascorrere esattamente lo stesso tempo con la bimba. Chris è molto preso dal suo ruolo di papà, è sereno anche senza una donna, e Royalty è diventata la persona più importante della sua vita.

Non mi soffermerò nel descrivere tutti i video (che sono anche simpatici in diverse scene, e con cameo di altri artisti) ma mi farebbe piacere che li visionaste tutti in maniera consecutiva, come ho fatto io un paio di giorni fa, e devo dire che sono rimasto strabiliato dalla grandezza di questo artista. Noi vediamo qui chi è Chris Brown, i momenti bui del passato, le relazioni tormentate e confusionarie ma piene di passione, le ragazze ed i clubs, le battaglie con i propri demoni interiori, tutti i sentimenti provati, persino la sua aggressività (un gesto molto maturo il suo quello di far vedere anche i suoi lati peggiori), con il gran finale, una nuova vita serena in compagnia di questo piccolo angelo, arrivato inaspettatamente, ma capace di portare il giovane uomo in una dimensione paradisiaca con la sua dolcezza. Inoltre la negatività viene eliminata grazie al supporto degli amici.

Ovviamente, i video ed i personaggi che fanno parte della storia possono essere interpretati diversamente, come è giusto che sia quando si parla di arte. Cosa simboleggerà l’antagonista principale? Il diavolo? Il male? Un lato di Chris stesso? L’industria musicale che vuole controllare gli artisti mettendoli sotto pressione? (singolare la scena nella quale a Chris viene chiesto di cambiarsi d’abito). La donna che rimane ammanettata alla fine del video di “Wrist” è Rihanna? (Si potrebbe notare un’analogia con una scena del video di “Disturbia” dell’interprete barbadiana, canzone scritta peraltro da Chris). Che Breezy ci abbia voluto indicare l’allontanamento da una relazione che stava rischiando di distruggerlo mi sembra palese. O magari ci sbagliamo.

Buona visione dunque, ecco il film di Chris Brown per Royalty, ecco chi è Chris Brown, l’uomo e l’artista…

  • Suga Mama (Max Black)

    Secondo me la storia e il concept sono molto validi ma poteva realizzarli meglio, nulla contro ma a guardarli singolarmente non trovi tanto il messaggio dietro. Ad esempio a una certa Fine By Me diventa monotono, all’inizio ti prende poi dopo diventa monotono.

  • Liuk

    Aspettavo con ansia questo articolo :) Appena ho un po’ di tempo me li guardo assolutamente tutti in fila!

  • In love with MUSIC

    Fantastico