Ci siamo ormai addentrati nel 2016. Si tratta di un anno molto promettente, un’annata nel corso della quale dovrebbero avvenire i ritorni in scena di alcune superstar della musica mondiale che mancano dalle scene da un po’ di tempo. Fra di loro, troviamo anche una delle vocalist più talentuose della generazione 90s: la grintosissima Christina Aguilera.

La diva è conosciuta come una grande interprete della musica anglofona, e come una cantante a cui piace puntare principalmente sulla parte più corposa della sua voce, eppure c’è un brano all’interno del quale queste due componenti vengono meno, lasciando spazio a varie sfumature della voce di Xtina nonché alle sue abilità con un’altra lingua: lo spagnolo. La canzone a cui mi riferisco è la bellissima “Pero Me Acuerdo De Ti”.

In occasione del rumor secondo il quale l’artista sia intenzionata a proporre di nuovo musica in spagnolo, noi ci spingiamo indietro nel tempo per presentarvi ancora una volta questo grande capolavoro.73AC995519E6554030F1C10801F3852B

Il brano è un’intima ballad latin pop di ottima qualità, dal sound molto classical ma che all’epoca risultava esattamente al passo con i tempi, e soprattutto perfetta per accontentare i gusti del popolo ispano, il quale cadde inevitabilmente ai piedi di questa produzione così melodica ed armoniosa.

A livello testuale, Christina immagina di rivolgersi ad un suo ex fidanzato descrivendogli quella che è la sua vita ora che la loro relazione è finita: un continuo susseguirsi di momenti felici e spensierati che sono tuttavia spezzati dal ricordo di lui che impietoso si ripresenta con costanza, rovinando anche le giornate più belle.

Ma è a livello interpretativo che il brano ci rivela tutto il talento e la bravura di questa donna, molto diversa dall’urlatrice che gli haters affermano di vedere. Christina si rivela capacissima di utilizzare al meglio il lato più dolce e delicato del suo strumento, creando un rapporto di intima complicità con l’ascoltatore e riuscendo ad interpretare le parole cantata lasciando trasparire tutto il dolore racchiuso in quei versi.

La parte più potente della voce di Xtina emerge nei ritornelli e, soprattutto, nella parte finale, in cui i suoi virtuosismi sono di una potenza inaudita, di una forza che nessuno si aspetterebbe dalla ragazzina esile quale era, sfociando in un whistle angelico atipico rispetto al solito stile della star.

Questa è una di quelle canzoni in cui Christina rivela di non essere un’interprete monotematica, di saper sfruttare al meglio tutte le sfaccettature della sua voce. E’ per questo che l’artista, al di là del suo modo tipico di cantare, potrebbe riuscire ad eseguire al meglio qualunque tipo di canzoni: è questo che fa la differenza tra i talenti veri e quelli costruiti dai media.

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here