2015_Voice_s8_DKA_horz_ShowAbout_CC_1

Solitamente il format di The Voice prevede che i quattro giudici coinvolti per ciascuna edizione diano il via alla primissima puntata dello show eseguendo una performance tutti insieme. Per l’edizione attuale di The Voice USA, però, i produttori hanno deciso di stupire il pubblico programmando questa parte dello show non per la prima puntata delle Blind Auditions, fase iniziale della gara, ma per quella delle Battles.

Questa volta, gli autori del programma non hanno puntato su un brano appartenente al repertorio di uno dei cinque giudici, ma hanno preferito affidare loro un classico interpretato da un altro artista: sto parlando di “I Wish”, pezzo portato al successo dal grande Stevie Wonder. Durante la performance, i quattro artisti sono apparsi molto affiatati, hanno preferito la cooperazione alla sfida, e sono riusciti così a confezionare una performance davvero bella e avvincente, una delle migliori “performance dei giudici” mai viste nella versione a stelle e strisce dello show.

Facilitata dal ruolo di unica donna, ma anche meritevole grazie al suo ottimo talento vocale ed al suo carisma, Christina Aguilera è riuscita sicuramente a capitalizzare l’attenzione del pubblico, ma anche gli altri interpreti sono riusciti a fare delle figure ottime in questa occasione, in particolare Blake, che con il suo timbro caldo da perfetto artista country si è rivelato formidabile su questa base.

Per quanto sia sempre intenzionata a sottolineare il calore del suo strumento e la sua grande estensione, Christina nelle ultime performance continua a dare l’impressione di voler assumere un maggior controllo invece di lasciarsi andare in interminabili acuti come da tempo era solita fare, e questo non può che fare bene ad una performance collaborativa, in cui comunque cercare di ottenere il predominio sugli altri ad ogni costo non sarebbe stato un fattore positivo per la resa finale.

Eccovi la performance, che ne dite?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here