Nel mondo della musica capita spesso che artisti che emergono contemporaneamente e da contesti simili vengano messi l’uno contro l’altro dai fanbase o dai media, anche quando i diretti interessati sono in realtà amici, e perfino quando le loro somiglianze sul piano artistico sono pari a 0.

Demi Lovato e Selena Gomez sono sempre state abbastanza diverse fra di loro.

La prima ha puntato (almeno in passato) di più su uno strumento vocale potente e maturo per la sua età, capace di interpretare ed emozionare fortemente l’ascoltatore ma anche di farsi notare sul piano prettamente tecnico; la seconda ha invece fatto un maggior affidamento su ritmi dance molto catchy per compensare un’ innegabilmente scarsa estensione vocale, con brani frizzanti e coinvolgenti.

Nonostante lo stile diverso proposto dalle due interpeti i media (e, purtroppo, i fan delle stesse) le hanno spesso poste l’una contro l’altra, anche quando si professavano “migliori amiche”.

selena-gomez-demi-lovato-poll

Parliamo a questo punto del tema centrale del post, ossia i loro rispettivi comeback. Affrancatesi entrambe finalmente da qualsiasi legame con la Disney che le ha lanciate, le due hanno proposto con i loro lead singles un cambio di immagine notevole, differenziandosi ancora una volta, per quanto riguarda il genere, testo, e  l’utilizzo delle rispettive vocalità.

La cosa curiosa è che questa volta è stata Selena a puntare su un’immagine più sobria, intima e personale, mentre la Lovato lancia una canzone dai ritmi scatenati. E’ come se i loro ruoli si fossero un po’ invertiti, non trovate?

Demi è partita dal pop-rock a lei tanto caro per contaminarlo con venature EDM, una buona dose di sensualità e pure delle marcate alterazioni alla sua voce, tutti elementi finora completamente estranei alla sua discografia.

Anche per il testo la Lovato ha voluto fare qualcosa di diverso dai suoi standard, puntando su riferimenti ad una relazione omosessuale e a liriche comunque più frivole rispetto ai suoi standard, il tutto con lo scopo di creare un brano catchy e divertente.

Selena, invece, non è neanche lontanamente partita da qualcosa di solito per lei: il sound è si pop ma risente fortemente di sonorità urban, le quali finora non sono mai entrate in collisione col mondo della Gomez.

Se Demi ha creato qualcosa di catchy e d’impatto, Selena ha preferito puntare su una grower che cresce con gli ascolti. A livello testuale ed interpretativo il brano è sena alcun dubbio più sobrio e romantico, e la sensualità in esso presente è più raffinata e matura, il tutto con lo scopo di privilegiare un’interpretazione molto emotiva che coinvolge forse anche di più rispetto a quella eseguita in “The Heart Wants What It Wants”

Ci troviamo davanti, dunque, a due canzoni opposte in tutto, le quali vogliono comunicare agli ascoltatori emozioni completamente diverse, accompagnarlo in momenti completamente diversi della giornata, eppure paragoni e confronti sono ormai all’ordine del giorno.

A questo punto vogliamo proporvi anche noi un sondaggio riguardante i due brani, tenendo ovviamente conto non solo delle preferenze nei riguardi degli artisti ma anche delle varie caratteristiche dei brani presi in considerazione.