131017-drake-q-radio-interview-video

La terribile vicenda di Christina Grimmie ha sconvolto un po’ tutti nel panorama musicale, americano e non. Un sacco di artisti hanno espresso il loro cordoglio per quanto è accaduto alla giovane ragazza, uccisa mentre firmava autografi ai suoi fan, e molti amici cantanti della povera Christina le hanno dedicato strazianti brani, nella speranza che la musica possa alleviare il loro dolore.

Oltre alla rabbia ed al dolore, però, un altro sentimento serpeggia ormai nel musicbiz: la paura. In questo contesto si aggiungono poi le parole di un fondamentalista religioso ha minacciato Selena Gomez con un commento su You Tube: “Sarai la prossima dopo Christina Grimmie, morirai entro fine settimana” ha scritto l’uomo, parole che a mio avviso non andrebbero prese alla leggera e dovrebbero causare un aumento di controlli intorno alla giovane popstar americana.

Ebbene, in questa situazione, una delle più grandi superstar musicali del momento ha deciso di annullare tutti gli incontri con fan che erano previsti per i prossimi mesi ond’evitare che qualcosa del genere possa accadere anche a lui. Sto parlando di Drake, artista che tanto successo sta ottenendo con singoli come “Hotline Bling” e “One Dance” e con il suo album “Views”, e che per i prossimi mesi sarà impegnato nel portare avanti il tour relativo proprio a questo disco.

Come è solito accadere in tutti i tour, anche il rapper aveva previsto di incontrare i fan disposti a pagare delle cifre più alte, di firmare loro autografi e di posare con loro in foto, tuttavia questi appuntamenti sono stati cancellati all’ultimo minuto, nonostante la gente disposta a parteciparvi fosse parecchia. La motivazione sembra dunque essere la paura per l’incolumità del rapper, e non è da escludere che anche altri artisti possano presto prendere decisioni di questo tipo.

Voi che ne pensate? Gli artisti dovrebbero evitare di farsi prendere dalla paura oppure credete sia impossibile sfuggire all’inquietudine di questi periodi?

  • Enna

    a parte che questi sono casi rari che possono succede sia a gente famosa e non, il meet & greet si potrebbe fare comunque aumentando i controlli, so che è spiacevole ma un controllo dalle bodyguard ai fan prima di avvicinarsi al cantante non sarebbe male, credetemi.

  • Yoncé (#R8)

    Se li annullano fanno solo bene