elisa-vidss

Dopo la power ballad da record “No Hero” ed il tormentone di stampo motown “Love Me Forever”, la cantautrice originaria di Monfalcone opta per un cambio di rotta nella scelta del terzo singolo ufficiale estratto dal nono studio album “ON” pubblicato lo scorso 25 marzo 2016.

Il brano, il cui titolo è “Bruciare Per Te”, è una ballata romantica contaminata da sonorità elettro-pop ma soprattutto Trip hop, in grado di catturare istantaneamente l’ascoltatore grazie ad improvvise esplosioni ritmiche e vocali. Uno dei pochi pezzi in italiano presenti nel progetto discografico (insieme a “Sorrido Già”, duetto con gli amici Emma Marrone e Giuliano Sangiorgi), “Bruciare Per Te” altro non è che una dedica di Elisa rivolta al marito  Andrea Rigonat e scritta durante il primo anno di permanenza nella famosa scuola di Amici.

“Bruciare Per Te” è nata da una poesia che ho scritto per Andrea. C’è un’influenza Trap, genere che mi ha fatto scoprire Stash dei The Kolors. L’ho scritta durante Amici dello scorso anno, in un momento molto creativo.

In fondo alla traccia, quasi fossero dei sorprendenti e commoventi titoli di coda, possiamo avvertire la voce di Irene, nonna di Elisa venuta a mancare nel 2013 all’età di 91 anni. La donna, inconsapevolmente registrata dalla nipote, inizia a canticchiare “Serenata a Marirosa” (1939) di Otello Boccaccini.

Il video in supporto del singolo è stato presentato in anteprima lo scorso sabato 17 Settembre alle ore 16:30 presso l’UCI Cinemas Bicocca (Milano) prima della proiezione del film “L’Estate Addosso” di Gabriele Muccino. L’interprete di “Luce”, presente in sala, ha successivamente risposto ad alcune delle domande poste dai presenti.  La cantautrice ha spiegato di aver scritto il soggetto del video e di aver partecipato alla regia.

Durante un videomessaggio pubblicato sulla propria pagina Facebook, Elisa ha specificato quanto questa clip sia importante per lei:

Ci tengo molto. In questo video ho ballato e, siccome ballo da miliardi di anni in cameretta da sola come fanno milioni di persone, ho trovato il folle coraggio di uscire allo scoperto. E’ un video anche un po’ autobiografico ed è la mia dedica a tutte le donne che hanno vissuto un’esperienza particolare e che sono cresciute senza la figura paterna: la dedico a tutte voi, tutte noi, per me è una cosa importante.

Il videoclip, girato a Torre Guaceto (Brindisi) è stato rilasciato al pubblico di YouTube oggi 19 Settembre sul canale dell’artista ed in esso sono presenti due volti noti al pubblico del reality firmato Maria de Filippi: i ballerini Alessio La Padula e Alessio Gaudino che danzano seguendo le coreografie montate da Veronica Peparini e Fabrizio Profili.

Nella clip Elisa, la quale compare con capelli corti e meshati di bianco, dapprima fugge in lacrime dopo aver assistito alla sofferenza di una ragazzina (presumibilmente raffigurante una piccola Toffoli) respinta da un padre incapace di ricambiare l’amore e l’affetto della figlia. Successivamente l’ambientazione cambia e la cantante si ritrova a danzare su di una spiaggia dalle parvenze quasi oniriche, probabilmente in cerca di qualcuno che le doni quel pizzico d’amore che le è stato negato durante la propria infanzia. Alla fine del cortometraggio Elisa viene “salvata” dall’uomo (inquadrato di spalle) che diventerà il padre dei suoi figli: il marito Andrea.

Di seguito il video di “Bruciare Per Te”:

Il progetto appare, nella sua limpidezza ed emotività, come uno dei lavori più centrati dell’intera carriera dell’artista friulana. Un video in cui Elisa si mette a nudo completamente, mettendo da parte qualsiasi tipo di freno e mostrando al pubblico la sua parte più fragile con un’umiltà disarmante.

Cosa ne pensate?

Testo

Forse nemmeno lo so quello che sei per me
Quello che mi toglie, quello che mi dai
Talmente tanto che semplicemente non lo so vedere per intero
Come l’universo
Quello stato di euforia, di confusione
Sì di confusione quando trovi tutto quello che avevi perso
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
Mai avrei creduto mai
Che fosse tutto così
Forte così fragile, forte da resistere
Leggero come l’aria, come nuvole
Mai avrei sperato, mai
E invece è tutto così
Forte così fragile, forte da resistere
E io insieme a te scriver le pagine
E immagina che buffo se lo capirò
Così tutto d’un tratto, poi guardandoti
Che mi hai cambiata per sempre
Come il primo giorno avevo quei bagliori
Che avevi sul viso, lì sospeso sulla curva del tuo sorriso
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
Mai avrei creduto mai
Che fosse tutto così
Forte così fragile, forte da resistere
Leggero come l’aria, come nuvole
Mai avrei sperato mai
Che fosse è tutto così
Forte così fragile, forte da resistere
E io insieme a te scriver le pagine
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
E bruciare per te
Poi lo capirò forse, poi
Che ti ho dato tutta me
Stessa senza chiedere, niente in cambio, niente che
Che tu non avessi già dentro di te

  • Breezy

    La canzone è veramente bella! E secondo me è all’altezza dei suoi vecchi pezzi (anche se Luce per me rimane la canzone italiana piu bella di sempre)… Mentre il video è semplicemente incantevole (grazie anche all’infallibile coppia Peparini-Profili) e i significati che vuole trasmettere sono veri e arrivano perfettamente

  • Molti hanno criticato Elisa per questa sua svolta più pop commerciale
    intrapresa con “On”, primo album dopo “Amici”, ma onestamente a me ha
    COLPITO più che deluso. Dopo quasi 20 anni ha prodotto l’album più
    scorrevole della sua carriera, certamente pop e più ruffiano e “easy” di
    tutti gli altri, per sua stessa ammissione, ma perché dovremmo
    risentire lo stesso album per 20 anni, in 10 formati diversi, quando
    un’artista può evolvere e regalarci parti di sè, anno dopo anno, e album
    dopo album? Spero di vedere anche i video di Bad Habits e Rain Over My
    Head, i brani più belli di “On”. Nella fattispecie, Bruciare per Te è un brano reso molto semplice nelle sue parole e nella sua melodia, quasi come se lo cantasse una bambina “cresciuta”, ma in realtà nasconde molta profondità e il video è stato in grado di restituirgli questa profondità e questo aspetto un po’dark e immagignifico che la rendono già quasi un suo classico.

  • MUSIC is the way.

    bel video! il migliore dell’era, anche se secondo me l’anima vola, per quanto semplice, era bellissimo!

  • Mich

    Immensa come sempre.Video splendido e canzone meravigliosa.
    Elisa è una delle poche cantanti che possono essere definite artiste.

    • MUSIC is the way.

      sì, e si può dire che anche se ha cercato di accaparrarsi nuovo pubblico con amici e tormentoni facili (love me forever) sono proprio contento che sia tornata adesso nella sua dimensione! Molto meglio se avesse estratto una canzone in inglese, visto che l’album è principalmente questo. ma con un video come questo non le si può rimproverare nulla proprio!!!

      • Mich

        Concordo!In love me forever infatti mi è piaciuta di meno,nonostante abbia dimostrato anche lì una vocalità assurda!