emis-killa-album

Dopo l’avventura televisiva presso l’ultima edizione di The Voice Italia, in cui ha dato modo di discutere anche per via di continui litigi con la cantante pugliese Dolcenera, il rapper italiano Emis Killa è finalmente (quasi) pronto a rilasciare un nuovo album. Il disco, anticipato dai singoli “Cult”, vera ode agli anni ’90 e inno al godersi l’adolescenza quando è il momento di farlo, e “Non Era Vero”, intitolerà “Terza Stagione”, un titolo che rispecchia anche il significato del secondo singolo di lancio e che indica la volontà dell’artista di vivere un nuovo capitolo della sua vita e della sua musica.

Attraverso i social, Emis ha iniziato a parlarci del progetto con varie dichiarazioni.  Eccovele di seguito:

Dal mio nuovo disco filtrerà sicuramente questo ritrovamento di me stesso, sia nei testi che nelle sonorità, sia nel bene che nel male“… “E’ un disco maturo, ma pur sempre grigio. In mercurio arrivavo da un successo inaspettato (L’erba cattiva), e la voglia di replicare mi ha fatto lavorare più col sentore di cercare una hit piuttosto che con quello che mi ha sempre fatto divertire, ovvero il rap senza nessun tipo di filtri o censure

Per il momento posso (e voglio) spiegarvi un po’ che tipo di album sarà. Come tutti sapete la mia carriera negli ultimi anni è esplosa e si è contaminata di altro, di attività come la televisione e la radio, togliendo spazio a quella che è la cosa fondamentale per me, ovvero la musica. Questo è il motivo per cui la mia assenza sui palchi questa volta si è sentita un po’ di più. Non è facile fermare la giostra e scendere una volta che ci si sale con l’intento di farsi girare la testa. Dopo aver raggiunto il limite della mia esposizione ho avuto quasi un crollo emotivo, sentivo che mi stavo allontanando troppo dalla cosa che amo, e che in questo momento, proprio non riesco a essere nient’altro che Emis Killa, il Rapper

E’ il mio terzo disco ufficiale in carriera e quindi ci saranno sicuramente delle sfumature (anche se rare) più radiofoniche rispetto ai miei primi lavori. Perché diciamocelo, a nessuno piace passare dai dischi di platino ai dischi che non vendi ammassati in un magazzino. Premesso questo, l’album sarà per l’80% grezzo e ignorante. E’ un passo importante del mio percorso, è il passo in cui ho dato ascolto ai miei fan di vecchia data e al mio io più radicato, fregandomene del parere della casa discografica o del mainstream, insomma, ho voluto fare un po il ca*zo che volevo a sto giro, sia negli episodi piu’ crudi che in quelli piu’ morbidi

Vedremo se effettivamente l’artista ha confezionato un progetto coraggioso come afferma. Certo, al di là del flop commerciale, “Cult” è una canzone più vicina al mondo del pop che dell’hip hop, tuttavia a noi basta ascoltare musica di buon livello, e questa traccia è riuscita davvero a conquistarci, dunque continuiamo a nutrire buone aspettative nei confronti del CD. Voi cosa vi aspettate dopo queste dichiarazioni?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here