crop

No, non è uno scherzo. Enrico Papi, celebre conduttore televisivo italiano ha deciso di buttarsi nel mondo della musica! Dopo il ritorno sulle scene in Rai nei programmi “Ballando con le Stelle” e “Tale e Quale Show”, e dopo essere comparso nel video di “Tutto Molto Interessante” di Fabio Rovazzi, ecco arrivare il nuovo singolo di Enrico Papi.

Il pezzo si intitola “Mooseca” e fa ovviamente riferimento alla parola che spesso Papi pronunciava negli studi di Sarabanda, quiz/gioco musicale che raggiunge notevole successo negli anni ’90.

La canzone si candida come uno dei probabili tormentoni dell’estate 2017, e sicuramente farà incetta di visualizzazioni su Vevo, il sound segue praticamente la scia dell’ultimo pezzo di Rovazzi, tanto da essere quasi una riproposizione di esso.

Una uptempo martellante e truzza, condita da un video trash (una perla la partecipazione dell’ Uomo Gatto, celebre concorrente di Sarabanda, presente anche il critico d’arte Vittorio Sgarbi) in cui Papi balla nei pressi del Colosseo.

La Sony cerca di ripetere il fenomeno Rovazzi questa volta puntando su un personaggio già noto al grande pubblico, riuscirà a fare colpo?

Vi lasciamo al video e al testo della canzone, voi che ne pensate?

Testo

(Di cose brutte ne avete sentite tante
ma credetemi, non avete ancora sentito questa
maestro, vai con la mooseca)

Questa qui non è una canzone
solo un mio momento di confusione
che fa trikke e trakke – trikke e trakke – trikke e trakke

Tutti mangiano vegano ed io
mi mangerei anche il pulcino pio
trikke e trakke – trikke e trakke – trikke e trakke

Lui sull’iPhone che si guarda le serie
lei sullo step con il personal trailer
trikke e trakke – trikke e trakke

Con la tecnologia
diventi matto
tu hai Shazam, io l’uomo gatto
trikke e trakke – trikke e trakke

Ne ho viste tante io negli anni novanta
si, si, sono io quello di Sarabanda
non ho una Lamborghini, guido una Panda
questa non è una canzone, è solo propaganda

Se dicessi ciò che penso, sulla Repubblica
tutto quello che penso, tutto quello che la gente pubblica
se dicessi ciò che penso, sulla tv
non fatemi parlare, maestro mooseca
basta parlare
basta parlare

E poi nel mezzo della riunione
suona il cellulare parte questa canzone che fa
trikke e trakke – trikke e trakke
che fa trikke e trakke – trikke e trakke

I bambini dicono
‘chi è quello che canta?’
tu non mi conosci, mi conosce la mia mamma
chiamami Papi, papi chulo
io no soy marinero, soy capitan, para bailar… la bamba

Ne ho viste tante io negli anni novanta
si, si, sono io quello di Sarabanda
non ho una Lamborghini, guido una Panda
questa non è una canzone, è solo propaganda

Se dicessi ciò che penso, sulla Repubblica
tutto quello che penso, tutto quello che la gente pubblica
se dicessi ciò che penso, sulla tv
non fatemi parlare
maestro, mooseca
basta parlare
basta parlare

Trikke e trakke – trikke e trakke – trikke e trakke

3 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here