Nonostante il flop colossale dei due singoli migliori della sua discografia, “Colors” e “Wide Awake” (QUI per revisionare il video uscito poche ore fa), il cantante svedese ha rilasciato a sorpresa Saade, EP che è riuscito a sorprenderci per l’altissima qualità delle cinque tracce incluse.

landscape-1457086226-eric-saade-img-3333

Il lavoro, recentemente rilasciato dalla King Island Roxystars Recordings AB, contiene solamente 5 tracce, tra cui i due estratti rilasciati negli ultimi mesi, per la durata di 16 minuti. Ecco la tracklist:

  1. How Do You Like Me Now
  2. Wide Awake feat. Gustaf Noren
  3. Colors
  4. Darkest Hour
  5. Heart Of A Lion

Con questi pochi pezzi, Eric è riuscito nel suo obbiettivo: mostrare il vero Eric. E’ proprio il caso di dire che c’è stata una vera e propria evoluzione a partire da “Manboy” fino ad arrivare a Saade: un cambio repentino di stile e di sound che ha fatto storcere la bocca ai suoi vecchi fan ma che gli ha permesso di acquistarne di nuovi.

Per lo svedese la più grande trasformazione non è avvenuta solamente per quando riguarda il sound, che, pur rimanendo saldo nella dance svedese diventato più profondo e dark, ma anche nella voce del cantante, il quale ha deciso di mettere in gioco tutto quello che le sue corde vocali sono capaci di fare, utilizzando per di più il registro acuto del suo timbro. Questo ha contribuito a donare al tutto un aspetto ancora più tetro. Grande svolta anche sull’interpretazione vocale, la quale sembra sempre più assente e persa, aspetti che però contribuiscono ancora di più a rendere il lavoro più oscuro e dark.

Nonostante il disco sia costituito solamente da 5 tracce, Eric è riuscito ad inserire tutto quello che troviamo in un normalissimo album di 12/13 tracce: uptempo, midtempo e ballad. Anche per quanto riguarda il sound, il team dello svedese ha provato a raggruppare più generi possibili visto che in 15 minuti si trova sia la dance, onnipresente in ogni singola canzone, che i ritmi latineggianti, come nella innovativa “Darkest Hour”, ma anche la deep house, come nella opening track “How Do You Like Me”.

Da fan fin dalla sua apparizione come rappresentante della Svezia nell’edizione del 2011 dell’Eurovision Song Contest, la svolta dark di Eric mi è piaciuta e non poco visto che finalmente si è tolto di dosso l’immagine da pop star adolescenziale, appellativo dovuto ai sound non proprio maturi di singoli come “Popular” o “Girl From Sweden”.

Se volete comprare l’EP su iTunes CLICCATE QUA. Di seguito anche il link per poterlo ascoltare su Spotify.

Voi che ne pensate del nuovo progetto di Eric? Avete apprezzato la svolta?

  • GG

    Lo seguo dai tempi di Manboy e adoro la musia che fa. meriterebbe molto più successo, purtroppo la svezia sembra che si stia dimenticando di lui…ho apprezzato tantissimo questa svolta..non mi ha deluso per nulla, sia dal classico pop al nuovo ep

  • Travis

    Wide awake è strana ma bella!