Il Summer Jam si è imposto negli anni come uno dei festival di hip-hop e R&B tra i più importanti per aprire la stagione estiva. Proprio come il Coachella e Governors Ball, questo evento riesce a richiamare i migliori artisti del momento e le potenziali stelle del futuro, concentrandosi, a differenza degli altri due, solo sull’hip-hop e l’R&B. Trovare tutti i video delle performance è difficile. Di seguito, farò un resoconto del festival e segnalerò, in due parti, le esibizioni che sono riuscito a raccogliere nel web.

summer-jam-2014-1

Partiamo dall’inizio. Tra gli emergenti, quest’anno i fari erano puntati su Childish Gambino, August Alsina (qui il video della sua performance), Iggy Azalea, Jhené Aiko, Nipsey Hussle (qui il video), Chinx Drugz e Mack Wilds. Questi artisti si sono esibiti nel parcheggio del MetLife Stadium di  East Rutherford, nel New Jersey, e il pubblico era decisamente ancora scarso. La stessa poca fortuna l’hanno ricevuta Sevyn Streeter, prima performer della lunga serata, Troy Ave (qui il video) e Action Bronson (qui il video). Dopo questi primi 40 minuti di fiacco riscaldamento, ecco arrivare Wiz Khalifa e Snoop Dogg. E ora la folla inizia a riscaldarsi!

Il delirio continua quando entrano gli L.O.X., invitati dai The Roots. In 5 minuti, il trio di Yonkers concentra alcuni dei loro singoli: “Wild Out”, “All About the Benjamins”, “We Gon’ Make It” e chiudono con “Money, Power, Respect.”

Ancora i The Roots ed entrano i M.O.P. (qui la performance), che cantano “Ante Up” ed introducono “The Choice is Yours”, probabilmente l’unico brano più famoso del duo dei Black Sheep, rappresentato sul palco da Dres (qui il video).

Non solo hip-hop, perchè dopo che Mister Cee suona canzoni di Crime Mob, Juvenile e Outkast, entra Trey Songz. Dopo aver iniziato con “2 Reasons”, senza T.I., prosegue con un altro brano da “Chapter V”, ma con toni decisamente più lenti. E’ “Dive in”, a cui seguono “Neighbors Know My Name”, “Paranoyd” con Ty Dolla Sign, “Bottoms Up”, senza Nicki Minaj, e “Na Na”.

A chiusura di questa prima parte, l’esibizione di Nas. Tutto si concentra su “Illmatic”, di cui ricorrono i 20 anni dalla pubblicazione. L’MC esordisce con “New York State of Mind” e dice al pubblico che lui era presente anche alla prima edizione del festival, quella del 1994, in cui partecipavano anche Notorious B.I.G. e il Wu-Tang Clan. Dopo aver detto “life is beutiful”, seguono “Life’s A Bitch”, “Represent”, un intramezzo di “Human Nature” di Michael Jackson che introduce “It Ain’t Hard to Tell” e si finisce l’omaggio a “Illmatic” con “The World is Yours”. A metà dell’esibizione entrano Meek Mill e French Montana. Meek Mill inizia con “I Don’t Know” con Paloma Ford, il suo primo singolo dal prossimo album, e segue con “Don’t love me no more”, primo singolo di Dj Khaled dal suo prossimo album. E’ qui che entra French Montana, che canta il ritornello. Meek Mill continua con “I’mma boss” e “Dreams & Nightmares”. Quest’ultima performance è molto sotto-tono e fortunatamente French Montana prende il microfono per cantare il ritornello di “Ain’t Worried ‘Bout Nothin'”. E’ Nas a chiudere con “Hate me now”. Con questa chiudo anche la prima parte, perchè nella seconda arriveranno emozioni molto più forti!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here