fergie-comeback-600x450

Fergie tornerà fra pochissimi giorni con il suo nuovo singolo “Milf Signs”, un brano con cui proverà a ritornare al successo di 10 anni fa dopo il fallimento del sottovalutato brano del 2014 “L.A. Love”. Il tempo sembra essersi fermato per la talentuosa e bellissima artista, che sembra in procinto di dare alla luce un’altra canzone urban dal piglio sexy con tanto di video hot e conturbante, proprio come se fossimo ancora ai tempi di “My Humps”, e noi non possiamo che apprezzare ciò.

Al fine di capitalizzare quanto più è possibile l’attenzione mediatica, la cantante sta iniziando già da un po’ di tempo a proporre delle performance, esibizioni in cui a volte si limita a cantare i suoi vecchi successi ed altre volte presenta anche del materiale inedito, com’è avvenuto con la collaborazione con Nicki Minaj “You Already Know”. Questa volta la popstar ha scelto di esibirsi al Gay Pride di New York, una scelta ottima dato che sappiamo bene quanto importante sia la comunità LGBT nel determinare il successo di singoli ed album nelle classifiche.

Quasi a dimostrare come in lei ruggisca ancora quella stessa leonessa che ha saputo mandarci in visibilio dai palchi di tutto il mondo, Fergie in queste performance è apparsa con tutta la grinta e la sensualità a cui ci ha sempre abituato, portandosi a casa uno ottimo, degno della grandezza del suo nome.

Che ne pensate di queste esibizioni? Serviranno a creare altro hype per il singolo oppure in questi giorni l’artista avrebbe dovuto dedicarsi ad altre attività?