anigif_enhanced-12720-1416607094-5-1

Momento molto difficile quello che stanno attraversando le Fifth Harmony. La famosa girl band, che ha raggiunto il successo mondiale con le 2 Hit Worth It e Work From Home, oltre a fare i conti con le vendite deludenti del loro ultimo progetto discografico 7/27 (Qui la recensione), che non è riuscito ad imporsi nelle classifiche pur vantando di una hit come “Work From Home”, ha dovuto affrontare numerosi problemi sorti tra i membri del gruppo. Primo fra tutti ricordiamo l’attacco di ansia che ha colpito la leader del gruppo Camilla Cabello che ha dovuto lasciare il palco non riuscendo a portare a termine il concerto.

Qui la sua dichiarazione:

Ho attacchi d’ansia senza sosta. Il mio cuore batte velocemente tutto il giorno. Due ore dopo che mi sono alzata, avrei bisogno di un pisolino perché il mio corpo è iperattivo. Ho paura di quello che mi può accadere, delle cose che il mio cervello mi potrebbe raccontare. Ora scrivo un diario tutti i giorni.”

Nelle scorse giornate, invece, la band ha dovuto far fronte all’emozionarsi di Lauren nella performance di “No Way”: la cantante è scoppiata a piangere e nessun’altra collega ha saputo improvvisare nulla per tamponare la situazione, cosa che in un gruppo è abbastanza grave (non giudichiamo assolutamente in maniera negativa però Lauren, che semplicemente da interprete ed artista quale è si è emozionata per un testo, QUI per approfondire e capire bene cosa è successo).

Nonostante la situazione sembrasse essere tornata alla normalità, poche ore è stata annunciata la cancellazione delle tappe del tour a Berlino, Monaco, Zurigo e Marsiglia, il tutto senza dare la benché minima spiegazione. Questo comportamento ha indisposto non poco tutti fan, com’è ovviamente giusto che sia. Saranno stati i problemi di salute che hanno colpito la Cabello a portare a questa decisione o semplicemente le date in questione avevano venduto pochi biglietti e non conveniva far spostare le ragazze visti i guadagni risicati che ci sarebbero stati?