bieber

Scene dell’altro mondo a Bologna, dove questa notte si è esibito per il secondo giorno consecutivo l’idolo delle ragazzine Justin Bieber.
Quello che certamente era uno dei concerti più attesi della stagione, verrà ricordato senz’altro anche per i disguidi e disagi che ha creato.

Le Beliebers in possesso del biglietto per una delle date dell’Unipol Arena di Bologna (19 e 20 marzo), pur di assicurarsi i posti migliori si sono accampate addirittura 2/3 giorni prima nell’area circostante, con tende e sacchi a pelo.

191116 - fans concerto Justin Bieber in attesa davanti a Unipol Arena palasport Casalecchio accampamento con tende e protezione civile - FANS JUSTIN BIEBER IN ATTESA A PALASPORT CASALECCHIO - fotografo: BENVENUTI

191116 - fans concerto Justin Bieber in attesa davanti a Unipol Arena palasport Casalecchio accampamento con tende e protezione civile - FANS JUSTIN BIEBER IN ATTESA A PALASPORT CASALECCHIO - fotografo: BENVENUTI

Scene di questo genere non sono ovviamente inedite per quanto riguarda la stagione estiva, ma raramente si è arrivati a questo livello per un live a novembre inoltrato, dal momento in cui la temperatura esterna e il meteo non favoriscono certo un campeggio all’aperto. Proprio per il freddo e le precarie condizioni meteorologiche di questi giorni è dovuta intervenire addirittura la Protezione Civile!
Erano migliaia infatti le ragazzine accampate fuori dal palazzetto, molte delle quali influenzate e a rischio ibernazione, tanto che i volontari hanno iniziato a distribuire coperte e montare ulteriori tende per chi ne era sprovvisto. Ecco le parole di uno degli uomini intervenuti:

“Quando li soccorriamo sono messi peggio dei terremotati.Sono stati accolti centinaia di fan quasi ibernati”.

Come se non bastasse, alcune ragazzine hanno rifiutato di andare al pronto soccorso pur di non perdere la possibilità di stare nelle prime file:

“Erano inzuppate e avevano la febbre alta, c’erano ragazzini in ipotermia ma hanno rifiutato di essere portati al pronto soccorso per non perdere il posto in fila”.

Non sarà un tantino esagerato? Ma non è tutto. Come se non bastassero gli accampamenti, alcuni Beliebers hanno dato il peggio di loro raggiungendo il Grand Hotel Majestic, dove alloggia la popstar, e l’hanno preso letteralmente d’assalto, calciando e dando pugni alla porta d’ingresso. Scene vergognose e incommentabili.

Essere fans sfegatati non dà diritto di comportarsi da veri e propri vandali. Quando capiranno che esiste un limite tra passione e ossessione? In questo caso il limite è stato di gran lunga superato.

9 Commenti

  1. Tutti sempre a giudicare, la musica e la passione per un’artista fa fare anche questo, io ovviamente non lo condivido, ma se loro volevano ibernarsi per stare in prima fila e vedere il loro “idolo” fateli fare invece di stare sempre a criticare tutto e tutti!

  2. Albert Einstein aveva ragione dicendo che oltre a essere infinito l’universo lo è anche la stupidità umana. Per raggiungere un simile livello di imbecillità ci vuole veramente impegno!

  3. Questi sono dei poracci esattamente come il loro beniamino. Fare delle cose del genere per uno che non canta, oltretutto che tratta anche malissimo i fan, indica davvero il livello mentale della gente.

  4. La gente non sta bene… io non li avrei portati neanche in ospedale ma direttamente in un centro di cura. Chissà se solo in Italia succedono ste cose, ma per lo meno l’episodio della fan che ha tirato giù le mutande a Bieber non è successo qui xD

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here